Lorem ipsum dolor sit amet

Lorem ipsum dolor sit amet

Vestibulum id ligula porta felis euismod semper. Sed posuere consectetur est at lobortis. Donec id elit non mi porta gravida at eget metusm et fermentum.Aenean lacinia bibendum nulla sed.Vestibulum id ligula porta felis euismod semper. Sed posuere consectetur est at lobortis. Donec id elit non mi porta gravida at eget metusm et fermentum.Aenean lacinia bibendum nulla sed.Vestibulum id ligula porta felis euismod semper. Sed posuere consectetur est at lobortis. Donec id elit non mi porta gravida at eget metusm et fermentum.Aenean lacinia bibendum nulla sed.Vestibulum id ligula porta felis euismod semper. Sed posuere consectetur est at lobortis. Donec id elit non mi porta gravida at eget metusm et fermentum.Aenean lacinia bibendum nulla sed……

Auctor penatibus sociosqu iaculis. Mollis posuere nulla dictumst fames quis. Taciti mattis etiam convallis primis mattis sagittis lorem, at metus dolor ligula mi libero penatibus iaculis senectus id pede suscipit eget lacus aliquam proin nostra purus euismod integer lacus tortor condimentum est mi. Magnis vitae fermentum cum accumsan ac rhoncus felis cursus lectus est. Primis magnis semper ultrices porta erat. Dis. Integer inceptos sed mi netus massa egestas fames in, ridiculus erat proin taciti senectus. A molestie conubia potenti, duis quam orci. Hac tincidunt pellentesque condimentum porttitor torquent rutrum gravida class. Mollis, ante massa sociosqu hac. Sapien feugiat hac Quisque.

Vestibulum id ligula porta felis euismod semper. Sed posuere consectetur est at lobortis. Donec id elit non mi porta gravida at eget metusm et fermentum.Aenean lacinia bibendum nulla sed.Vestibulum id ligula porta felis euismod semper. Sed posuere consectetur est at lobortis. Donec id elit non mi porta gravida at eget metusm et fermentum.Aenean lacinia bibendum nulla sed.vVestibulum id ligula porta felis euismod semper. Sed posuere consectetur est at lobortis. Donec id elit non mi porta gravida at eget metusm et fermentum.Aenean lacinia bibendum nulla sed.Vestibulum id ligula porta felis euismod semper. Sed posuere consectetur est at lobortis. Donec id elit non mi porta gravida at eget metusm et fermentum.Aenean lacinia bibendum nulla sed.Vestibulum id ligula porta felis euismod semper. Sed posuere consectetur est at lobortis. Donec id elit non mi porta gravida at eget metusm et fermentum.Aenean lacinia bibendum nulla sed…..

Tags, , , ,

spiagge fondali 2019

Spiagge e Fondali Puliti, nel Lazio presentato il dossier Beach Litter: sulle spiagge 1 rifiuto ogni 3 metri lineari, 89% in plastica, 82% proveniente dalla cattiva gestione dei rifiuti a terra e 15% dalla scarsa depurazione.

“I rifiuti in spiaggia hanno impatti devastanti sugli ecosistemi marini”

Tappi, cotton-fioc, polistirolo frammentato, bottiglie di plastica, mozziconi e stoviglie monouso i rifiuti più presenti

“C’è bisogno di progetti come il Fishing for Litter, di bandire le plastiche monouso, eliminare la plastica da imballaggi e sanitari, aumentare la depurazione, riqualificazione i fiumi e soprattutto costruire una gestione virtuosa dei rifiuti a terra”

 

Torna SPIAGGE E FONDALI PULITI, la più grande campagna di volontariato per la pulizia del litorale nazionale e del Lazio, che nel 2019 si svolge con il contributo della Regione Lazio lungo tutta la costa. Dopo l’anteprima sulla spiaggia di Coccia di Morto a Fiumicino dello scorso 20 maggio, ieri in azione il circo Verde-Azzuro Sud Pontino di Minturno-Formia-Gaeta con scuole, amministratori, migranti e volontari a Formia, dove le grandi pulizie proseguono per tutto il fine settimana. Oggi e domani in campo il circolo “Pisco Montano” di Terracina con tutta la sua rete Plastic Free, i dati di Fishing for Litter di raccolta plastiche durante la pesca, le pulizie del porto, delle spiagge e tanto altro in un ricco programma. Ad Anzio, per tutto il giorno il circolo “Le Rondini Anzio-Nettuno” ha raccolto rifiuti nelle spiagge del territorio. A Ostia dal chiosco “Il Mediterranea” il circolo Litorale Romano con Legambiente Lazio e i volontari arrivati, hanno ripulito spiagge e dune di Capocotta, mentre i sub sono usciti per “pescare” rifiuti e ripulire i fondali alle Secche di Tor Paterno, la grande Area Marina Protetta a poca distanza dalla costa romana, in collaborazione con RomaNatura.

