Lorem ipsum dolor sit amet

Lorem ipsum dolor sit amet

Vestibulum id ligula porta felis euismod semper. Sed posuere consectetur est at lobortis. Donec id elit non mi porta gravida at eget metusm et fermentum.Aenean lacinia bibendum nulla sed.Vestibulum id ligula porta felis euismod semper. Sed posuere consectetur est at lobortis. Donec id elit non mi porta gravida at eget metusm et fermentum.Aenean lacinia bibendum nulla sed.Vestibulum id ligula porta felis euismod semper. Sed posuere consectetur est at lobortis. Donec id elit non mi porta gravida at eget metusm et fermentum.Aenean lacinia bibendum nulla sed.Vestibulum id ligula porta felis euismod semper. Sed posuere consectetur est at lobortis. Donec id elit non mi porta gravida at eget metusm et fermentum.Aenean lacinia bibendum nulla sed……

Auctor penatibus sociosqu iaculis. Mollis posuere nulla dictumst fames quis. Taciti mattis etiam convallis primis mattis sagittis lorem, at metus dolor ligula mi libero penatibus iaculis senectus id pede suscipit eget lacus aliquam proin nostra purus euismod integer lacus tortor condimentum est mi. Magnis vitae fermentum cum accumsan ac rhoncus felis cursus lectus est. Primis magnis semper ultrices porta erat. Dis. Integer inceptos sed mi netus massa egestas fames in, ridiculus erat proin taciti senectus. A molestie conubia potenti, duis quam orci. Hac tincidunt pellentesque condimentum porttitor torquent rutrum gravida class. Mollis, ante massa sociosqu hac. Sapien feugiat hac Quisque.

Vestibulum id ligula porta felis euismod semper. Sed posuere consectetur est at lobortis. Donec id elit non mi porta gravida at eget metusm et fermentum.Aenean lacinia bibendum nulla sed.Vestibulum id ligula porta felis euismod semper. Sed posuere consectetur est at lobortis. Donec id elit non mi porta gravida at eget metusm et fermentum.Aenean lacinia bibendum nulla sed.vVestibulum id ligula porta felis euismod semper. Sed posuere consectetur est at lobortis. Donec id elit non mi porta gravida at eget metusm et fermentum.Aenean lacinia bibendum nulla sed.Vestibulum id ligula porta felis euismod semper. Sed posuere consectetur est at lobortis. Donec id elit non mi porta gravida at eget metusm et fermentum.Aenean lacinia bibendum nulla sed.Vestibulum id ligula porta felis euismod semper. Sed posuere consectetur est at lobortis. Donec id elit non mi porta gravida at eget metusm et fermentum.Aenean lacinia bibendum nulla sed…..

Tags, , , ,

Legambiente: a Roma è raddoppiata la media di età dei bus #ATAC, da 4,9 anni del 2004 a 10,7 nel 2016

“A Via del Tritone ennesimo rogo targato ATAC, conseguenza del terribile raddoppio dell’età media dei bus. A risentirne è l’ambiente oltre a l’immagine di Roma, a rimetterci sono i cittadini”

Nel Day After del rogo di via del Tritone, Legambiente pubblica i dati di invecchiamento degli autobus ATAC, numeri che raccontano di mezzi con una media età più che raddoppiata rispetto al 2004. Secondo i dati estrapolati dalle relazioni annuali della ragioneria generale del Comune di Roma sui Trasporti pubblici, emerge un drammatico aumento della media di età dei bus che passa dai 4,9 anni nel 2004 ai 10,7 anni nel 2016.

Read More

Al via la FORMULA E ma a Roma solo 158 punti di ricarica per auto elettriche. Nella Capitale auto ibride appena lo 0,75%, elettriche 0,04%, moto e scooter elettrici 0,12%

“Purtroppo, oltre l’allestimento della gara, grandi disagi e l’evento non porterà alcun miglioramento della mobilità elettrica e sostenibile e Roma rimarrà con il suo numero ridicolo di colonnine per la ricarica delle auto elettriche”

“Senza colonnine, difficile che i romani possano passare all’auto elettrica”

“Mentre all’EUR parte il Gran Premio di Formula E, grandi disagi per i cittadini e niente è stato fatto nella capitale per affiancare alla gara automobilistica uno sviluppo della mobilità elettrica – dichiara Roberto Scacchi presidente di Legambiente Lazio -. Finita la gara e smantellate le strutture, Roma tornerà esattamente dov’era, con un numero ridicolo di colonnine di ricarica per auto elettriche, 3.500 veicoli a motore che ogni ora passano sotto al Colosseo, tutti i suoi mezzi pubblici di superficie e le sue maggiori arterie stradali strette nella morsa del traffico. Senza colonnine, difficile che i romani possano passare all’auto elettrica.”

