Ben 1.136 MW dal sole nel Lazio, con “Italia Rinnovabile” Legambiente dà voce alla rivoluzione sostenibile

Ben 1.136 MW dal sole nel Lazio, con “Italia Rinnovabile” Legambiente dà voce alla rivoluzione sostenibile

Ben 1.136 MW dal sole nel Lazio, il 26 ottobre ai Fori Imperiali con “Italia Rinnovabile” Legambiente dà voce alla rivoluzione sostenibile

 

Sabato 26 ottobre, via dei Fori Imperiali ospiterà l’Italia rinnovabile in festa, una grande manifestazione promossa da oltre 40 associazioni diverse tra ambientaliste, consumeriste, agricole e di categoria, per chiedere che il futuro energetico italiano sia incentrato sulle fonti rinnovabili e l’efficienza. Nel Lazio sono stati installati, fino al 30 settembre scorso grazie al ‘conto energia’, ben 1.136 megawatt di energia da fonti rinnovabili, un numero enorme prossimo a quello delle mega centrali a fonti fossili nella regione, quelle di Civitavecchia e Montalto di Castro ad esempio. Sono 31.929 gli impianti fotovoltaici installati nella regione dal 2006 ad oggi, il 98% di questi (31.387) è costituito da impianti di piccole dimensioni (con potenza fino a 200 KW), il segno di una rivoluzione energetica che è già iniziata e che parte dal basso.

“L’energia prodotta da tanti piccoli impianti da solare fotovoltaico è una bella e importante realtà che ha cambiato la nostra regione e il nostro paese inaugurando una nuova democrazia energetica che potrebbe fare a meno di grandi, costose, impattanti centrali a carbone, olio, fonti fossili – ha dichiarato Lorenzo Parlati, presidente di Legambiente Lazio-. I grandi numeri delle rinnovabili rappresentano chiaramente una sonora smentita nei confronti di chi teorizzava che le rinnovabili fossero cosa da poco. Quella del fotovoltaico è una rivoluzione che sta prendendo piede anche nella nostra regione e che deve essere favorita, fermando definitivamente gli investimenti su carbone e trivellazioni di petrolio.”

Sabato 26 ottobre, dalle ore 10 alle ore 20, Via dei Fori Imperiali si riempirà di tanti laboratori per bambini e ragazzi, attività, musica e dibattiti. Re-inventare oggetti di gioco a partire da minutaglie, imparare a costruire un aquilone, giocare a scacchi e tiro alla fune, partecipare al laboratorio di eco-design, sulla carta riciclata, sul legno. Ampio spazio anche ai prodotti biologici e sostenibili con tanti stand di associazioni e realtà imprenditoriali che si sono distinte con scelte concrete in nome della sostenibilità ambientale e del cambiamento. A disposizione un infopoint per scoprire come risparmiare sulla bolletta con le energie rinnovabili, dibattiti sul greenbuilding, le possibilità di autoproduzione, la mobilità nuova.

Questa grande manifestazione nazionale ai Fori Imperiali vuole raccogliere la grande voglia di cambiamento dei cittadini, coinvolgerli e metterli al corrente delle grandi possibilità offerte dalle rinnovabili. Perché sia più facile per tutti realizzare un impianto, perché venga incentivata l’autoproduzione e distribuzione di energia, perché i vantaggi in termini economici e di qualità della vita esistono davvero e devono essere alla portata di tutti.

La manifestazione è promossa da Legambiente, Greenpeace, Wwf, Kyoto Club. Con l’adesione di Aiab, Acli, Aiel, Arci, Anev, Anter, Assieme, Assorinnovabili, Ater, Cepes, Chimica Verde, Cia, Cib, Cobat, Cts, Energia felice, Federparchi, Fiom, Focsiv, Fondazione campagna amica, Fondazione per il sud, Fondazione Symbola, Forum terzo settore, Giga, Itabia, Libera, Movimento consumatori, Movimento difesa del cittadino, Msa, Pro natura, Rete mobilità nuova, Roma Natura, Runerer Italia, #salvaiciclisti, Si alle rinnovabili No al nucleare, Touring club, Uisp. Media partner Qualenergia.it, Rinnovabili.it
Col Patrocinio del Comune di Roma e della Regione Lazio e la collaborazione di AMA Spa.

SCARICA IL PDF

Comments are closed