Comuni Rifiuti Free, premiati 11 comuni del Lazio

Comuni Rifiuti Free, premiati 11 comuni del Lazio

EcoForum nazionale di Legambiente. Premiati 11 Comuni RIFIUTI FREE del Lazio.

Sant’Ambrogio sul Garigliano (FR) miglior comune con soli 47,5 kg di rifiuti pro-capite all’anno
Itri (LT) il migliore tra i comuni sopra i 5.000 abitanti con 66,6 kg

Nella seconda giornata dell’Ecoforum nazionale di Legambiente sono stati premiati i Comuni RIFIUTI FREE, quelli che producono meno di 75 kg di rifiuti indifferenziati all’anno per abitante.
Nel Lazio sono 11 i comuni rifiuti free, nel 2017 erano 8, in testa Sant’Ambrogio sul Garigliano (FR) con soli 47,5 kg di rifiuti pro-capite all’anno, al secondo posto Colle San Magno (FR) con 52,3 kg e al terzo la città di Itri (LT) che con 66,6 kg è anche prima nella classifica regionale tra i comuni sopra i 5.000 abitanti. Premio speciale per il riciclo della plastica è andato ad Albano Laziale (RM) per una raccolta annua pro-capite di 27 kg, ben oltre la media nazionale di 17,7 kg.

“Cominciano a crescere i comuni rifiuti free del Lazio, c’è ancora tanta strada da fare – commenta Roberto Scacchi presidente di Legambiente Lazio – ma intanto premiamo chi si impegna concretamente raggiungendo obiettivi seri e reali di abbattimento dei rifiuti, perché valorizzare le buone pratiche vuol dire renderle virali. Se si vuole un Lazio Rifiuti Free, con un futuro senza discariche o inceneritori e nel pieno solco dell’economia circolare, bisogna in primo luogo che tutte le amministrazioni comunali superino il 65% di raccolta differenziata, riducendo al minimo l’indifferenziato, come quelle premiate.  Sindaci e amministratori locali non possono dirsi contrari a discariche e inceneritori senza, insieme, fare di tutto raggiungere velocemente i numeri di queste amministrazioni virtuose; noi continueremo a premiare i comuni ricicloni ma chiediamo a tutti uno sforzo in più per diventarlo. Il salto di qualità del Lazio verso l’economia circolare avverrà a queste condizioni, insieme all’attuazione della legge che introduce la tariffa puntuale con bando per i comuni e realizzando il nuovo piano regionale sui rifiuti che non può più attendere, sul quale chiediamo un’ampio processo di partecipazione”.

1f71442e-b213-40b1-b335-6c30de11c5f5

Comments are closed