 

Una grande festa del mare durante la quale Legambiente Lazio ha presentato il dossier Beach Litter 2019, indagine che da cinque anni analizza tipologia e quantità dei rifiuti spiaggiati per meglio comprendere il fenomeno e accendere i riflettori sulla scorretta gestione dei rifiuti a monte, principale causa della presenza di rifiuti in mare. L’indagine ha preso in esame 6 spiagge in 4 Comuni: la spiaggia del Levante (“la spiaggetta”) sul lungomare Matteotti a Terracina, due transetti sul lido di Marechiaro e uno presso il Lido dei Pini ad Anzio, la spiaggia di Coccia di Morto a Fiumicino (Rm) e la spiaggia di Ostia, presso il Mediterranea.

 

Il dossier Beach Litter 2019 nel Lazio ha riguardato un’area campionata di 19.100 mq, dove sono stati trovati 5.985 rifiuti, 1 rifiuto ogni 3 metri lineari, quantità incredibile se si pensa che ciò che si vede è solo il 15% dei rifiuti che entrano nell’ecosistema marino. La plastica il materiale più trovato, 89% del totale (percentuale maggiore rispetto alla media nazionale dell’81%), seguita da legno lavorato (3%), carta e cartone (2%), vetro e ceramica (2%). La causa principale della presenza di rifiuti in spiagge e mari è la cattiva gestione dei rifiuti urbani (82%), insieme alla carenza dei depuratori responsabile del 15% degli oggetti ritrovati (ben oltre la media nazionale dell’8%). Pesca e acquacultura responsabili del 3% dei rifiuti con reti, lenze, scatoline delle esche. I rifiuti derivanti dalla cattiva gestione urbana sono imballaggi, mozziconi di sigaretta, accendini, pacchetti di sigarette, buste di plastica e inerti da edilizia. Nella top ten dei rifiuti più presenti ci sono: tappi di plastica, pezzi di plastica (cotton fioc) e polistirolo “precursori” delle microplastiche, mozziconi di sigarette, bottiglie di plastica (41 ogni 100 metri), stoviglie di plastica (30 ogni 100 metri).

 

“I rifiuti in spiaggia hanno impatti devastanti sugli ecosistemi marini del nostro territorio – commenta Roberto Scacchi presidente di Legambiente Lazio -, come emerge chiaramente dallo studio, provengono in gran parte dalla cattive gestioni dei rifiuti a terra e sono quasi tutti in plastica. È per questo che vanno sostenuti e rilanciati progetti come il Fishing for Litter, con tanti pescatori spazzini dei fondali durante la loro consueta attività; allo stesso modo le plastiche monouso devono essere bandite su tutti i litorali così come è fondamentale un giro di vite contro quei fumatori che vedono nelle spiagge solo un enorme posacenere. Tutto questo deve essere accompagnato dal miglioramento degli stili di vita, dall’eliminazione delle plastiche in imballaggi o sanitari, dall’aumento della capacità depurativa, dalla riqualificazione degli ambienti fluviali in tutto l’entroterra ma soprattutto dalla costruzione di un modello di gestione rifiuti a terra. Oggi vogliamo però anche ringraziare le migliaia di volontari in campo questi giorni su tutta la costa, circoli di Legambiente, amministrazioni regionale e comunali, enti parco, sub, scuole, pescatori che stanno dando vita a decine di pulizie ovunque per quella che continua ad essere la più grande iniziativa di volontariato per le spiagge e il mare del Lazio”.

 

Oggi a Capocotta, oltre a pulire e presentare i risultati del dossier, Legambiente Lazio ha organizzato una vera e propria festa del mare, con attività di educazione ambientale e degustazione plastic free di prodotti tipici del Lazio. All’appuntamento erano presenti tra gli altri Maurizio Gubbiotti presidente di RomaNatura, Cristiana Avenali responsabile dell’Ufficio di Scopo per i Contratti di Fiume e Piccoli Comuni, insieme a centinaia di volontari e Elisabetta Studer presidente del circolo Legambiente Ostia Litorale Romano.

