Category Archive Comunicati 2011

Discarica a Corcolle-San Vittorino: Legambiente scrive lettera aperta per vincoli Beni Culturali

“Confermare l’esistenza di vincoli archeologici, monumentali e paesaggistici che insistono sull’area di Corcolle-San Vittorino, ma anche di vincoli idrogeologici legati alla falda sotterranea dell’Acqua Marcia e quindi scongiurare il rilascio di pareri favorevoli in merito a nuove discariche per impedire un grave scempio culturale e ambientale e la compromissione definitiva di un’area paesaggisticamente ed archeologicamente molto pregiata”. Sono queste le richieste che Lorenzo Parlati, presidente di Legambiente Lazio, e Gianni Innocenti, presidente del circolo Legambiente di Tivoli, hanno rivolto oggi con una lettera aperta inviata al Ministero per i Beni e le Attività Culturali, alla Soprintendenza Regionale del Lazio, alla Sopraintendenza per i beni architettonici e paesaggistici del Comune di Roma, alla Sopraintendenza Speciale per i beni archeologici di Roma e alla Sovraintendenza ai Beni culturali di Roma Capitale. Nella nota si fa riferimento “agli oltre 160 ettari di campagna romana in località Corcolle – S. Vittorino, nel Comune di Roma, che sono stati individuati dal Prefetto Pecoraro, in qualità di Commissario per l’Emergenza rifiuti, insieme ad altre aree, come luogo ideale per collocare una discarica in sostituzione di quella di Malagrotta, prossima alla chiusura.”

Punto centrale delle richieste è la constatazione che “l’area individuata costituisce una bellissima porzione di Agro Romano Antico che ha conservato intatta la bellezza del paesaggio, ricco di resti archeologici e monumenti post antichi. Il sito individuato per conferire inizialmente circa 2.800.000 metri cubi di rifiuti si trova a circa 700 metri dal limite della fascia di rispetto di Villa Adriana (monumento incluso tra i beni patrimonio dell’umanità Unesco), nel cuore del territorio dove si trovano i resti monumentali dei grandi acquedotti e ponti romani (Ponte Lupo 147 a.C.), nelle immediate vicinanze del Borgo Medioevale di San Vittorino e del Castello di Corcolle, ad un passo da una estesa necropoli di rilevante importanza portata alla luce dagli scavi condotti in loco tra il 1994 e il 2011 dai Professori Fausto Zevi e Zaccaria Mari.”

Inoltre, si legge “le campagne di scavo ivi condotte, hanno portato alla luce reperti pregiatissimi, per la maggior parte ancora mai esposti e volutamente tenuti nascosti a scopo di evitarne il saccheggio. La scelta di realizzare una discarica in questi luoghi va inoltre contro una delibera della Giunta Regionale (n°543 del 18/07/2008) che individuava proprio questo territorio in base alla Legge Regionale n°40 del 22/12/1999 come “area di programmazione integrata per la valorizzazione ambientale, culturale e turistica del territorio.”

La lettera si conclude evidenziando che “in virtù di tale pregio ambientale ed archeologico, il legislatore ha voluto sottoporre il territorio a vincoli archeologici, monumentali e paesaggistici, proprio al fine di preservarlo e garantirlo da qualsivoglia manomissione, ma anche a vincoli idrogeologici legati alla presenza della falda sotterranea dell’Acqua Marcia, di un lago e di un affluente diretto dell’Aniene. L’importanza di tale grado di tutela, che negli anni ha permesso la nascita di importanti iniziative di tutela del territorio e di green economy, tra cui la produzione biologica di miele, olio, vino, ed altri prodotti che ora, se la discarica sarà resa operativa, saranno completamente vanificate e annullate.”

SCARICA IL PDF

Tags, , ,

Sequestro area Testa di Cane, Legambiente: episodio inquietante, ma dove sono Comune e Regione?

“Il sequestro dell’area di Testa di Cane è un episodio davvero inquietante, avevano ragione ancora una volta i cittadini del Comitato Malagrotta, ma dove sono finiti Comune e Regione? -così il presidente di Legambiente Lazio, Lorenzo Parlati, ha commentato la notizia relativa ai sigilli che i Carabinieri del Noe hanno apposto sull’area di Testa di Cane a Malagrotta, dove la società responsabile è accusata di violazione delle norme edilizie ed ambientali-. Tutti sapevano bene cosa stesse accadendo, come tutti sanno bene che nelle ultime settimane sono ripresi lavori di ruspe a Monti dell’Ortaccio là di fronte, è assurdo allora che debbano essere sempre e solo le forze dell’ordine e le Procure a intervenire raccogliendo gli allarmi dei cittadini.” Strani lavori di sbancamento sull’area erano stati segnalati da tempo alle istituzioni competenti dal Comitato Malagrotta, che temeva la predisposizione di un nuovo sito di stoccaggio rifiuti, in vista della chiusura di Malagrotta, la discarica più grande d’Europa.

