Tag Archive co2

Festa dell’albero 2013 (chiusura)

Settecento alberi piantati in tutto il Lazio con la Festa dell’Albero di
Legambiente da diecimila studenti e volontari

Sono settecento gli alberi messi a dimora per la XIX edizione della Festa dell’Albero in una quarantina di aree a Roma e in tutto il Lazio. Quasi diecimila volontari in azione, dei quali più di 6.000 studenti, con associazioni, circoli e comitati che hanno dato vita a numerose attività durante la settimana, all’insegna della cura del territorio, del rafforzamento della coesione sociale e dell’accoglienza.

Al Parco Garbatella a Roma stamattina 300 studenti delle scuole Vivaldi, Battisti e Alonzi hanno messo a dimora trenta grandi alberi donati dalla Regione Lazio, dopo l’atto vandalico dello scorso agosto, lavorando insieme ai ragazzi di Asinitas e Hágape 2000 e ai volontari del Circolo Garbatella di Legambiente. All’iniziativa hanno partecipato, tra gli altri, l’Assessore all’Ambiente di Roma Capitale Estella Marino, l’Assessore all’Ambiente della Regione Lazio Fabio Refrigeri, Cristiana Avenali consigliera regionale, Andrea Catarci presidente del Municipio VIII e l’Assessore all’Ambiente del Municipio VIII Emiliano Antonetti. Un gesto concreto per far tornare a splendere l’area che i cittadini hanno tolto alla speculazione edilizia e reso negli anni un bellissimo giardino di quartiere. Un pranzo tutti insieme, giochi canti e poesie hanno animato la giornata.

“Migliaia di cittadini, ragazzi e volontari si sono messi insieme per prendersi cura per un giorno del verde pubblico con l’impegno di continuare nell’arco di tutto il resto dell’anno, con una grande sensibilità e voglia di partecipare –dichiara Roberto Scacchi, direttore di Legambiente Lazio.– L’integrazione, l’accoglienza, le radici comuni sono state al centro delle iniziative di questa edizione, dove ragazzi, volontari e cittadini di culture diverse hanno trovato nella cura del territorio un momento di collaborazione e azione concreta di salvaguardia dell’ambiente. Un piccolo grande passo è stato fatto per la creazione di vere barriere di difesa contro le emissioni di CO2, così indispensabili nelle aree urbane, come dimostrano le recenti tragiche
alluvioni.”

Nei prossimi giorni la Festa dell’Albero 2013 continua ancora con tanti appuntamenti: venerdì 22 novembre il Circolo Legambiente Cassino in collaborazione con il Comune e i ragazzi delle scuole, pianterà alberi e fiori per realizzare il “Giardino dei Sogni”. Sabato 23 novembre il Circolo Legambiente Ecoidea organizza una festa in piazza nel quartiere di S. Candida con giochi ed attività per bambini e adulti. Sempre sabato 23 il Circolo Legambiente Parco di Veio festeggerà l’albero presso il Parco della Pace. Domenica 24 i volontari del Circolo Legambiente Aprilia, insieme all’associazione “Senza Confini”, coinvolgeranno gli studenti per piantare ulivi nei giardini nelle scuole. Mercoledì 27 il Circolo di Ferentino, in collaborazione con il Comune, organizzerà una giornata con i ragazzi delle scuole presso il Parco Molazzete.

“L’adesione dei cittadini di Roma e del Lazio all’ormai tradizionale appuntamento con la Festa dell’Albero è stata ancora una volta straordinaria –dichiara Maria Domenica Boiano, responsabile campagne di Legambiente Lazio-. Sono stati ancora una volta soprattutto gli studenti con i loro insegnanti a dare un gran bel segnale con la loro partecipazione enorme ed entusiasta, piantando alberi per rinverdire le nostre città. Negli anni cominciano a vedersi veri e propri boschi nati con la Festa degli alberi, grazie a decine di migliaia di cittadini che nel tempo si sono rimboccati le maniche per fare un’azione concreta. È la base sulla quale costruire veri e propri progetti per l’adozione permanente di aree verdi da parte dei cittadini, una proposta sulla quale Legambiente sta lavorando in queste settimane.”

