Category Archive Eventi

Ecoforum 2018

EcoForum del Lazio di Legambiente, presentato il dossier Comuni Ricicloni

Aumentano i Comuni Ricicloni, 92 sopra il 65% di differenziata; diminuiscono i Rifiuti Totali, per la prima volta dal 2003 nel Lazio meno di 3 milioni di tonnellate

Comune più Riciclone è Castelnuovo di Porto (RM) con 82,3%, Fiumicino (RM) il Comune Riciclone più popoloso con il 69%. 14 i Comuni Rifiuti Free e miglior comune Plastic Free è Colle San Magno (FR)

“Puntiamo a rifiuti zero. Ci servono mille impianti: alla Regione chiediamo un nuovo piano rifiuti che rispetti le necessità impiantistiche territoriali e al Comune di Roma di fare impianti, ad oggi del tutto assenti”.

Oggi a Roma, con il contributo della Regione Lazio, si è svolta la seconda edizione dell’Ecoforum di Legambiente Lazio, durante il quale sono stati premiati i Comuni Ricicloni, cioè quelli che hanno superato il 65% di raccolta differenziata, su base dati del catasto rifiuti ISPRA e con cifre relative al conferimento del 2017. Il Comune più Riciclone del Lazio è Castelnuovo di Porto (RM) con l’82,3% di RD, al secondo posto Roccagorga (LT) al 81,8% e terzo Colle San Magno al 81,4%. Fiumicino (RM) è il Comune Riciclone più popoloso con il 69% e con il maggior numero di tonnellate di rifiuti conferite in maniera differenziata. In aumento i comuni ricicloni che passano da 84 a 92, mentre è in diminuzione la produzione totale di rifiuti urbani nel Lazio che, per la prima volta dal 2003, scende a meno di 3 milioni totali con 2.972.094 di tonnellate.

Nell’EcoForum sono stati premiati anche i Comuni Plastic Free, quelli ricicloni e con meno di 10 kg/abitante/anno di plastica conferita: il migliore è il comune di Colle San Magno (FR) con appena 2,31 kg/abitante/anno di plastica conferita. Infine 14 amministrazioni hanno ricevuto il Premio Comuni Rifiuti Free, quelli cioè con meno di 75 kg/abitante/anno di secco residuo.

“Oggi più di novanta Comuni hanno raggiunto l’obiettivo di raccolta differenziata: a tutti loro, e a quelli che si stanno impegnando per arrivarci, va il nostro premio e il nostro ringraziamento – dichiara Roberto Scacchi presidente di Legambiente Lazio – perché con questi risultati la Regione sale ancora in percentuale di raccolta differenziata e, per la prima volta da quindici anni, vede scendere, a meno di tre milioni, le tonnellate totali di rifiuti prodotti. Ci sono tanti piccoli Comuni come motore di questo miglioramento, ma anche grandi e popolose città che sono state in grado di migliorarsi e dimostrano che si può far bene anche in contesti urbani complessi e antropizzati: un segnale chiaro per Roma, dove da due anni non aumenta in modo importante la percentuale di differenziata”.

L’Ecoforum del Lazio 2018, oltre a premiare le amministrazioni virtuose è stata anche l’occasione per conoscere le buone pratiche di gestione e le opportunità già presenti: acquisti verdi, innovazioni tecnologiche, compattatori, esperienze di riuso, tariffa puntuale, fino al nuovo protocollo Fishing for Litter per il recupero di rifiuti in mare da parte dei pescatori, già avviato sperimentalmente da Legambiente a Terracina e che ora vede l’avvio con un accordo tra Regione, Arpa Lazio, pescatori, Capitaneria di Porto e Legambiente.

Tema cruciale affrontato nel pomeriggio da Legambiente, quello degli impianti di gestione: dalle difficoltà alle necessità, dai conflitti territoriali alla costruzione dell’economia circolare. “Rifiuti zero e impianti mille – continua Scacchi – è un principio che deve essere prioritario: abbattere la quantità di rifiuti indifferenziati, abolire le discariche, puntare a chiudere i termovalorizzatori, tutto ciò è possibile, e si può, costruendo tanti impianti per la gestione della differenziata, a cominciare da quelli di compostaggio e per la produzione di biometano, indispensabili al conferimento della frazione organica e l’economia circolare. Alla Regione chiediamo che il nuovo piano rifiuti vada proprio in questa direzione, nel rispetto della gestione d’ambito, perché di questi impianti c’è enorme carenza nel Lazio e soprattutto a Roma che, oltre a dover gestire in questi giorni il post incendio del TMB Salario, deve smettere di mandare i propri rifiuti dovunque con un flusso folle di camion, programmando subito nuovi impianti nel proprio territorio. Sono passati più di cinque anni dalla sacrosanta chiusura di Malagrotta, una delle peggiori storie del Lazio; oggi gli impianti a Roma vanno fatti, bene, senza consumo di suolo, progettati con le migliori e più moderne tecnologie e in grado di gestire un flusso di oltre la metà dei rifiuti del Lazio. Solo così la capitale può prendere strade virtuose, uscendo da un’emergenza continua e smettendo di pesare solo sui cittadini di altri comuni, luoghi dove cesserebbero anche tante delle resistenze alla costruzione di impianti se terminasse lo spauracchio della monnezza romana”.