“Non ci poteva essere migliore inaugurazione nella Capitale per la Settimana Europea per la riduzione dei rifiuti -ha concluso in modo sarcastico Cristiana Avenali, direttrice di Legambiente Lazio-. Fino a che la gestione dei rifiuti si baserà sul modello discariche, rischieremo sempre questi problemi e addirittura reati, vanno eliminati gli interessi puntando sul riciclo. Cosa deve accadere ancora, prima che la Regione discuta con comitati, associazioni e istituzioni e approvi il nuovo Piano rifiuti che inverta seriamente la tendenza seguita fino ad ora e punti su riduzione, riuso e differenziata porta a porta?”

SCARICA IL PDF

Tags, ,

Riforma Roma Capitale: importante e necessaria, ma non serve una scialba operazione solo per trasferire poteri in più, soprattutto urbanistici.

“Una riforma per Roma Capitale è importante e necessaria dopo tanti anni, ma non serve una scialba operazione che trasferisca solo poteri in più, soprattutto urbanistici, quanto piuttosto un ripensamento delle istituzioni per essere più vicine e dare risposte ai cittadini -afferma Lorenzo Parlati, presidente di Legambiente Lazio-. Con il trasferimento dei poteri urbanistici va definita un’idea condivisa del futuro dell’area metropolitana, che governi i flussi per il lavoro, lo studio almeno a scala provinciale. Serve una redistribuzione di servizi e funzioni strategiche nei territori dove i cittadini vivono, una devoluzione di poteri amministrativi: da un lato con la Riforma deve essere attuato il famoso decentramento verso i Municipi, dall’altro va impedita la cancellazione dei piccoli comuni dell’hinterland, che vanno aiutati nel processo delle Unioni di Comuni, rafforzando in tal senso il ruolo delle Province, piuttosto che volerlo indebolire, garantendo un equilibrio tra le diverse istituzioni, con contrappesi utili a garantire i cittadini e il territorio. Approfondiremo il testo di questo secondo decreto, ma su un’innovazione così importante speriamo che ci siano al più presto occasioni di confronto con le associazioni e le parti sociali.”

SCARICA IL PDF

Tags,

Seicento nuovi alberi piantati da scuole e cittadini per la Festa dell’Albero. Legambiente: meno smog e più ossigeno alle nostre città

Si conclude l’appuntamento annuale di piantumazione di nuovi alberi per riqualificare aree degradate e rinfoltire parchi e giardini Seicento alberi, tra frassini, roverelle, lecci e sughere, messi a dimora in una cinquantina di aree di Roma e del Lazio da cittadini, associazioni, comitati di quartiere e ben 3.000 studenti coinvolti in 25 scuole: sono questi i numeri della XVII edizione della Festa dell’Albero 2011 a Roma e nel Lazio, che anche quest’anno ha visto una nutrita partecipazione e tante le iniziative in programma per riqualificare aree degradate e rinfoltire parchi e giardini con nuovi alberi e specie arboree.

Da sabato 19 a lunedì 21 novembre, ma anche nei prossimi giorni, a Roma e nel Lazio i cittadini si sono dati appuntamento per rendere più verdi tanti luoghi della nostra vita quotidiana e dare un segnale forte nella lotta ai cambiamenti climatici e contro l’aumento delle polveri sottili nell’aria. L’edizione 2011 della campagna di Legambiente, in occasione dell’Anno Internazionale delle Foreste, è stata dedicata agli alberi monumentali, patrimonio prezioso e spesso irriproducibile per rarità botanica o pregio naturalistico, ma anche vere e proprie testimonianze storiche da tutelare.

“Piantare nuovi alberi, in quest’epoca di cambiamenti climatici sempre più inclementi, è un gesto concreto e importante -ha detto Cristiana Avenali, direttrice di Legambiente Lazio-. La Festa dell’Albero, con i suoi 17 anni di vita, è sempre stata un’occasione per diffondere questa consapevolezza nella cittadinanza. Un albero in più significa più ossigeno per tutti e meno CO2 per il pianeta ed è bello vedere come la partecipazione all’iniziativa non sia mai calata in questi anni, mentre smog e polveri sottili nell’aria, soprattutto a Roma, negli ultimi giorni hanno ancora una volta assunto il carattere di una vera e propria emergenza.”

Le prime iniziative di sabato hanno interessato nella Capitale il quartiere di Monteverde, il Parco dell’Insugherata nel XIX e il Parco della Pace nel XX Municipio; nella giornata di domenica i cittadini si sono messi al lavoro presso il Parco della Cellulosa nel XVIII, il parco giochi Casal Brunori nel XII e il Parco dei Cedri del Libano nel XII Municipio; nel resto del Lazio, le scuole, con l’aiuto dei Circoli locali di Legambiente, hanno messo a dimora nuovi alberi nei propri giardini a Ripi e Ferentino (FR), Borgorose (RI), Monte San Biagio (LT), Aprilia, Sabaudia, Sezze e Sermoneta (LT), Anzio e Fiumicino (RM). La Festa dell’Albero nella Capitale è stata realizzata in collaborazione dell’Assessorato all’Ambiente e del Dipartimento X del Comune di Roma e quest’anno ha visto come appuntamento centrale la piantumazione di una ventina di nuovi alberi a Parchetto Feronia, area verde nel V Municipio recuperata dalla situazione di estremo degrado in cui versava grazie alla buona volontà dei cittadini residenti nel quartiere. La Festa dell’Albero è organizzata nella Capitale in collaborazione con l’Assessorato all’Ambiente e il Dipartimento X del Comune di Roma.
SCARICA IL PDF

Tags, , ,

Villaggio della Legalità a Latina, Legambiente: basta intimidazioni, per estate in programma campi internazionali volontariato, ma subito servono anche interventi concreti Regione.

