Category Archive Comunicati 2016

Domenica Ecologica a Roma. Legambiente anima via dei Fori e presenta dossier Mal’Aria su Pm10 a Roma

Domenica Ecologica a Roma. Legambiente in Via dei Fori con stand, bici elettriche, giochi, mostre, ecopesca.

Presentato il dossier PM10 2015 a Roma, 23 giorni in più di superamenti rispetto al 2014 anche con lo stesso numero di giorni di pioggia. Da inizio 2016 già 8 giorni di smog a Tiburtina e Cinecittà.

“Anno terribile per lo SMOG a Roma, anche perché si sono assunti provvedimenti contro il traffico solo a novembre. Ora ben vengano domeniche ecologiche e targhe alterne, poi subito cura del ferro e pedonalizzazione a partire dal completamento di quella su via dei Fori”.

Secondo il dossier Mal’Aria 2015 di Legambiente, il livello di polveri sottili in atmosfera ha superato i limiti di legge per troppi giorni (35 quelli concessi) in 6 centraline, 65 volte a Cinecittà, 57 a Preneste, 54 a Tiburtina, 43 a Corso Francia, 41 a Magna Grecia, 36 a Cipro; preoccupante anche la situazione emersa dalla centralina di Villa Ada con ben 27 superamenti in uno dei polmoni verdi della capitale. Le differenze rispetto al 2013 e 2014 sono evidenti, nei due anni precedenti erano infatti 4 le centraline ad aver sforato il numero di giorni, per 43 volte nel 2014 a Tiburtina e per 41 volte nel 2013 a Tiburtina e Corso Francia.

Anche il 2016 è iniziato con troppi giorni di SMOG fuori i limiti considerando i già 8 superamenti in un mese a Cinecittà e Tiburtina.

“Ritorna la domenica ecologica e diventa sempre più fondamentale per la cura dell’aria nella capitale, permettendo di evitare emissioni nocive in un periodo di Mal’Aria a Roma – dichiara Roberto Scacchi presidente di Legambiente Lazio – a questa domenica devono seguirne almeno altre due entro l’inverno ma vanno calendarizzare anche targhe alterne per frenare lo smog. Lo scorso anno la qualità dell’aria è stata così bassa anche perché i primi provvedimenti di blocco straordinario del traffico sono arrivati solo a novembre inoltrato, quando l’allarme pm10 era iniziato molto prima. Di certo non si può incolpare la scarsa pioggia considerato che le giornate con precipitazioni sono state le stesse negli ultimi due anni”.

Secondo l’analisi degli attivisti di Legambiente sui dati del servizio pluviometrico della Regione Lazio, a Roma ci sono stati 62 giorni di pioggia nel 2013, 69 nel 2014 e 67 nel 2015, a dimostrazione proprio che non c’è stato nessun abbassamento del numero di giorni piovosi a giustificare l’impennata dello smog.

“Tra i provvedimenti immediatamente da attuare ci sono anche una serie di pedonalizzazioni a cominciare dal completamento di quello di via dei Fori, nonché la realizzazione di nuovi chilometri di preferenziale per il trasporto pubblico; poi deve arrivare anche una seria e decisa cura del ferro che porti a Roma nuovi tram, metropolitane più efficienti, maggior efficacia e integrazione tra i trasporti romani e le ferrovie regionali. Buono il provvedimento della Regione per l’integrazione dell’abbonamento bici+treno e gli incentivi per l’acquisto di bici pieghevoli che fanno parlare finalmente di una reale mobilità nuova, salubre e integrata”.

I volontari di Legambiente durante la domenica hanno animato Via dei Fori con giochi per i più piccoli, la mostra del progetto Ecolife, ecopesca, e consegnando le bici elettriche fornite da Elebike ai tanti romani e turisti che hanno riempito il centro.

Contemporaneamente il circolo di Legambiente Città Futura ha organizzato una pedalata nel V Municipio stendendo alla partenza un lenzuolo con scritto “No allo Smog”. Una pedalata per chiedere piste ciclabili, zone 30, pedonalizzazioni e un miglior trasporto pubblico.