Secondo i dati di Legambiente presentati oggi dall’associazione nell’ambito dell’incontro “Green Mobility, verso gli stati Generali della Mobilità Elettrica” organizzato insieme a Lorien Consulting, Roma rimane ferma sullo sviluppo e il sostegno alla mobilità elettrica. Nella Capitale ci sono poco più di 300 punti di ricarica pubblici: 158 per le automobili e 175 per moto e quadricicli; pochissimi rispetto ad Amsterdam dove sono 4.000 ma anche rispetto a Firenze che, molto più piccola, ne ha 74 per le auto e 466 per moto e quadricicli. A Roma circolano 13 mila auto ibride (molti taxi) che rappresentano però solo lo 0,75% delle auto circolanti. Le auto elettriche sono invece appena 728 (lo 0,04%). Le moto e gli scooter elettrici sono 499, lo 0,12% di quelli circolanti.

“Siamo, non a caso, alla vigilia del gran premio di Formula E a Roma – sottolinea Edoardo Zanchini, vice presidente di Legambiente – che era stato annunciato come un momento di svolta per la città sul fronte della mobilità a emissioni zero, e non solo per il quartiere Eur dove si svolgerà la gara. Purtroppo questa Roma senza auto inquinanti la vedremo solo per un giorno e intorno alla Cristoforo Colombo, perché oltre all’allestimento della zona interessata dal gran premio, non è stato fatto niente. Niente per recuperare il ritardo rispetto al numero di centraline di ricarica nella città, niente per le metropolitane e per le piste ciclabili. Nonostante i proclami, è stata un’occasione persa ed è il caso di chiedere alla Giunta capitolina se intende ripetere un’esperienza del genere in una città dove ancora manca perfino la delibera per l’installazione delle centraline di ricarica delle auto elettriche”.

Grave minaccia intimidatoria ai danni di Marco Omizzolo, Legambiente, a tutti i suoi livelli associativi, esprime solidarietà

E’ di queste ore la notizia di un grave atto intimidatorio compiuto ai danni di Marco Omizzolo, già presidente del Circolo Larus Legambiente Volontariato di Sabaudia e oggi fortemente impegnato nella denuncia dello sfruttamento dei lavoratori migranti nel basso Lazio e nell’Agro Pontino in particolare.
Nei confronti di atti vili di questo tipo, peraltro non nuovi nella provincia di Latina, Legambiente esprime forte condanna e, alla incondizionata solidarietà da parte del Circolo locale di Legambiente, si uniscono anche Stefano Ciafani, Direttore Generale di Legambiente e Roberto Scacchi, Presidente di Legambiente Lazio, secondo i quali “i gravi atti intimidatori subiti nelle ultime ore, riconducibili all’impegno di Omizzolo sul tema dello sfruttamento dei braccianti agricoli nella Provincia di Latina e del caporalato, risultano essere intollerabili in una società democratica e sui quali occorre fare una seria e profonda riflessione”.

Legambiente si augura infine che i responsabili dell’atto vandalico perpetrato, vengano immediatamente individuati e assicurati alla giustizia, confidando nel buon operato della magistratura e delle forze dell’ordine.

Enel Green Power e Legambiente Fiuggi uniti per la Salvaguardia Ambientale.

“La data del 15 febbraio 2018 ha segnato un passo importante – questa è la dichiarazione del presidente del Circolo Legambiente Fiuggi  –  dove il frutto del lavoro svolto in collaborazione tra Enel Green Power e Legambiente, impegnati al Tavolo Tecnico “Uomo e Natura in Simbiosi”, è stato il raggiungimento di un protocollo di intesa tra le parti nel quale Enel Green Power tende la propria mano per la tutela ambientale della Riserva Naturale, impegnandosi a sospendere temporaneamente le attività di emungimento delle acque del Lago per il periodo dal 1 dicembre al 30 giugno di ogni anno, affinché possa essere garantito il ciclo di riproduzione dell’avifauna e ittiofauna presente.”

Allo stesso tavolo il presidente del Circolo Legambiente Fiuggi ha proposto un’opera di ingegneria idraulica studiata dallo Studio Ingegneristico Maggi. Il progetto consiste nella realizzazione di un Rilevato di sfioro che, oltre a mantenere in vita la Zona Umida, ospiterebbe un impianto di Fitodepurazione Lacunare; così creando, un valido supporto al Depuratore Consortile dei Comuni di Fiuggi, Torre Cajetani, Trivigliano – quale perenne affluente del Lago di Canterno .

