Legambiente scrive a Censis: rammarico per mancato coinvolgimento nella discussione su ricerca aeroporto Fiumicino dei comitati, delle associazioni e di Legambiente

Legambiente scrive a Censis: rammarico per mancato coinvolgimento nella discussione su ricerca aeroporto Fiumicino dei comitati, delle associazioni e di Legambiente

“Le scrivo per sottolinearle il rammarico per il mancato coinvolgimento nella discussione dei comitati, delle associazioni e di Legambiente”. Si apre così la lettera che Lorenzo Parlati, presidente di Legambiente Lazio, ha scritto a Giuseppe Roma, Direttore del Censis, in merito alla presentazione della ricerca “Crescere per far crescere. I distretti aeroportuali per il rilancio del paese. Il caso dell’Aeroporto Internazionale Leonardo da Vinci di Roma Fiumicino”, che si terrà domani 16 dicembre.

“Conoscendo l’autorevolezza del vostro istituto, abbiamo partecipato molto volentieri alle audizioni che il CENSIS ha svolto nell’ambito della ricerca stessa e siamo perfettamente d’accordo con le vostre affermazioni -continua il testo della lettera-, il futuro dell’aeroporto dipende dalla responsabilizzazione delle istituzioni e dei soggetti sociali, e dalla capacità di coinvolgere positivamente le comunità locali che attualmente subiscono gran parte dei costi sociali della sua attività.”

“Proprio per questo sarebbe stata utile e necessaria, a nostro avviso, la partecipazione delle comunità territoriali sin da questa prima discussione della ricerca, per giocare quel ruolo di attori protagonisti in un processo che li deve vedere necessariamente coinvolti.” “In questi giorni siamo forse particolarmente sensibili al tema, vista l’apertura da parte di Enac della consultazione per il contratto di programma con Adr, che nel pieno rispetto delle norme di legge vedono però ancora una volta non coinvolte le ‘organizzazioni sociali’, nonostante nello scorso febbraio lo stesso Ministro dei trasporti avesse auspicato per la redazione di un più ampio strumento di pianificazione aeroportuale nazionale, che lo stesso Enac aprisse questi confronti.”

“Non so se lo strumento del ‘distretto aeroportuale’, che il CENSIS propone possa essere l’organismo di ‘condivisione istituzionale e sociale del territorio, per ‘fare convergenza tra le opportunità legate allo sviluppo dell’aeroporto e le aspettative di crescita delle comunità locali’, quel che è certo è che l’incontro e la condivisione sono fondamentali per la tutela, lo sviluppo, il futuro del nostro territorio.”

SCARICA IL PDF

Comments are closed