Anche nei prossimi giorni continueranno gli appuntamenti di pulizia, dalle tante di domani a quella del 27 sulla spiaggia Calanave nell’isola di Ventotene organizzata dall’amministrazione comunale, dal 31 maggio in collaborazione con il Comune di Roma sulla Spiaggia e con le scuole di Ostia, fino al 9 giugno quando il circolo Legambiente Larus di Sabaudia ripulirà il litorale all’altezza di Via Sant’Andrea.

 

scarica DOSSIER

 

Spiagge e Fondali Puliti a Capocotta

 

Spiagge e Fondali Puliti a Formia

 

Rifiuti Raccolti

 

Rifiuti Raccolti

 

“Corri Pulito” a Terracina con un plogging lungo un percorso ad anello nell’area portuale

 

Spiagge e Fondali Puliti a Anzio

 

Spiagge e Fondali Puliti nel Lazio

Spiagge e Fondali Puliti nel Lazio

Parte Spiagge e Fondali Puliti, la più grande campagna di volontariato per la pulizia delle nostre spiagge. Nel Lazio, dopo l’anteprima di lunedì 20 a Fiumicino e dopo il primo appuntamento di oggi a Formia, iniziative a Ostia, Terracina, Formia, Anzio e Ventotene per liberale il litorale e il mare dai rifiuti. Evento speciale a Capotta con la pulizia delle dune e la presentazione del Dossier BEACH LITTER NEL LAZIO 2019.    

 

 

 

TUTTI GLI APPUNTAMENTI SPIAGGE E FONDALI PULITI 2019 NEL LAZIO E I CONTATTI PER PARTECIPARE:

ANZIO
CIRCOLO LEGAMBIENTE “LE RONDINI” DI ANZIO E NETTUNO

25 MAGGIO, ORE 15
SPIAGGIA SOTTO “VILLA IMPERIALE”
PULIZIA DELLA SPIAGGIA E “ARTE IN SPIAGGIA” OPERE DI SABBIA E NELLA LETTURA DI POESIE
circolo_legambiente@yahoo.it

______

FORMIA
CIRCOLO LEGAMBIENTE VERDE AZZURRO SUD PONTINO MINTURNO-FORMIA-GAETA

24 MAGGIO ORE 10
PULIZIA DELLA SPIAGGETTA DEL PORTO ROMANO, IN COLLABORAZIONE CON PARCO REGIONALE RIVIERA DI ULISSE E COMUNE DI FORMIA
PULIZIA DELLA SPIAGGIA E VISITA AL GUIDATA A CURA DEI GUARDAPARCO
25 MAGGIO ORE 9:30
PRESSO LA SPIAGGIA DI GIANOLA
IN COLLABORAZIONE CON COMUNE DI FORMIA, FORMIA RIFIUTI ZERO, ISTITUTO PROFESSIONALE “B. TALLINI” E SCUOLE MEDIE DI FORMIA
26 MAGGIO
PORTO DI FORMIA, MOLO VESPUCCI
CON COMUNE DI FORMIA,CAPITANERIA DI PORTO GAETA-GUARDIA COSTIERA DI FORMIA, PARCO REGIONALE DELLA RIVIERA DI ULISSE E ASD VIVERE IL MARE E FORMIA RIFIUTI ZERO. PREVISTE IMMERSIONI CON AUTORESPIRATORE DI GRUPPI DI SUB E PULIZIA DEI FONDALI.
CONFERENZA PER L’ANNUNCIO DI PROVVEDIMENTI PLASTIC FREE A FORMIA
legambiente.circolosudpontino@gmail.com
______

TERRACINA (LT)
CIRCOLO LEGAMBIENTE TERRACINA “PISCO MONTANO”

25 MAGGIO DALLE 10 ALLE 13
APPUNTAMENTO PRESSO ANELLO DEL PORTO DI TERRACINA
RACCOLTA RIFIUTI CON PULIZIA DELL’AREA PORTUALE, PARTENZA DAL PARCO DEL MONTUNO ALLE 10, CON IL PATROCINIO DI LET’S CLEAN EUROPE E LA PARTECIPAZIONE DI ANTONELLA ANDRIOLLO, PLOGGER, E AMBASCIATRICE DI RUNTASTIC DI ADIDAS IN COLLABORAZIONE CON LA RETE PLASTIC FREE BEACHES TERRACINA CON IL PATROCINIO DEL COMUNE DI TERRACINA, DELLA CAPITANERIA DI PORTO E DELL’ANMI ASSOCIAZIONE NAZIONALE MARINAI D’ITALIA
legambiente.terracina@gmail.com

