Festa dell’Albero

Ogni anno il 21 novembre si tiene l’iniziativa con la quale vengono messe a dimora in tutta Italia migliaia di nuove piante per riqualificare aree urbane degradate e abbellire parchi e giardini pubblici. Gli alberi hanno la straordinaria funzione di assorbire l’anidride carbonica (CO2), uno dei più pericolosi gas serra, e di rilasciare ossigeno attraverso la fotosintesi clorofilliana. 

Edizione 2015

Quest’anno dedichiamo la Festa dell’albero alla lotta ai mutamenti climatici, il 2015 è infatti un anno decisivo: a dicembre nel vertice delle Nazioni Unite (Cop 21) si dovrà definire il nuovo accordo internazionale sul clima, “l’ultima vera opportunità per salvarci” come afferma il Pontefice nell’enciclica Laudato sì. 

Gli alberi costituiscono una risorsa naturale contro il riscaldamento globale, la loro presenza garantisce una risposta sicura ed efficace ai danni causati dalle attività umane. Proteggere gli alberi vuol dire proteggere il futuro!

Abbiamo bisogno del vostro aiuto per diffondere una cultura di rispetto e gratitudine verso questi infaticabili polmoni verdi del Pianeta: raccontate con una foto il significato degli alberi nelle vostre vite. Un albero a cui siete particolarmente legati, che avete salvato dall’abbatimento, che abbracciate per sentirvi meglio, che è stato piantato quando siete nati, che sta lì da sempre, che da oggi proteggerete…

PER ADERIRE vai sul sito di Legambiente

festaalbero_2015prova

Edizione 2014

Dal 21 al 23 novembre il Lazio si colora di verde grazie agli alberi messi a dimora da centinaia di volontari, parte infatti la storica campagna di Legambiente giunta alla XXI edizione per mettere a dimora nuove piante riqualificando aree urbane e territori verdi e donando al Lazio una nuova e reale boccata di ossigeno. La manifestazione si è svolta a Roma in collaborazione con Roma Capitale assessorato all’Ambiente, nei parchi romani in collaborazione con l’Ente Regionale RomaNatura e, nel resto del Lazio, del Corpo Forestale dello Stato.

LEGGI IL COMUNICATO

Edizione 2013

Dal 20 al 24 novembre ritorna la Festa dell’Albero. Quest’anno, nella sua XIX edizione, la campagna è dedicata all’accoglienza e ai diritti dei migranti e vogliamo lanciare un messaggio di accoglienza, parità di diritti e pace attraverso un gesto concreto: quello di piantare nuovi alberi, simboli per eccellenza di radicamento e appartenenza al territori, creare piccoli e grandi giardini dell’accoglienza sia dentro che fuori gli edifici scolastici.

1396865_535540213202036_1237973820_oEdizione 2012

Ritorna la Festa dell’Albero che si svolgerà dal 16 al 21 novembre, l’iniziativa, giunta alla sua XVIII edizione è la campagna che più di ogni altra avvicina e coinvolge cittadini di tutte le età ai temi ambientali, conferma i suoi temi portanti: il verde, la riduzione delle emissioni di gas serra e la lotta ai mutamenti climatici, l’educazione ambientale e il risanamento delle aree degradate. Questa edizione pone con forza l’accento sul Verde Urbano al fine di sensibilizzare cittadini piccoli e grandi sulla importanza della gestione, della conservazione e della fruizione degli spazi verdi. Riteniamo infatti fondamentali questi ultimi come luoghi di socializzazione, come polmoni verdi, come argini al cemento ed in definitiva come indice della qualità della vita urbana ed elemento fondamentale per uno sviluppo sostenibile.

Edizione 2011

La XVII Edizione della Festa dell’Albero si svolgerà da sabato 19 a lunedì 21 novembre e, in occasione dell’Anno Internazionale delle Foreste, sarà dedicata agli alberi monumentali, patrimonio prezioso e spesso irriproducibile per rarità botanica o pregio naturalistico, ma anche vere e proprie testimonianze storiche da tutelare. Inoltre, la Festa è quest’anno intitolata a Wangari Maathai, biologa del Kenia scomparsa lo scorso 25 settembre, fondatrice del “Green Belt Movement” che dal 1977 ha piantato oltre 45 milioni di alberi nella nazione africana.

Edizioni precedenti
2010 – Con lo slogan “Coltiviamo la Biodiversità” oltre ottomila volontari hanno messo a dimora a Roma e nel Lazio mille alberi in 50 aree. Nella Capitale iniziative al Parco della Cellulosa, Garbatella, Municipio XIX, Mezzocammino, via Millevoi, Parco del Pineto, via Grotta di Gregna, via Ballarin e in tanti altri luoghi. Nel resto del Lazio si sono svolte iniziative, tra l’altro, nei Comuni di Riofreddo, Sezze, Rieti, Sabaudia, Sant’Angelo Romano, Anzio, Nettuno, Colfelice, Formia, Poggio Mirteto e Ripi.

2009 – Diecimila volontari hanno messo a dimora 1.200 piante in 80 aree di Roma e del Lazio con lo slogan “Più verde contro i mutamenti climatici”. L’evento finale alla Garbatella ha visto la partecipazione della scrittrice Susanna Tamaro, madrina dell’iniziativa.

2008 – Oltre seimila volontari hanno messo a dimora 1.900 piante in tutto il Lazio con lo slogan “Più clorofilla e meno effetto serra”. Apertura con 300 bambini impegnati nella piantumazione a Villa Paganini e chiusura con iniziativa di rilancio dell’appello per il Parco di via Capoprati.