La Delibera n. 75, all’ordine del giorno del Consiglio Comunale, inerente la cessione compensativa da parte del Capitolato di SS Pietro di 60 ettari della Tenuta dell’Acquafredda è una delibera eversiva del Prg: resuscita la cessione compensativa – mc 210.000 – in violazione dell’art. 14 delle Norme Tecniche Attuative del prg approvato nel 2008

La Delibera n. 75, all’ordine del giorno del Consiglio Comunale, inerente la cessione compensativa da parte del Capitolato di SS Pietro di 60 ettari della Tenuta dell’Acquafredda è una delibera eversiva del Prg: resuscita la cessione compensativa – mc 210.000 – in violazione dell’art. 14 delle Norme Tecniche Attuative del prg approvato nel 2008

“In materia di compensazioni, le Norme Tecniche attuative del Prg approvato parlano chiaro: grazie al lavoro delle Associazioni ambientaliste e alle osservazioni di Legambiente Lazio infatti, il “campo” delle compensazioni fu limitato esclusivamente alla Tabella A del Piano delle Certezze, alla seguente deliberazione n. 176 del 2000 , e al Comprensorio Tor Marancia e al Comprensorio Casal Giudeo”. Punto: e fine delle compensazioni, ossia del trasferimento a cubature triplicate delle previsioni del prg. Apprendiamo ora – prosegue Mauro Veronesi, responsabile Territorio/Ambiente Urbano di Legambiente Lazio – della presentazione in Consiglio Comunale di una Delibera in violazione del citato art. 14 relativo alle Compensazioni nel Prg, con la quale si vorrebbe , oltre a cacciare i contadini che da decenni operano nella tenuta di Acquafredda, dar vita ad una nuova compensazione, per mq 65.625 su Superficie Utile Lorda, equivalente a mc 210,.000. Tale Delibera – prosegue Veronesi – è l’ennesima conferma che la sola cosa che il Sindaco Alemanno sa fare è peggiorare il Prg vigente – cosa peraltro non facile da fare: la delibera in questione è in aperta violazione dell’art. 14 delle Norme Tecniche Attuative, e per approvare quella Delibera occorre cambiare l’articolo delle Norme citato. Con il grande risultato di riaprire la partita delle compensazioni, magari con atterraggio in area agricola. Questa devastante ed eversiva delibera sul Prg vigente deve essere semplicemente ritirata”.

SCARICA IL PDF

Comments are closed