26 MAGGIO, DALLE 10 ALLE 13
CONFERENZA STAMPA DATI BEACH LITTER E FISHING FOR LITTER TERRACINA CON LA PARTECIPAZIONE DELLE SCUOLE IC M. MONTESSORI E ITS A. BIANCHINI DI TERRACINA
______

CAPOCOTTA
LEGAMBIENTE LAZIO E LEGAMBIENTE “OSTIA – LITORALE ROMANO”

25 MAGGIO

ORE 8.30
APPUNTAMENTO SUB PER PULIRE I FONDALI DELL’AREA MARINA PROTETTA DELLE SECCHE DI TOR PATERNO

ORE 10
APPUNTAMENTO PER TUTTI I VOLONTARI PER LA PULIZIA DELLA SPIAGGIA E DELLE DUNE DI CAPOCOTTA

ORE 12
CONFERENZA STAMPA E PRESENTAZIONE DEL DOSSIER “BEACH LITTER 2019 NEL LAZIO”

ORE 13
DEGUSTAZIONE PLASTIC-FREE GRATUITA DI PRODOTTI DEL LAZIO
IN COLLABORAZIONE CON ROMANATURA E COOP.CREA

per info
sede@legambientelazio.it
legambiente@ostiamediterranea.it
______

VENTOTENE (LT)
COMUNE DI VENTOTENE

27 MAGGIO, ORE 12
PULIZIA SPIAGGIA DI CALANAVE
info@riservaventotene.it
______

ROMA – OSTIA
LEGAMBIENTE LAZIO E COMUNE DI ROMA

31 MAGGIO, ORE 9
APPUNTAMENTO PRESSO LA SPIAGGIA LIBERA IN LUNGOMARE TOSCANELLI 232 (FRONTE CASA DELLA SALUTE)
PULIZIA DELLA SPIAGGIA A CURA DEI RAGAZZI DELLE SCUOLE DI OSTIA
m.boiano@legambientelazio.it
______

SABAUDIA (LT)
CIRCOLO LEGAMBIENTE “LARUS” DI SABAUDIA

9 GIUGNO, ORE 10
RACCOLTA DEI RIFIUTI E RIPULITURA DEL TRATTO DI SPIAGGIA DEL LITORALE DI SABAUDIA, STRADA LUNGOMARE, ALL’ALTEZZA DI VIA DI S. ANDREA – CAMPING SABAUDIA. COINVOLGIMENTO DEL PROGETTO “SPIAGGE D’A-MARE” RIVOLTO ALLE SCUOLE ELEMENTARI.
circololarus@gmail.com
______

 

La campagna nel Lazio è realizzata con il contributo della Regione Lazio

 

 

 

I ragazzi di Formia nell’iniziativa di oggi del circolo Verde Azzurro Sud Pontino di Minturno-Formia-Gaeta

 

Le scuole al lavoro lunedì 20 per ripulire la spiaggia di Coccia di Morto a Fiumicino nell’anteprima di spiagge e fondali puliti 2019

Spiagge e Fondali Puliti a Capocotta

Magnalonga 2019

Sabato 18 maggio 11esima edizione della MAGNALONGA in bicicletta,
la pedalata ciclo enogastronomica dedicata al cibo di qualità

500 ciclisti al via per le strade di Roma per scoprire i cibi del mondo e storie di resilienza
e integrazione che arrivano dai territori

Tra le tappe in programma quella al Parco Nemorense, all’Università LUISS e alla SAPIENZA

Anche Magnalonga a fianco dei giovani allevatori locali terremotati del Centro Italia
sostenendo la campagna Alleva La Speranza

