Sbandieratori, degustazioni e balli per i piccoli Comuni in festa

Sbandieratori, degustazioni e balli per i piccoli Comuni in festa

Sbandieratori, degustazioni e balli per i piccoli Comuni in festa
MIGLIAIA DI PERSONE AI FORI IMPERIALI PER L’EVENTO DI VOLER BENE ALL’ITALIA ORGANIZZATO CON LA PROVINCIA DI ROMA: PREMIATI I VINCITORI DELLO SPECIALE BANDO ALLA RICERCA DI IDEE INNOVATIVE PER I PICCOLI COMUNI.
Legambiente Lazio e Provincia di Roma premiano i progetti vincitori del nuovo Bando delle Idee.

Gran festa a Via dei Fori Imperiali a Roma, liberata dalle automobili e invasa da migliaia di persone nella speciale vetrina organizzata da Legambiente Lazio e dalla Provincia di Roma per concludere la sesta edizione del Bando delle Idee, l’innovativo concorso che ha permesso ancora una volta ai piccoli Comuni di presentare e vedere finanziati progetti per la valorizzazione del patrimonio culturale e naturale del proprio territorio. In strada sbandieratori e musici di Carpineto Romano, balli rinascimentali in costume del Gruppo Storico di Sant’Oreste,  laboratorio di  calligrafia antica con inchiostri e calami, tamburello e organetto della musica tradizionale del Lazio, ma anche mostre e oggetti artigianali e tante degustazioni di ottimi prodotti biologici e tradizionali, nell’ambito della Biodomenica, la giornata nazionale di incontro tra il mondo agricolo e i cittadini promossa in tutta Italia da AIAB, Coldiretti e Legambiente. “Anche quest’anno la grande partecipazione dei piccoli Comuni è una testimonianza importante della volontà, sempre più forte, delle amministrazioni, delle pro-loco e delle associazioni di svolgere un ruolo attivo nella costruzione del futuro del nostro paese – hanno dichiarato Lorenzo Parlati, presidente di Legambiente Lazio, e Cristiana Avenali, direttrice di Legambiente Lazio-. Il numero di premiati e di partecipanti non si abbassa mai, la qualità dei progetti è sempre molto alta e le risorse impiegate crescono confermando che l’esperienza è passata da buona pratica a realtà interessante di collaborazione e protagonismo tra istituzioni e società civile. Con orti didattici, mappe e installazioni interattive del territorio, recupero di sentieri storico naturalistici e di aree museali, recupero delle sponde e monitoraggio di fiumi vengono costruite vere e proprie occasioni di sviluppo locale e sostenibile. Tanti progetti interessanti, concreti, utili e capaci di far rete, con un impegno di risorse economiche importanti come sono stati gli oltre 200mila euro di quest’anno.”

Con la sesta edizione del Bando delle Idee, è stato raggiunto un nuovo record di partecipazione con ben 98 progetti presentati e 21 progetti vincitori, che a questo punto portano a ben 1.065.000 Euro il totale di fondi stanziati dalla Provincia di Roma per questa iniziativa ideata da Legambiente Lazio. La prima edizione del Bando delle Idee è stata subito un successo, ben 64 progetti in gara e 10 i vincitori premiati nel maggio 2005. La seconda edizione ha mantenuto le aspettative con 64 progetti e la premiazione di 10 progetti nel luglio 2006. La terza edizione del Bando ha sbaragliato ogni aspettativa con 96 progetti presentati e la premiazione di 25 progetti nel novembre 2008. I progetti presentati per la quarta edizione sono stati 89 progetti e i progetti vincitori sono stati 19 progetti. La quinta edizione è stata un vero record con 99 progetti presentati e 21 vincitori.

“I piccoli Comuni rappresentano un patrimonio di grande importanza per il nostro paese, soprattutto di fronte al ruolo che oggi si trovano a svolgere le comunità locali, vero e proprio
strumento per competere nello scenario globale –ha dichiarato Maurizio Gubbiotti, coordinatore della Segreteria Nazionale di Legambiente-. A monte delle enormi crisi con le quali siamo costretti a fare i conti ci sono la crisi ambientale e climatica, è il modello di sviluppo ad essere insostenibile. Per questo costruire sostenibilità sui territori è la risposta e sono davvero fondamentali processi di sviluppo sostenibile e locale come quello messo in moto insieme alla Provincia di Roma, ai Comuni, alle tante associazioni locali, alle pro-loco. Decine di piccoli e concreti progetti con oltre un milione di Euro di finanziamento nel complesso rappresentano un nuovo modello già in costruzione e sono anche un bell’esempio di come i soldi pubblici devono essere spesi.”

Si ringraziano tutti i Comuni e gli enti che hanno collaborato all’organizzazione della manifestazione, in particolare, tra gli altri, Affile, Allumiere, Arcinazzo Romano, Canale Monterano, Capranica Prenestina, Gavignano, Mazzano Romano, Nazzano, Nemi, Sant’Oreste, San Polo dei Cavalieri, San Vito Romano e quelli della Valle dell’Aniene con i Comuni di Anticoli Corrado, Arsoli-Riofreddo e Roviano; l’associazione Società Italiana Tamburi a Cornice, l’associazione Gruppo Storico di Sant’Oreste (Rm) e ArteAniene.

SCARICA IL PDF

Comments are closed