SCARICA IL DOSSIER COMPLETO

Pendolaria, Legambiente: nel Lazio 540mila pendolari e finanziamenti pari allo 0,11% del bilancio regionale

Nel Lazio 540mila pendolari, prima regione per investimenti sui nuovi treni ma solo 11° per investimento complessivo con lo 0,11% del bilancio.
Roma-Lido si conferma la ferrovia più frequentata d’Italia con 100.000 pendolari al giorno e a Roma tram vecchi con più di 36 anni di età media.
“Troppo bassa la spesa della Regione che deve investire di più per i pendolari, ma bene i nuovi treni regionali arrivati e i fondi dalla programmazione europea nel Lazio. A Roma subito preferenziali, nuovi tram e cura del ferro a partire dai frequentatissimi treni metropolitani Roma Lido e Roma Nord”
Secondo il rapporto Pendolaria di Legambiente, il Lazio rimane anche nel 2015 la seconda regione per numero di pendolari con 540mila, 1° regione per investimenti sui nuovi treni e buone prospettive al 2020 con i fondi europei ma solo all’11° posto per la percentuale di bilancio regionale 2014 destinato al servizio, zero investimenti sui servizi. La prospettiva sembra in miglioramento con l’utilizzo da parte della Regione dei fondi europei. In positivo va segnalato come nel bilancio regionale 2016-2018 ci siano risorse per la ferrovia ATAC Roma-Viterbo per un importo pari a 150mln euro, per la linea C metropolitana di Roma (138,7 mln), ed un aumento della quota regionale per il TPL che passa da 292,40 mln di euro a 334,80 mln. Intanto sembra avviarsi il raddoppio della linea Roma Nord-Viterbo fino a Morlupo e l’eliminazione di 11 passaggi a livello, grazie ai finanziamenti europei (pari a 35 milioni di euro l’anno tra il 2014 ed il 2020), nonché quello della Roma-Tivoli tra Lunghezza e Guidonia. Mentre sul servizio effettuato sulla rete di Trenitalia si vedono miglioramenti grazie ai nuovi treni arrivati, sulle linee gestite da Atac la situazione è davvero pessima per i pendolari, in particolare sulle linee Roma Nord e Roma Lido, quest’ultima, tratta più frequentata d’Italia con 100.000 persone al giorno, è in assoluto anche la peggior tratta pendolare del Lazio e d’Italia per i disservizi.
“Oltre mezzo milione di Pendolari della nostra regione, deve poter viaggiare su treni moderni, con maggior frequenza di passaggio e in orario, – dichiara Roberto Scacchi presidente di Legambiente Lazio – ma per renderlo possibile è troppo bassa la spesa della Regione che deve investire di più sul trasporto ferroviario. Bene i nuovi treni regionali arrivati e i fondi dalla programmazione europea nel Lazio ma la Regione Lazio ha ora il compito di aumentare in maniera strutturale la percentuale di bilancio regionale dedicata ai pendolari, aprendo una fase di miglioramento reale del servizio, ascoltando i cittadini e realizzando interventi che portino a cambiare in meglio la vita delle persone. Oltre alle tratte ferroviarie del Lazio, vanno assolutamente risolte le troppe criticità del trasporto pubblico romano, ammodernando un parco tram e bus vecchissimo, mettendo su strada corsie preferenziali protette e attuando quella cura del ferro fatta di nuovi tram e metropolitane, della quale si parla da decenni per Roma; chi vuole governare in futuro la città è da qui che deve partire per migliorare la qualità dell’aria ma soprattutto della vita di tutti i cittadini romani e dei pendolari che arrivano ogni giorno nella capitale”.
Dal rapporto di Legambiente emerge infatti che tra le 11 ferrovie più frequentate d’Italia, 8 sono laziali, e le prime 2 sono ferrovie metropolitane romane gestite da ATAC, la Roma-Lido con 100.000 e la Roma Nord con 75.000 pendolari al giorno. Si legge nel rapporto degli attivisti del cigno verde anche che i tram di superficie a Roma hanno una media di 36,2 anni di età, molto più vecchi della media nazionale (23,1 anni) a fronte del fatto che Roma è in assoluto la città italiana dove si utilizzano maggiormente i tram e bus e tram di superficie con 945 milioni di passeggeri annui.

SCARICA IL DOSSIER REGIONALE COMPLETO

INVITO STAMPA – Ecogiustizia tour ad Anagni

#ECOGIUSTIZIA TOUR

Reati contro l’ambiente, recupero naturalistico della Valle del Sacco, partecipazione attiva da parte di tutti i cittadini, questi i temi centrali della tappa dell’ECOGIUSTIZIA TOUR  che si svolgerà dalle 17,30 nella Sala della Regione all’interno del Palazzo Comunale di Anagni alla presenza di istituzioni e cittadini.

