Category Archive Comunicati 2014

Caos Immondizia, Legambiente: “Comune rinnovi contratto di servizio e management, Ama faccia chiarezza sui distrastri di questi giorni”

“Il caos immondizia dei giorni scorsi è uno spettacolo indecente a cui dopo il piano di emergenza messo in atto dal Comune deve essere trovata una soluzione definitiva, vengano rinnovati subito contratto di servizio e management dell’AMA e definiti con chiarezza compiti e responsabilità dell’azienda – dichiara Lorenzo Parlati, presidente di Legambiente Lazio-. Un modello vecchio e la mancanza di chiarezza nei rapporti fra Comune e Azienda sono alla base dei vari problemi dei giorni scorsi. Roma e la gestione dei rifiuti in città sono profondamente cambiate negli ultimi anni, mentre il contratto di servizio è rimasto quello del 2008, che la precedente amministrazione ha sempre solo prorogato. Serve un mandato chiaro ad AMA e un rinnovamento del management per puntare tutto su riciclaggio, riduzione e riuso. L’Amministrazione Capitolina, dopo un indispensabile e positivo intervento nella fase di emergenza, provveda ad approvare un nuovo contratto di servizio e a nominare i nuovi vertici del management. Il problema non è certo la differenziata, ma il modello a cassonetto che va superato e abbandonato per passare con decisione alla raccolta domiciliare in tutta la città. Sono infatti i rifiuti indifferenziati il vero punto di crisi, i bidoni su strada diventano veri e propri accumuli indecenti di immondizia, fuori dal mondo. Vanno invece immediatamente risolti i problemi relativi al porta a porta mal gestito, sui quali fanno bene i cittadini ad arrabbiarsi contro le condotte gravi e illegali di mescolamento di rifiuti diversi, su cui stiamo valutando un nuovo esposto stavolta alla Corte dei Conti. Ad Ama chiediamo chiarezza sui fatti di questi giorni, nuovi accordi con i lavoratori che prevedano più efficienza per superare gli enormi limiti dell’azienda, raggiungere gli obiettivi di legge sulla raccolta differenziata e dare inizio ad una nuova stagione nella gestione dei rifiuti a Roma.”

SCARICA IL PDF

Tags, , , ,

Ambiente: al via Illumina il riciclo 2014 – Nel fine settimana in oltre 20 località italiane

Sabato 12 e domenica 13 aprile torna in tutta Italia l’appuntamento con la terza edizione di “Illumina il riciclo”, la campagna di Ecolamp e Legambiente per sensibilizzare e informare i cittadini sul corretto smaltimento delle lampadine a basso consumo e sulle nuove modalità di raccolta differenziata. Numerosi info-point saranno allestiti presso centri commerciali e punti vendita in oltre 20 località d’Italia, affinché i cittadini possano scegliere comportamenti responsabili e virtuosi, a tutela dell’ambiente e della loro salute, smaltendo correttamente le lampadine di nuova generazione giunte a fine vita.

Tra gli eventi in programma questo week-end, sabato 12 aprile l’appuntamento clou sarà a Roma, presso
il Centro Commerciale Auchan Casalbertone, in via Alberto Pollio 50, che vedrà la partecipazione di Fabrizio D’Amico (Direttore Generale di Ecolamp) e di Rossella Muroni (Direttore Generale di Legambiente). Sempre sabato 12 aprile appuntamento anche a Palermo, Terracina, Salerno, Potenza, L’Aquila, Pavia, Matelica (Mc), Pontassieve (FI), Bassano del Grappa, Susa (To), Milano, Modica  Rg) e Pachino (Sr). Domenica 13 aprile “Illumina il riciclo” sarà invece a Bologna, Rimini, Cosenza,  Siracusa, Rubano (Pd), Avigliana, Bari, Roma e Fermo (Fm).

