Santa Severa, subito il Monumento Naturale “Antica Pyrgi”

Santa Severa, subito il Monumento Naturale “Antica Pyrgi”

IMG_2204Istituire al più presto il Monumento Naturale di Pyrgi, per valorizzare un’area straordinaria dal punto di vista naturalistico, paesaggistico, archeologico e culturale e per salvaguardare dall’assalto del cemento uno dei luoghi più suggestivi del Lazio.

È l’appello lanciato questa mattina nel corso di un incontro promosso al Castello Santa Severa di SantaMarinella in occasione del passaggio nel Lazio di Goletta Verde, la storica imbarcazione di Legambiente che fino a domani farà tappa a Ostia. Dibattito al quale erano presenti Roberto Scacchi, presidente Legambiente Lazio; Katiuscia Eroe, portavoce di Goletta Verde; Cristiana Avenali, consigliera Regione Lazio e  Giovanni Dani, portavoce comitato 2 Ottobre.

Il sito di Pyrgi, lungo la costa del Lazio a nord del Tevere, racchiude in sé sia un paesaggio costiero bellissimo, con le caratteristiche sabbie nere, i piccoli stagni e canali che fanno di questa zona un sito importante per la fauna e l’avifauna, ma anche un importante sito archeologico con uno dei più bei castelli d’Italia, gli scavi di un complesso religioso etrusco unico o i resti di una colonia romana.

“Il Monumento naturale di Pyrgi – dichiara Katiuscia Eroe, portavoce Goletta Verde – è la traduzione necessaria di una forte identità territoriale, elemento, questo, indispensabile per innescare dei processi di valorizzazione e tutela dell’immenso patrimonio di quest’area. Auspichiamo che la Regione Lazio completi al più presto l’iter per l’istituzione di quest’area protetta e le comunità locali siano coinvolte e diventino protagoniste di questo cambiamento. Il sistema delle aree protette, con i Parchi e le Riserve naturali, giocano non solo un ruolo fondamentale nella custodia e nella cura della biodiversità marina e costiera,  così come richiesto dalla direttiva sulla Marine Strategy, ma possono anche essere da stimolo per lo sviluppo di un’economia locale responsabile e sostenibile”.

IMG_2205   “Il passaggio della Goletta Verde nel Lazio è un’importante momento da cogliere per rilanciare il tema dell’istituzione del monumento naturale dell’antica Pyrgi – dichiara Roberto Scacchi, presidente di Legambiente Lazio – La nostra campagna non è infatti solo uno strumento di denuncia di situazioni negative, ma anche uno strumento propositivo per iniziative che fanno bene al nostro territorio. Attraverso il monumento naturale possiamo infatti creare un’eccezionale rete di aree protette importanti per l’ambiente ed il turismo e per questo abbiamo voluto effettuare, così come negli anni passati, i nostri campionamenti sulla qualità delle acque in quest’area. Anche in questo senso l’istituzione di un’area protetta regionale può essere la chiave di volta per proteggere e rilanciare un’area di litorale fortemente antropizzata. Il turismo non deve essere limitato, ma ben gestito”.

 

Gli altri appuntamenti della tappa di Goletta Verde nel Lazio

LUNEDÌ 3 AGOSTO – OSTIA
ore 12 – Appuntamento presso ingresso spiaggetta porto di Ostia
Presentazione dossier sul demanio del litorale e proposte di Legambiente per il Piano Utilizzo degli Arenili di Roma

MARTEDÌ 4 AGOSTO – SEDE LEGAMBIENTE LAZIO – via Firenze, 43 – Roma
ORE 11 – Presentazione dei dati del monitoraggio delle acque eseguito dal laboratorio mobile di Goletta Verde lungo le coste del Lazio.

Comments are closed