Info sull’evento e su come iscriversi:

http://www.magnalonga.net/index.php/iscrivitiora

Arriva l’undicesima edizione dellahttp://www.magnalonga.net/
la ciclopasseggiata mangereccia che si svolgerà sabato 18 maggio a Roma, con partenza alle ore 14.00 da Piazza Sempione. Quest’anno la manifestazione sarà dedicata al tema “cose di questo mondo” e intende unire le comunità attraverso il cibo, raccontando l’importanza di un mondo unito e inclusivo. Per questo il percorso di 20 km della Magnalonga, che cambia di anno in anno, sarà intervallato da tappe di degustazione, durante le quali il gruppo dei 500 partecipanti (450 iscritti e 50 tra volontari, giornalisti e partner) sosterà per assaggiare prodotti tipici, ma anche per assistere a spettacoli, performance musicali, laboratori e mostre. Cinque le tappe previste: da piazza Sempione, dove la partenza è prevista per le 14, ci si dirigerà verso Parco Virgiliano (più conosciuto come Parco Nemorense) e, a seguire, presso l’Università Luiss Guido Carli e l’Università Sapienza per tornare a Piazza Sempione per un’ultima degustazione intorno alle 20.00.

“Anche quest’anno, grazie a Magnalonga avremo l’occasione di parlare di turismo sostenibile e mobilità intelligente, di progetti di resilienza urbana e di realtà virtuose romane e non. L’iniziativa è una giornata dedicata alla cittadinanza attiva senza la quale non sarebbe stato possibile intraprendere questo viaggio che ha visto scendere in strada, in 11 anni, circa 5000 ciclisti, organizzare 55 tappe per un totale di 232 km percorsi in una città che, molto spesso, viene contrapposta alle due ruote” dichiara Roberta Miracapillo, presidente del circolo Legambiente Mondi Possibili che promuove e organizza la Magnalonga con l’A.P.S. Tavola Rotonda e in collaborazione con Legambiente Lazio,Culturit Roma e FIAB Lazio.

I partner che quest’anno sostengono la manifestazione, che ha ottenuto il patrocinio del Municipio III di Roma Capitale, sono UniCoop Tirreno, GiroliberoRonconi Biciclettel’Associazione Italiana Insegnanti di GeografiaBici&Motori, Art-Shirt, Il Casone Valle Dell’aniene e la Scuola di Italiano per stranieri TinaDue.

Numerosi i circoli FIAB che garantiranno assistenza ai partecipanti lungo l’itinerario: Roma RuotaLibera, Roma Ostia In Bici, Roma BiciLiberaTutti, Roma BiciChigi e FIAB Frosinone, in collaborazione con Vediromainbici UISP.

La nuova edizione della Magnalonga unirà idealmente le comunità attraverso il cibo, raccontando esperienze positive di integrazione e agricoltura sociale, consumo etico e agricoltura biologica, mobilità e tutela dell’ambiente e della biodiversità. Tema fondante della manifestazione è il senso d’appartenenza a un mondo “tutto attaccato” che va preservato e difeso, a partire dalla propria città.

La nuova edizione della Magnalonga unirà idealmente le comunità attraverso il cibo, raccontando esperienze positive di integrazione e agricoltura sociale, consumo etico e agricoltura biologica, mobilità e tutela dell’ambiente e della biodiversità. Tema fondante della manifestazione è il senso d’appartenenza a un mondo “tutto attaccato” che va preservato e difeso, a partire dalla propria città.

Per degustare anche con la vista, diverse le mostre previste: quella di Sensuability, progetto sulla sessualità e la disabilità, la mostra Human a cura di Energie per i diritti umani, quelle del Treno Verde di Legambiente e del dossier sul cicloturismo in Italia a cura dell’associazione ambientalista e ISNART; anche Alessandro Lacché (su Instagram Cicloclick) allestirà una mostra sulla ciclabilità urbana. Parteciperà l’associazione Ti Meriti Tempo, basata nel III municipio, che si dedica alla promozione della mobilità sostenibile.

E infine grande musica con Radio Luiss, dimostrazione di Hula Hawaiana a cura di Gail ‘Ilima Roberts e la Halau Hula ‘O Manoa Italia e le esibizioni della Kisito Band, nata in Senegal e trasferita in Italia e di Tito Maria Terribileche con la sua voce e il suo ukulele ha conquistato il pubblico romano durante il #FridaysforFuture di Piazza del Popolo che ha visto protagonista Greta Thunberg.

Alla Magnalonga in bicicletta sarà inoltre abbinata una raccolta fondi, organizzata con il circolo Legambiente Si Può Fare, dedicata alla ricostruzione della libreria-caffetteria La Pecora Elettrica, distrutta da un incendio doloso lo scorso 25 aprile.  Infine un pensiero va anche ai terremotati del Centro Italia: nel giorno in cui a Roma confluirà la protesta di cittadini e imprenditori locali contro il sostanziale abbandono dei borghi e delle città colpite dal sisma del 2016 e gennaio 2017, Magnalonga rilancerà la campagna di crowdfunding Alleva la speranza di Legambiente ed Enel, partita lo scorso novembre proprio per sostenere gli imprenditori del centro Italia feriti dal terremoto.