Programma

Saluti
Fausto Bassetta, Sindaco di Anagni
Rita Ambrosino, Presidente del circolo Legambiente Anagni

Modera
Carlo Ruggiero, giornalista

Intervengono

Luca Ramacci, consigliere della Corte Suprema di
Cassazione
Alessandro Bratti, presidente della Commissione Parlamentare d’inchiesta sulle attività illecite connesse al ciclo dei rifiuti
Enrico Fontana, segreteria nazionale Legambiente, coautore del libro “Ecogiustizia è fatta”
Marco Cavallo, Nucleo tutela ambiente dell’Arma dei Carabinieri
Roberto Scacchi, presidente di Legambiente Lazio
Cristiana Avenali, consigliere della Regione Lazio

Conclude
Stefano Ciafani, direttore generale di Legambiente

ecogiustizia tour

Legambiente Lazio – AMA: al via la campagna “Negozi Ricicloni”

8ae69608-e8d1-4dbe-ae30-8bb53890575c

Via Cola di Rienzo, viale Libia, via Tiburtina, via dei Castani, via Tuscolana, saranno più green grazie a “Negozi ricicloni”. È partita questa mattina la campagna di comunicazione di Legambiente Lazio, accolta da Ama e svolta in collaborazione con i municipi I, II, IV, V, VII, per sensibilizzare le attività commerciali (negozi, bar, ristoranti, tabacchi, ecc.) verso le buone pratiche della raccolta differenziata. Il progetto fa parte di un più articolato accordo quadro tra le due parti, della durata di 3 anni, che intende proporre azionimirate per la salvaguardia dell’ambiente e del decoro urbano di Roma Capitale.

A dare il via all’iniziativa in via Cola di Rienzo (la principale via dello shopping del quartiere Prati) sono intervenuti oggi il Presidente del I Municipio Sabina Alfonsi, il Presidente e il Direttore Generale di Ama, Daniele Fortini e Alessandro Filippi, e il Presidente di Legambiente Lazio Roberto Scacchi.

“Con la campagna che inizia oggi, affrontiamo il tema dei rifiuti prodotti dalle attività commerciali, puntando alla riduzione dagli imballaggi e a migliorare la qualità della raccolta – dichiara Roberto Scacchi Presidente di Legambiente Lazio -, lo facciamo proprio in un periodo di grande attività dei negozi come quello dei saldi, perché a Roma nelle prossime settimane si riduca l’impatto e la quantità complessiva dei rifiuti stessi”.

Legambiente Lazio realizzerà, con i propri volontari, una campagna informativa ad hoc volta al corretto conferimento, alla riduzione dei rifiuti, al recupero e al riciclo dei materiali. Saranno gli stessi volontari a monitorare le modalità di conferimento dei vari esercenti, distribuendo l’adesivo “Negozio riciclone” alle utenze più virtuose. I dati raccolti, incrociati con quelli operativi di Ama, permetteranno di assegnare alle migliori attività commerciali di ogni singola via coinvolta il premio “Negozio Riciclone 2016”. Sarà istituita una Commissione formata da Ama, Legambiente Lazio e Municipi interessati per conferire l’attestato. Tra le altre azioni previste, l’allestimento di stand informativi dove sarà possibile ricevere materiale sulla corretta gestione dei rifiuti urbani e proporre suggerimenti sulle modalità del servizio erogato. Sarà infine attivato un apposito sito web (www.negoziricicloni.it) che sarà aggiornato sulle varie fasi delle attività previste.

Prossimi appuntamenti venerdì 8 dalle 10 a Viale Libia, sabato 9 dalle 10 su Via Tiburtina.

Puliamo il Mondo 2015: tutti gli appuntamenti di Roma e del Lazio

Torna Puliamo il mondo, la storica campagna di Legambiente che coinvolge milioni di volontari in Italia e decine di migliaia solo nel Lazio, arrivata alla sua XXIII edizione, registra un numero sempre crescente di adesioni e quest’anno a Roma si svolge in collaborazione con il Comune di Roma e AMA. Lo scorso anno le operazioni hanno portato alla raccolta complessiva di 55 tonnellate di rifiuti nel Lazio.

Clicca qui per scoprire tutte le iniziative nella Capitale.

Qui invece per vedere tutte le iniziative nel Lazio.

Tags