“Comuni Ricicloni di Legambiente rappresenta una preziosa iniziativa per sensibilizzare istituzioni e cittadini sul valore della raccolta differenziata. Nel 2018 la Regione ha trasferito oltre 50 milioni di euro ai Comuni del Lazio per la realizzazione di isole ecologiche e centri di compostaggio, mentre nei prossimi giorni verrà pubblicato il primo bando da 2 milioni di euro per avviare l’introduzione della tariffa puntuale, secondo il principio che ‘meno inquini e meno paghi’. Sono interventi concreti per sostenere la riduzione dei rifiuti e lo sviluppo della raccolta differenziata, insieme al recupero e al riciclo di materie, che potranno essere rimesse nella filiera produttiva” dichiara Massimiliano Valeriani, assessore al Ciclo dei Rifiuti della Regione Lazio, presente questa mattina alla manifestazione EcoForumLazio.

Tra gli altri hanno partecipato a Ecoforum, Massimiliano Valeriani, assessore Regionale, Cristiana Avenali responsabile dell’ufficio di scopo per i piccoli comuni e contratti di fiumi della Regione Lazio, Pinuccia Montanari, assessore all’ambiente di Roma.

 

 

 

Festa dell’Albero 2018, con Legambiente oltre 400 nuovi alberi nel Lazio

Oggi, 21 novembre è arrivato un tocco di verde e di bello nei giardini pubblici, nei cortili delle scuole, negli angoli degradati di Roma e del Lazio. Stiamo parlando della Festa dell’albero, giunta alla 24esima edizione, grazie alla quale ogni anno Legambiente mette a dimora tantissimi giovani arbusti lungo la penisola, tra essenze aromatiche e giovani alberi, celebrando così il loro indispensabile contributo alla vita.
Legambiente dedica quest’anno la Festa all’accoglienza e alla solidarietà affinché come gli alberi, questi valori possano mettere radici forti e profonde nel nostro paese e fermare le ondate di razzismo e intolleranza che stanno attraversando in modo preoccupante i nostri territori.

“Celebrare la festa dell’albero nel Lazio, dopo i terribili danni causati ad alberi e foreste italiane dal maltempo, è un gesto davvero importante e per niente simbolico – dichiara Roberto Scacchi, Presidente di Legambiente Lazio – l’importanza della cura delle alberature in città grandi non è solo legata alla bellezza che questi alberi ci mostrano, ma a funzioni concrete e vitali che il verde ci mette a disposizione. Gli alberi in città abbattono i gas serra e le polveri sottili, fanno effetto di termoregolazione delle nostre strade e dei nostri edifici e permettono un maggiore adattamento dei territori ai mutamenti climatici. La lotta al cambiamento climatico passa da ogni strada, da ogni giardino e da ogni nuovo albero piantato”.

Decine le iniziative che in tutto il Lazio hanno portato alla messa a dimora di 400 nuovi alberi in gran parte forniti dalla Regione Lazio, in particolare 300 di questi provenienti dai vivai del Parco Regionale Monti Aurunci che, con l’istituzione della Festa dell’Albero Regionale negli anni scorsi, ha permesso di garantire alberi da mettere a dimora in tutte le ultime edizioni; degli alberi piantati oggi e nei prossimi giorni a Roma, 100 sono stati forniti dall’Assessorato all’Ambiente di Roma Capitale. Oltre 100 appuntamenti sono stati quelli promossi o sostenuti da Legambiente nel Lazio, tra i quali la piantumazione nel parco Regionale del Pineto di RomaNatura, a sostegno dell’azione promossa dall’Associazione “Il Pineto nel Cuore” e in collaborazione con la TGR Lazio. Appuntamento clou tra quelli nelle scuole di Legambiente a Roma è stato quello nell’Istituto comprensivo “Via Baccano” a Labaro, periferia nord della capitale. «Teniamo molto all’Albero dei valori che i nostri ragazzi costruiranno – sottolinea la dirigente scolastica dell’IC Via Baccano, Cinzia Pecoraro – un’occasione preziosa per riflettere insieme su quali siano i valori alla base dello stare bene insieme, le radici su cui costruire una nuova identità comune. La scuola diventa così un luogo collettivo dove una società condivide i valori, punta al cambiamento ed educa le giovani generazioni all’importanza della conoscenza, dell’uguaglianza e della partecipazione democratica».

Nel corso della manifestazione nazionale, sono stati piantumati degli alberi ed è stato costruito un “Albero dei valori” in cui gli studenti hanno apposto  le foglie degli ingredienti che sono alla base di una buona integrazione e convivenza.

Puliamo il mondo a Viterbo

Continua Puliamo il Mondo nel Lazio.