La Festa dell’Albero 2013 è organizzata nell’ambito della Giornata Nazionale degli Alberi promossa da Ministero dell’Ambiente e Tutela del Territorio e del Mare, Miur e Corpo Forestale dello Stato. Un’iniziativa che gode, inoltre, del patrocinio del Ministro per l’Integrazione, della Camera dei Deputati e del Senato della Repubblica. A Roma le iniziative sono realizzate in
collaborazione con l’Assessorato all’Ambiente del Comune di Roma e nel Lazio con il Corpo Forestale dello Stato di Sabaudia. L’iniziativa al Parco Garbatella è stata realizzata con il patrocinio della Regione Lazio, di Roma Capitale e di Roma Capitale Municipio VIII e in collaborazione con Asinitas e Hágape 2000.
Partner tecnici: Carrera, Timberland

SCARICA IL PDF

Tags, , , , , , , ,

Clima, Legambiente: Roma più calda e con piogge più violente e concentrate nel tempo negli ultimi 30 anni per effetto dei cambiamenti climatici

Clima, Legambiente: Roma più calda e con piogge più violente e concentrate nel tempo negli ultimi 30 anni per effetto dei cambiamenti climatici

Negli ultimi 30 anni le temperature medie nella Capitale sono aumentate di 0,7 gradi centigradi e diventano sempre più frequenti i fenomeni di precipitazione violenti. Questi i dati emersi per la Capitale dalla prima conferenza internazionale sul tema dell’adattamento
climatico in ambito urbano promossa da Legambiente e IUAV.

Al quarto posto nella classifica italiana sulla velocità di crescita delle temperature, Roma mostra un aumento continuo dal 1961 al 2012 da 16,1°C a 16,8°C. Degli 0,7 punti che si aggiungono, ben 0,5 sono stati registrati solo negli anni dal 2001 al 2012. Un caso limite si è verificato durante l’estate scorsa durante la quale sono state registrate temperature più alte che nei trentenni 1961-1990 e 1991-2000. L’anomalia rappresentata dallo scorso anno prosegue nel confronto tra i mesi di luglio ed agosto: nei passati trentenni presi in considerazione è sempre stato luglio il mese con il picco più caldo dell’anno, mentre nel 2012, al contrario, le temperature più alte si sono verificate nel mese di agosto.

“I fenomeni climatici violenti di questi giorni sono una nuova evidente dimostrazione che il clima sta cambiando, a Roma servono interventi di adattamento a questa nuova situazione, mentre la Capitale deve partecipare con convinzione alle iniziative per ridurre la CO2 emessa –ha dichiarato Lorenzo Parlati, presidente di Legambiente Lazio-. Roma è a forte rischio idrogeologico, alla nuova amministrazione capitolina chiederemo politiche nuove e urgenti per affrontare il problema e in questa direzione si possono anche usare utilmente i fondi europei che la Regione Lazio vuole impegnare sulla green-economy entro il 2013.”

I dati sulle precipitazioni rivelano una città mediamente meno piovosa rispetto ai trentenni precedenti, con periodi siccitosi nei mesi di gennaio e marzo e giugno-luglio. Sono più frequenti però eventi violenti come le alluvioni. Il 20 Ottobre del 2011 si è riversato il doppio della pioggia che cade normalmente sulla Capitale in 30 giorni (130 mm in due ore nel centro e 230 mm in periferia contro una media pari a 87 mm). L’alluvione provocò il blocco dei tram in tutta Roma, la chiusura delle linee di metropolitana A e B, quella della linea Roma-Lido tra Acilia e Ostia, la chiusura ed evacuazione di decine di scuole, 7.000 richieste di intervento a Carabinieri e Polizia, 13.000 ai Vigili del Fuoco, oltre che il dramma di una persona morta.