L’elenco delle iniziative di “Illumino il riciclo” su: http://www.legambiente.it/illumina-il-riciclo-
2014/iniziative oppure su www.ecolamp.it (link dalla homepage)

ECOLAMP:
Marketing & Communications Manager: Monia Maccarini maccarini@ecolamp.it Tel. 320/4727711. Ufficio
Comunicazione: Martina Cammareri cammareri@ecolamp.it Tel. 02/37052936
Ufficio stampa Ecolamp:
Klaus Davi & Co. – Tel.: 02/860 542
Adriano Ronconi – a.ronconi@klausdavi.com; cell 328/4696041
Cinzia Ghilotti – c.ghilotti@klausdavi.com
Susanna Sala – s.sala@klausdavi.com

SCARICA IL PDF

Tags, , , , , , ,

Fori Imperiali, blitz di Legambiente all’Assemblea capitolina: dopo più di un anno approvare delibera di iniziativa popolare per Fori pedonali

Blitz di Legambiente in Assemblea Capitolina per chiedere che sia discussa e approvata la delibera popolare per la completa pedonalizzazione di Via dei Fori Imperiali. Quattrocentosettantasei giorni fa Legambiente, con un vasto schieramento di circoli, comitati e associazioni, consegnò in Campidoglio oltre seimilaquattrocento firme di cittadini romani per liberare i Fori e il Colosseo dalle auto. Era il 26 ottobre 2012 e la delibera è passata nel dimenticatoio, mai nemmeno messa all’ordine del giorno nelle commissioni competenti dalla precedente e dalla attuale amministrazione comunale. Eppure lo Statuto e il Regolamento di Roma Capitale prevedono tempi precisi: la commissione consiliare competente avrebbe
dovuto fissare il termine per la discussione, non superiore a 2 mesi, ed entro 4 mesi dal deposito del progetto l’Assemblea capitolina avrebbe dovuto votare la delibera. La volontà del sindaco Marino di pedonalizzare Via dei Fori è stata chiara e netta, ora sia realtà.

La proposta di Legambiente, sottoscritta anche da diverse personalità, artisti, esponenti istituzionali e politici di diversa provenienza, aveva superato abbondantemente le 5mila firme necessarie per essere ricevuta formalmente e quindi ora dovrà essere discussa dall’Assemblea capitolina. L’obiettivo della delibera è chiarissimo: impegna “il Sindaco e la Giunta -ed in particolare gli Assessori alla Mobilità, all’Ambiente e alla Cultura-, a predisporre entro un mese i necessari provvedimenti volti alla pedonalizzazione di Via dei Fori Imperiali e dell’intera piazza del Colosseo, anche dal lato di via Labicana e di via di San Gregorio, per la tutela e la valorizzazione dell’area archeologica centrale, con tappe precise da avviare nel più breve tempo possibile, e comunque non oltre tre mesi; un nuovo piano dell’assetto della circolazione (consentendo l’accesso alle biciclette e favorendo l’accessibilità delle persone con gravi difficoltà motorie), della sosta e del trasporto pubblico e un adeguato piano di comunicazione.”

“L’avvio della pedonalizzazione dei Fori non basta, troppe auto transitano ancora su quella strada e il provvedimento attuato è troppo parziale e monco, i romani vogliono che il Colosseo sia completamente liberato da traffico e smog e la strada aperta a chi vuole andare a piedi, in bicicletta, con i mezzi pubblici -affermano Lorenzo Parlati, presidente di Legambiente Lazio, e Roberto Scacchi, direttore di Legambiente Lazio-. La delibera ferma da oltre un anno in Campidoglio va discussa e approvata subito, senza perdere altro tempo, il Sindaco Marino prese questo impegno sin dalla campagna elettorale e la sua convinzione sia adesso impulso perché veramente questa strada divenga la passeggiata dei romani come recitava il suo slogan, è ora di faretutti i passi necessari per ciclo-pedonalizzare definitivamente Fori e Colosseo. Per questo Legambiente torna a sollecitare l’Assemblea capitolina e con la prossima domenica a piedi del 23
febbraio tornerà sui Fori Imperiali con una nuova iniziativa.”

Da trent’anni si discute della pedonalizzazione, dal progetto di parco archeologico di Benevolo del 1988 al progetto Fori di Cederna. L’impegno di Argan prima e Petroselli poi portò all’eliminazione della via del Foro Romano, che divideva il Campidoglio dal Foro Repubblicano e l’unione del Colosseo all’Arco di Costantino, realizzando la continuità dell’area archeologica. Era Domenica 13 marzo 1994, quando l’allora Giunta Rutelli, con Legambiente in prima fila, chiuse al traffico via dei Fori Imperiali, dopo un esperimento già effettuato nel dicembre del 1993, e da quel momento tutte le domeniche, per oltre diciotto anni, la meravigliosa strada nel Foro Romano si riempie di decine di migliaia di romani che la affollano liberata dalle auto.

SCARICA IL PDF

Tags, ,