Dopo le fatiche e le soddisfazioni del fine settimana passato, continua Puliamo il Mondo nel Lazio con tanti appuntamenti. Questa mattina sono iniziate le grandi pulizie da parte degli alunni delle scuole del capoluogo della Tuscia, in collaborazione con il Comune e alla presenza del Sindaco di Viterbo Giovanni Arena. Oltre 200 studenti volontari, con cappellino e pettorina gialla, guanti, sacchi e olio di gomito, ha attraversato le strade della città ripulendola dai rifiuti incontrati.

Read More

ARRIVA PULIAMO IL MONDO, 28-30 SETTEMBRE 2018

Anche quest’anno torna Puliamo il Mondo l’edizione italiana di Clean up the World, il più grande e storico appuntamento di volontariato ambientale del mondo. Portata in Italia nel 1993 da Legambiente, che ne ha assunto il ruolo di comitato organizzatore, è presente su tutto il territorio con oltre 1.000 iniziative e nel Lazio grazie all’instancabile lavoro di oltre 100 gruppi di volontari tra circoli di Legambiente, associazioni, amministrazioni comunali, pro-loco, aziende e cittadini, che organizzano l’iniziativa a livello locale in tutti i territori.

Sono già centinaia i momenti di pulizia previsti per l’ultimo fine settimana di Settembre, tanti a Roma ma anche in ciascuna delle province, dopo i quali la regione sarà un po’ più pulita.

Per organizzare pulizie, aderire alla campagna o chiedere informazioni su come diventare un “volontario per l’ambiente” in uno degli appuntamenti di Roma e del Lazio, si può contattare la sede di Legambiente Lazio (0685358051 – m.boiano@legambientelazio.it) o consultare l’elenco al link:

IN VIAGGIO TRA I PICCOLI COMUNI DEL LAZIO Domenica 5 giugno 2016 MARANO EQUO -CERVARA DI ROMA

liyulkgÇiuyfÒsdfOUsfloiÒkhgLòlihKwqefougNGwefDwefS copia

Visita tra le bellezze dei piccoli paesi nella Valle dell’Aniene, in occasione della campagna VOLER BENE ALL’ITALIA

PROGRAMMA DELLA GIORNATA

Ore 9 partenza in Pullman – Appuntamento a Roma – Castro Pretorio, fronte Biblioteca Nazionale

Arrivo ad Anticoli Corrado e passeggiata nel CAMMINO DELL’ANIENE, escursione di 4 km su sterrato pianeggiante dell’antica ferrovia, lungo il tratto del Cammino del Fiume Aniene tra Anticoli e MARANO EQUO, fino alle sorgenti di Acqua Minerale di Marano Equo

Trasferimento alla piazza centrale di Marano, per DEGUSTAZIONE DI PRODOTTI LOCALI (olio di Tivoli, formaggi di Vallinfreda) e possibilita’ di pranzo alla “Sagra delle Sagne e Baccala’ “. Alle 14.30 dibattito sul tema delle acque

Alle ore 15.30 partenza per CERVARA DI ROMA dove si effettuera’ visita guidata alla scalinata degli artisti e al punto panoramico, attraverso le vie di uno dei borghi piu’ belli e caratteristici, aperitivo finale e conclusione della giornata con rientro previsto per le 20.30 a Roma (Castro Pretorio)

Per partecipare è OBBLIGATORIO PRENOTARSI, il contributo per ogni persona è di 12 EURO.

Per i soci Legambiente sconto del 33%, gratuito per chi si iscriverà a Legambiente in tale occasione.

Info e prenotazioni: 0685358051 – 3512922534 – m.boiano@legambientelazio.it 

Iniziativa organizzata in collaborazione con: comuni di Cervara di Roma e Marano Equo;

Legambiente circoli di Tivoli e Mondi Possibili; VARA (Valle dell’Aniene Rete Associazioni); aziende locali Forno Mamma Natalia di Vicovaro, Lolli di Tivoli, San Clemente, Rosati, Le Pezzette di Felici Sonia di Vallinfreda

Presentazione dossier PM10 Roma e animazione Domenica ecologica

Domenica Ecologica, Legambiente in Via dei Fori Imperiali: giochi ed educazione ambientale, biciclette a pedalata assistita; alle 12, presentazione del dossier “PM10 a Roma”

Per la prima domenica ecologica di Roma, torna in campo l’animazione della più grande associazione ambientalista del Lazio. Grazie all’azione dei volontari, i romani e turisti potranno godere al meglio del centro di Roma: Legambiente, in Via dei Fori Imperiali, lato Piazza Venezia, dalle 10 alle 15 predisporrà infatti uno stand informativo dove, oltre ad attività ludico-ricreative per i più piccoli, l’associazione, in collaborazione con EleBike, fornirà a chi ne farà richiesta la possibilità di imbracciare una delle biciclette a pedalata assistita, per provare le 2 ruote nel centro di Roma.

Alle 12.00 appuntamento stampa presso lo stand di Legambiente, per la presentazione del dossier “PM10 a Roma”