Rifiuti, bene l'abolizione definitiva dello scenario di controllo Legambiente: “Ora stop a inutili impianti di incenerimento, piano rifiuti punti su prevenzione, riuso e riciclaggio”

Rifiuti, bene l’abolizione definitiva dello scenario di controllo Legambiente: “Ora stop a inutili impianti di incenerimento, piano rifiuti punti su prevenzione, riuso e riciclaggio”

Rifiuti, bene l’abolizione definitiva dello scenario di controllo Legambiente: “Ora stop a inutili impianti di incenerimento, piano rifiuti punti su prevenzione, riuso e riciclaggio”
“Dopo l’abolizione dello scenario di controllo da parte della Regione Lazio, ora stop a inutili impianti di incenerimento, con un piano rifiuti che punti tutto su prevenzione, riuso e riciclaggio –ha dichiarato Lorenzo Parlati, presidente di Legambiente Lazio-. Cancellate
definitivamente le assurdità del Piano Polverini, con un importante passo in avanti per una gestione virtuosa dei rifiuti, la strada giusta da imboccare è quella della riduzione, del riuso e di una vera raccolta differenziata volta a riciclare i materiali. Questo provvedimento impone anche uno stop a nuovi impianti di incenerimento, come Albano e le nuove linee a Malagrotta, visto che nella peggiore delle ipotesi sarà necessario bruciare 470mila tonnellate di CDR all’anno, per le quali è già sovrabbondante la capacità di 530mila tonnellate in funzione. Ora bisogna rivedere nel complesso il piano rifiuti, lanciando intanto subito un programma per la prevenzione e il riuso, prevedendo investimenti su progetti mirati per la differenziata porta a porta e gli impianti per il riciclaggio. Il commissariamento delle proroghe e delle discariche va definitivamente abbandonato. Poi c’è un serio problema a Roma, dove non ci si può più permettere una percentuale di differenziata ferma a circa il 25%, ben al di sotto della media nazionale e vanno fermati progetti che puntano ancora sulla
raccolta stradale con cassonetti.”

SCARICA IL PDF

Comments are closed