Questo e molto altro, sabato 18 maggio dalle 14 alle 21 in giro per le strade di Roma

Il programma completo di questa edizione e il modulo di preiscrizione (per aggiudicarsi i posti ancora liberi) sono disponibili sul sito www.magnalonga.net
Sono previsti accrediti per la stampa che possono essere richiesti all’indirizzo email info@magnalonga.net. I giornalisti devono essere “bicimuniti”

 

MAGNALONGA 2017

MAGNALONGA 2016

MAGNALONGA 2015

MAGNALONGA 2014

MAGNALONGA 2013

MAGNALONGA 2012

MAGNALONGA2011

MAGNALONGA 2010

MAGNALONGA 2009

 

 

 

Iniziata la discussione in consiglio regionale della pl 128 sui beni comuni, con la quale rischiano

Iniziata la discussione in Consiglio Regionale della pl 128 sui beni comuni, con la quale si rischiano di far sparire i contributi del verde per la cittadinanza attiva nel Lazio

“Chiediamo che venga cancellata dal testo della proposta, l’abrogazione dei contributi de verde”

Iniziata la discussione in consiglio regionale della proposta di legge n. 128 del 8 marzo 2019 “Promozione dell’amministrazione condivisa dei beni comuni”, proposta nella quale si legge testualmente all’Art. 10 (disposizioni abrogative): “Sono abrogate … b) l’articolo 16 della legge regionale 14 agosto 2017, n.9, relativo a incentivi per la manutenzione di aree verdi da parte dei cittadini”. In merito all’abrogazione degli incentivi del verde, Legambiente ha chiesto alla I Commissione Regionale di eliminare la cancellazione dell’articolo 16, emendando il testo in modo da conservarlo ma tra gli emendamenti non c’è riferimento

“La proposta di legge sui beni comuni, così com’è, cancellerebbe la norma sui contributi del verde grazie alla quale 100 comitati, associazioni, comuni, enti parco, stanno riuscendo ad ottenere risorse fondamentali per la cura del verde – commenta Roberto Scacchi presidente di Legambiente Lazio -. Chiediamo che venga cancellata dal testo della proposta, l’abrogazione dei contributi del verde. Basta togliere due righe per non eliminare un’opportunità fondamentale di salvaguardia e cura del verde della regione. La partecipazione e i beni comuni poi, sono temi cruciali e chi fa le leggi deve essere al servizio della cittadinanza attiva, permettendo procedure veloci che aiutino i territori. Il contributo per la gestione del verde ha permesso a cento soggetti di ricevere risorse e altrettante domande aspettano di essere finanziate. Sembra che si voglia abrogare una norma nuova, veloce, utilissima, prendendone le risorse economiche per diluirle nel più ampio contesto dei beni comuni, con la conseguenza che le risorse verrebbero così tolte alla cura del verde. Lo strumento oggi in vigore ha saputo riconoscere, esaltare e sostenere tantissime attività delle associazioni, creato ancora più protagonismo tra le collettività ed è una bella opportunità anche per Comuni e Parchi affinché siano più vicini e a servizio delle realtà sociali territoriali”.

 

 

 

 

Comuni rinnovabili nel Lazio

1° Forum regionale QualEnergia e Dossier Comuni Rinnovabili nel Lazio

Dal 2010 al 2017 rinnovabili in crescita: fotovoltaico da 150 a 1750 GWh, eolico da 15 a 110 GWh, bioenergie da 100 a 700 GWh

Tra 2016 e 2017 nel Lazio il maggior numero di installazioni di rinnovabili in Italia, da 46.537  a 50.296, raggiunta la potenza di 1.325 a MW ma l’84,7% dell’energia viene ancora prodotta con fonti fossili

“La chiusura della megacentrale di Montalto è stato un grande successo ambientalista; ora chiediamo lo spegnimento della centrale a carbone di Civitavecchia per la decarbonizzazione, l’abbattimento delle emissioni, la salute e l’ambiente del Lazio”

https://www.dropbox.com/s/2dw3y7ni9ajp82w/Dossier_qualenergialazio2019.pdf?dl=0

Read More