Piano casa, Legambiente: chi vuole prendere in giro Ciocchetti?

Piano casa, Legambiente: chi vuole prendere in giro Ciocchetti?

“Ma chi vuole prendere in giro Ciocchetti, dove sono questi cittadini che hanno una villa di 300 metri quadri da ampliare o un capannone da trasformare in casa? -afferma Lorenzo  Parlati, presidente di Legambiente Lazio-. Che c’entrano poi col diritto all’abitare gli impianti sportivi nei parchi e gli impianti sciistici e tutto il resto di possibili deroghe per la tutela del paesaggio? E ancora, le autocertificazioni e il silenzio assenso per le domande di condono edilizio favoriranno i soliti noti che hanno costruito dove non si poteva o chi cerca casa? La Regione ha voluto approvare di nascosto, ad agosto, un piano del cemento per far contenti forse un po’ di speculatori, visti gli eccessivi premi di cubatura fino al 60% per i condomini, addirittura fino al 150% sulle coste, non certo per rispondere alla giusta domanda di casa dei cittadini più poveri, che non hanno casa, non possono comprarsela e tanto meno quindi ampliarla! L’unica buona notizia sarebbe lo stanziamento di 100 milioni per un piano decennale per l’edilizia pubblica, speriamo di
vederne presto i frutti, per il resto faremo tutto ciò che è possibile per impedire l’attuazione di schifezze cementizie al di fuori di qualsiasi logica urbanistica.”

SCARICA IL PDF

Comments are closed