Cartelloni contro alberi: Legambiente aderisce a manifestazione Serpentara.

Cartelloni contro alberi: Legambiente aderisce a manifestazione Serpentara.

Cartelloni contro alberi: Legambiente aderisce a manifestazione Serpentara. Ora abbattere subito cartelloni, sono irregolari.

Tagliati di notte perché “rei” di coprire cartelloni del tutto irregolari e già sanzionati: è quello che è successo a otto alberi a via Titina di Filippo, ciascuno dei quali si trovava di fronte ad un cartellone pubblicitario. Un atto gravissimo, impossibile pensare ad una coincidenza, che non può e non deve rimanere impunito. Per questo Legambiente Lazio aderisce alla manifestazione,
promossa dall’Associazione Basta Cartelloni – Francesco Fiori e dal Comitato di Quartiere Serpentara, che oggi pomeriggio, mercoledì 18 luglio, alle 17.30 avrà luogo proprio a via Titina di Filippo per protestare contro questo grave reato ambientale.

“Presenteremo una denuncia contro ignoti per il danno provocato, ma ora pretendiamo che quei maledetti cartelloni abusivi, già sanzionati, siano immediatamente abbattuti -afferma Lorenzo Parlati, presidente di Legambiente Lazio- E’ uno schifo e uno scandalo che le ditte si permettano queste oscenità, è tutta colpa di quella dissennata procedura di inserimento nella banca dati dell’ufficio affissioni del Comune di Roma, che è una sorta di sanatoria mascherata, sulla quale d’altronde sta già indagando la Procura. In questo caso, per sfortuna delle ditte non bisogna aspettare nulla per demolire quei manifesti, non ci sono procedure di delocalizzazione che tengano, quella è un’area verde e come tale l’abbattimento deve essere immediato, per questo abbiamo preso contatto con l’Assessorato all’Ambiente e gli agenti PICS-decoro che sappiamo stanno già studiando gli atti necessari. E lanciamo la proposta di una grande festa dell’albero in quel quartiere per il prossimo autunno.”

A nostro avviso quegli impianti non rispettano le norme del regolamento comunale sulle affissioni ma nemmeno quelle del Codice della Strada, visto che sono a meno di 150 metri da diversi incroci, al centro di una rotatoria e ostacolano la visibilità. Vanno abbattuti subito.

SCARICA IL PDF

Comments are closed