Sequestro area discarica Nocione, Legambiente: pericoloso intreccio tra inquinamento ambientale e salute pubblica.

Sequestro area discarica Nocione, Legambiente: pericoloso intreccio tra inquinamento ambientale e salute pubblica.

Presenteremo alla Procura della Repubblica istanza di significazione di parte offesa.

Il Nucleo Mobile della Guardia di Finanza di Cassino ha sequestrato l’appezzamento di terreno in località Nocione a Cassino. L’area interessata venne già sequestrata nel lontano 1998 , a seguito di interramento di rifiuti sanitari contenenti ferro,manganese, cromo e fosforo. Nei giorni scorsi l’appezzamento è stato oggetto di raccolta di balle di fieno, ad opera di ignoti, presumibilmente destinato ad allevamenti per animali .

“Emerge ancora il pericoloso intreccio tra inquinamento ambientale e salute pubblica. Per questo è necessario fare subito chiarezza ed accertare le responsabilità e nei prossimi giorni presenteremo anche una istanza di significazione di parte offesa alla Procura della Repubblica di Cassino-dichiarano Valentina Romoli Vice Presidente Legambiente Lazio e Francesco Raffa Coordinatore Provinciale di Frosinone- In questo contesto il presidio e il monitoraggio del territorio si dimostrano le strade da percorrere a fianco alle forze dell’ordine e della magistratura in un territorio, come quello della provincia di Frosinone, che da nord a sud ha dimostrato la sua potenziale pericolosità per i continui ritrovamenti di sostanze tossiche e nocive rinvenute in siti incustoditi così come in siti industriali dismessi”.

“ Stiamo cercando da tempo di capure cosa ci sia veramente al di sotto del fi questi terreni, abbiamo oramai percepito il bisogno di dare finalmente una svolta a questi ritrovamenti.
Ci chiediamo come sia possibile non essere in grado di elaborare analisi serie ed effettive di terreni oramai riconosciuti inquinati, cone dimostrano i sequestri delle forza dell’ordine, che fino ad allora continueranno a restare simbolo di qualcosa che non ne vuol sapere di venire a galla.” ha dichiarato Stefano Mariano, Presidente Circolo Legambiente Cassino. Legambiente ricorda i dati del Rapporto Ecomafie nella Provincia di Frosinone. Nel ciclo dei rifiuti, nel corso dello scorso anno sono stati accertati 37 reati, denunciate 29 persone ed effettuati 14 sequestri.

SCARICA IL PDF

Comments are closed