SCARICA IL PDF

Tags, , ,

Contro il carbone, Legambiente Lazio aderisce alla manifestazione a Civitavecchia

Nel 2010 Torrevaldaliga Nord ha prodotto ben 6,7 milioni di tonnellate di CO2 Per dire no al carbone, anche Legambiente Lazio ha aderito e partecipato al presidio che si svolge oggi a Civitavecchia, insieme ai comitati locali con i quali da anni si batte contro il carbone, nella giornata nazionale “Fermiamo il carbone”. Il carbone inquina, minaccia gravemente la salute dei cittadini e il clima e costringe i lavoratori del comparto energetico a un magro futuro. Per questo, è necessario dire basta a vecchi modelli energetici basati sullo sfruttamento delle risorse e rilanciare invece il ricorso alle energie pulite e alternative, del risparmio e dell’efficienza energetica, l’unica strada da percorrere per garantire un futuro all’ambiente e alle generazioni che verranno. Per l’inquinamento da anidride carbonica (CO2) i primi dati del 2010 evidenziano peraltro che la centrale a carbone di Torrevaldaliga Nord ha prodotto ben 6,7 milioni di tonnellate di CO2, superando di gran lunga i circa 5 milioni concessi con credito gratuito dal Governo. Il carbone si conferma il combustibile più inquinante per i gas serra, il modello delle grandi centrali impattanti è vecchio e superato, l’impatto sul pianeta è enorme.

SCARICA IL PDF

Tags, , , ,

Goletta Verde di Legambiente: “Contro fumi navi a Civitavecchia, verificheremo con i cittadini attuazione prescrizioni VIA per elettrificazione porto.”

Fumi dalle navi, Legambiente al fianco del movimento popolare “Nessun dorma” e dei comitati cittadini nelle prossime settimane, chiederà la verifica esatta delle prescrizioni che negli anni si sono  susseguite per l’elettrificazione delle banchine e l’immediata applicazione delle stesse. E’ questa, in sintesi, una delle conclusioni dell’incontro a bordo della Goletta Verde, tenutosi proprio nel Porto di Civitavecchia, nell’ambito della campagna regionale di informazione e analisi sul litorale e sul mare di Legambiente.

“L’elettrificazione del porto va attuata subito, le prescrizioni previste da decenni per l’ampliamento del porto vanno rispettate alla lettera, verificheremo con cura assieme ai cittadini -afferma  Lorenzo Parlati, presidente di Legambiente Lazio-. La qualità dell’aria del nord della Provincia è critica, come confermano gli studi dell’ARPA Lazio, le emissioni vanno tenute sotto controllo e rese note ai cittadini, alle istituzioni e anche alle imprese per intervenire tempestivamente a tutela della salute di tutti.” Le criticità per la qualità dell’aria sono evidenti: per diverse aree non arriva al livello “buono” nel 50-60 addirittura 70% dei giorni dell’anno, a danno della salute dei cittadini. Eppure studi condotti sin dal 2006 affermano che con l’elettrificazione delle banchine si ridurrebbero gli ossidi di azoto da 450 tonnellate/anno a 18,81 per la sola banchina crociere. Una situazione che si aggiunge alle emissioni delle centrali termoelettriche. Per l’inquinamento da anidride carbonica (CO2) i primi dati del 2010 evidenziano che la centrale a carbone di Torrevaldaliga Nord ha prodotto ben 6,7 milioni di tonnellate di CO2, superando di gran lunga i circa 5 milioni concessi con credito gratuito dal Governo.

“Altro che impianto ecologico, il carbone si conferma il combustibile più inquinante per i gas serra -conclude il presidente di Legambiente Lazio, Lorenzo Parlati-. Ormai il modello delle grandi centrali impattanti è vecchio e superato, l’impatto sul pianeta è enorme rispetto a quello di piccole centrali a cogenerazione o meglio ancora di fonti rinnovabili, accompagnate da interventi di efficienza e risparmio.” Hanno partecipato alla conferenza rappresentanti del movimento popolare Nessun dorma e dell’associazione 25 aprile. La Goletta “Catholica” rimarrà a Civitavecchia fino al 6 ottobre, quando il viaggio riprenderà per toccare Anzio (7-12), San Felice Circeo (13-15) e Gaeta (16-19), prima della tappa conclusiva di Ventotene, in programma il 21 ottobre. La campagna “Goletta Verde nel Lazio” è realizzata con il contributo della Regione Lazio – Assessorato all’Ambiente e Sviluppo Sostenibile.

SCARICA IL PDF

Tags, , , , ,