Dopo l’ennesimo attacco intimidatorio delle scorse settimane, Legambiente Lazio ha partecipato nel week end ad un incontro al Villaggio della Legalità di Borgo Sabotino (Lt), con i rappresentanti del circolo Legambiente Latina e di altre associazioni tra le quali Libera e Aifo, per progettare nuove iniziative e collaborazioni per il futuro del territorio pontino. “Basta intimidazioni, gli schifosi gesti non colpiscono nel segno, anzi ci rendono più determinati a proseguire il percorso intrapreso con le altre associazioni e a contrastare qualunque forma di illegalità e violenza -hanno dichiarato Lorenzo Parlati, presidente di Legambiente Lazio, e Alessandro Loreti, presidente del Circolo Legambiente Arcobaleno di Latina-. Dopo i numerosi attestati di solidarietà, ora ci aspettiamo dalle Istituzioni regionali interventi concreti, la struttura del villaggio deve vivere con progetti alternativi a quelli di chi ha fatto abusi. L’approvazione all’unanimità da parte del Consiglio Regionale del Lazio della mozione di solidarietà nei confronti del Villaggio della Legalità è un primo segnale forte e dimostra che l’attenzione verso tutte quelle realtà quotidianamente impegnate a combattere le illegalità non è calata, ora non bisogna abbassare la guardia ma continuare a coinvolgere anche i cittadini in questa importante lotta. Per questo Legambiente rafforzerà la propria attività di volontariato nell’area, anche con campi internazionali da realizzare nella prossima estate.”

SCARICA IL PDF

Tags, ,

Bentornate Domeniche a piedi: tutti a piedi, in bici, con i mezzi pubblici, strepitosa partecipazione romani.

Legambiente Lazio chiede targhe alterne nella prossima settimana e piano corsie preferenziali.

Tutti a piedi, in bici, con i mezzi pubblici, è stata ancora una volta strepitosa la partecipazione dei romani alla Domenica a piedi. Centinaia di migliaia di cittadini hanno lasciato ferme le auto, dalla Tiburtina a Prati e con una vera e propria invasione dei Fori Imperiali e del centro storico, dimostrando la grande voglia di una città senza traffico, smog, rumore.

“Quanto sei bella Roma senz’auto, bene il blocco, ora per battere lo smog Legambiente chiede due giornate di targhe alterne la prossima settimana – dichiara Lorenzo Parlati, presidente di Legambiente Lazio-. Le polveri sottili si stanno accumulando nell’aria anche a causa del tempo primaverile, due giorni fa la centralina Fermi a viale Marconi ha toccato i 110 microgrammi per metro cubo per la media nelle 24 ore, oltre il doppio della soglia di legge, ma nell’aria cresce anche il pericoloso biossido di azoto. Gli epidemiologi spiegano che con questi valori aumentano ricoveri ospedalieri e ci sono morti per smog. Lanciamo un forte appello ai cittadini per lasciare comunque ferme le auto, ma all’Assessore Visconti e all’Amministrazione chiediamo targhe alterne subito e nuovi provvedimenti strutturali”.

Diverse le iniziative di sensibilizzazione messe in campo da Legambiente Lazio ai Fori: attività di animazione con bambini dedicate ai temi dell’inquinamento atmosferico e della mobilità sostenibile, laboratori didattici sulla macchina ad idrogeno, finalizzato ad illustrare le tecnologie a basso impatto ambientale, e sull’impronta ecologica, che ha permesso di analizzare i propri comportamenti quotidiani in termini di emissioni e di apprendere buone pratiche per ridurle. “Bentornate domeniche ecologiche, bellissime quanto necessarie per combattere l’allarme polveri sottili, bisogna continuare in questa direzione, a partire da un piano per le corsie preferenziali -afferma Cristiana Avenali, direttrice di Legambiente Lazio-. Alla città serve un nuovo slancio sul trasporto pubblico, nuove corsie preferenziali protette, su tutte le consolari della città, permetterebbero di moltiplicare il numero delle corse dei bus, fino al 30% secondo dati Atac, rendendo il servizio migliore e garantendo puntualità e tempi certi agli utenti. Siamo preoccupati dai tagli al trasporto pubblico e speriamo che il nuovo Governo scongiuri questa scelta assurda, ma servono anche provvedimenti semplici e poco costosi come le preferenziali”.

SCARICA IL PDF

Tags, , ,