Al Tavolo Tecnico sono state invitate a partecipare e far chiarezza proprio sulle tematiche ambientali tutte le figure preposte e legittimate alla tutela della Riserva Naturale di Canterno, nonché l’azienda Acea Ato5.

Inoltre sono stati presenti il Presidente Regionale di Legambiente Lazio “ Roberto Scacchi ” ed il Coordinatore Provinciale dei Circoli Legambiente “ Francesco Raffa “.

Nell’incontro sono state affrontate tematiche come moria dei pesci, perdite strutturali e delle paratoie di presa, presenza di fanghi organici e rifiuti depositati nel fondo dello stesso Lago. Il risultato di questo approfondimento è stato utile a redistribuire le varie responsabilità ad ogni Ente e Azienda per le proprie competenze.

In particolare il Presidente Legambiente Lazio, a fronte di questo importante primo passo, ha espresso la volontà di promuovere la cantierizzazione di un Progetto di Lago.

A breve, presso la sede Legambiente Lazio avverrà la sottoscrizione del Protocollo di Intesa come stabilito nella discussione del Tavolo Tecnico “Uomo e Natura in Simbiosi”.

Workshop Tariffa Puntuale – Presentazioni e documenti

Il 28 febbraio si è tenuto a Roma un importante appuntamento organizzato da Legambiente Lazio sul tema della raccolta differenziata e della tariffa puntuale.

Di seguito troverete allegati gli interventi e le presentazioni dei relatori

Raphael Rossi – Amministratore unico Formia Rifiuti Zero

Daniele Dati – I&S informatica e servizi

Gianfranco Labib – Roma Ecologica 

Riccardo Viselli – Utilitalia

Workshop di Legambiente sulla Tariffa Puntuale ed Economia Circolare nel Lazio |FOTO|

“La Regione ha fatto bene ad approvare la legge Avenali che introduce la TARIP, ora deve essere il futuro in tutti i Comuni del Lazio”

Si è svolto questa mattina a Roma, presso il Centro Congressi Cavour, il Workshop organizzato da Legambiente Lazio dal titolo “Tariffa Puntuale ed Economia Circolare nel Lazio”; un momento di studio e approfondimento sulla nuova TARIP, che ha visto la presenza di esperti e attori protagonisti dell’attuazione della tariffa puntuale nel territorio nazionale. Dalle esperienze di Parma a quelle del trevigiano, fino ad Ariccia, primo comune ad applicare la TARIP nel Lazio, l’appuntamento è stato utile per focalizzare le buone pratiche attuabili in ciascun comune.

“La Regione Lazio ha fatto bene a istituire per legge la TARIP – dichiara Roberto Scacchi Presidente di Legambiente Lazio -, un tassello fondamentale nella costruzione dell’economia circolare. Ora sono i comuni e i gestori del servizio a doverla mettere in pratica in ogni territorio. A dicembre scorso, durante l’Ecoforum Regionale, abbiamo premiato ben 84 Comuni Ricicloni che hanno raggiunto e superato il 65% di raccolta differenziata. E’ bello vedere che ce ne siano così tanti rispetto agli anni scorsi, ma soprattutto è di importanza strategica per l’attuazione della tariffa puntuale, metodo applicabile solo lì dove il porta porta è diffuso ovunque e con buoni risultati – conclude Scacchi – essere comune riciclone è presupposto indispensabile e propedeudico all’attuazione della tarip e all’adozione del principio chi inquina paga. Tanti comuni sono potenzialmente pronti e vanno sostenuti in tale indirizzo. Ancora è impossibile farlo laddove non si gestiscono i rifiuti correttamente, in primo luogo a Roma, dove non lo permettono gli scarsi numeri della percentuale di differenziata, poco sopra il 42% e quelli ancor peggiori della diffusione di un porta a porta applicato a solo un terzo delle utenze della capitale. La Regione Lazio, dal suo canto, devo sostenere i comuni che mettono in campo le buone pratiche verso l’economia circolare, si deve dotare di un buon piano dei rifiuti e deve spingere per l’attuazione della buona legge della consigliera Cristiana Avenali sulla Tarip”.

Erano presenti tra gli altri al workshop la consigliera regionale Cristiana Avenali, Giorgio Zampetti responsabile scientifico di Legambiente, Enrico Indiati Vicesindaco di Ariccia, Riccardo Viselli di Utilitalia, Daniele Dani di I&S, Gianfranco Labib amministratore unico di Roma Ecologica e Raphael Rossi amministratore unico di Formia Rifiuti Zero oltre a cittadini e amministratori dei comuni del Lazio. L’appuntamento è stato realizzato con il contributo della Regione Lazio, nell’ambito dell’Ecoforum e Comuni Ricicloni regionale.

 

Questo slideshow richiede JavaScript.