Amianto, Legambiente: Regione faccia partire interventi

Amianto, Legambiente: Regione faccia partire interventi

Segnalazioni al numero verde 800 92 62 48 dell’Osservatorio Ambiente e Legalità Sono 2.907 le tonnellate di amianto in 1.175 edifici pubblici censiti nel Lazio, poco o nulla si sa dei siti dimessi, dei grandi impianti industriali e a pressione e tanto meno della situazione negli edifici privati industriali e civili: Legambiente rilancia i più recenti dati per il Lazio del rapporto “I ritardi dei
Piani regionali per la bonifica dell’amianto”, dopo la storica sentenza che ha chiuso il maxi processo eternit, e chiede ai cittadini di segnalare casi di amianto abbandonato al numero verde 800 92 62 48 dell’Osservatorio Ambiente e Legalità che Legambiente gestisce con la Regione Lazio. “E’ positivo il nuovo impegno annunciato della Regione sull’amianto, bisogna vincere la sfida
contro l’eternit, va chiusa la mappatura dei siti a rischio per passare alla fase delle bonifica ed evitare rischi molto seri per la salute dei cittadini -afferma Cristiana Avenali, direttrice di
Legambiente Lazio-. Spesso l’esposizione all’amianto è inconsapevole, per questo servono anche informazioni per i cittadini, bisogna spiegare loro come ci si deve comportare quando si ha a che fare con strutture contaminate in casa, a scuola o presso i luoghi di lavoro. Allo stesso tempo sul fronte normativo, va approvata la proposta di legge depositata in Consiglio regionale da cittadini e associazioni, anche realizzando un’adeguata impiantistica di trattamento e smaltimento, piuttosto che facendo affidamento a impianti situati all’estero.”

Un’occasione in più per le coperture in amianto, deriva dal progetto Eternit free, che Legambiente sta portando avanti da diverso tempo, e prevede la bonifica incentivata dei tetti in amianto con la loro riconversione in coperture fotovoltaiche: infoline 06/85358051 di Legambiente Lazio ed mail eternitfree@legambientelazio.it a disposizione di enti pubblici e soggetti privati (imprese, agricoltori, etc.), per avere delucidazioni sul progetto e sulle modalità di adesione.

SCARICA IL PDF

Comments are closed