Tag Archive DELIBERA

Vittoria! Approvata in Consiglio Comunale la delibera per pedonalizzare Via dei Fori e liberare il Colosseo dal traffico

L’Aula Giulio Cesare ha approvato la delibera di iniziativa popolare per la pedonalizzazione di Via dei Fori e dell’area del Colosseo. Un successo dell’associazione ambientalista che da trent’anni porta avanti questa battaglia di civiltà. Oggi in consiglio, dopo l’esposizione da parte della prima firmataria Cristiana Avenali si è arrivati all’esito positivo del voto.

“Questo è per noi un momento storico, finalmente la nostra delibera è stata approvata e la volontà dei romani di riappropriarsi della Bellezza dell’area del Colosseo, strappandola alle automobili – ha dichiarato Roberto Scacchi, direttore di Legambiente Lazio- è stata rispettata. Tale passaggio adesso sia seguito dalla decisione del Campidoglio di chiudere subito al traffico via dei Fori Imperiali, per quello che significa in termine di salute dei cittadini, di vivibilità della capitale e di messaggio al mondo intero. Ringraziamo tutti quei volontari di Legambiente che si sono prodigati per questo risultato, tutte le associazioni e i cittadini che ci hanno supportato in questo lungo percorso e la maggioranza del consiglio comunale che ha sancito infine questa bella vittoria.”

Nel 2012 Legambiente depositò in Campidoglio il testo della delibera di iniziativa popolare per la pedonalizzazione di via dei Fori Imperiali e dell’area del Colosseo. In quell’occasione vennero raccolte 6.400 firme e, dopo i recenti passaggi nelle commissioni mobilità e ambiente e dopo aver acquisito i pareri non ostativi richiesti, la delibera è arrivata all’approvazione definitiva dell’aula.

SCARICA IL PDF

Tags, , ,

Casal Giudeo, Legambiente: “Delibera irregolare, stop a nuovo cemento”

Casal Giudeo, Legambiente: “Delibera irregolare, stop a nuovo cemento”
“La delibera che implementa le ipotesi di compensazione urbanistica del Comune di Roma, approvata durante la scorsa consiliatura, è irregolare nel metodo e nel merito. Occorre dire basta a nuove edificazioni, serve una variante al PRG che apra piuttosto una fase di rigenerazione urbana – ha dichiarato Lorenzo Parlati, presidente di Legambiente Lazio-. In primo luogo, è stato saltato un passaggio fondamentale previsto dall’art. 6 Reg.to Decentramento secondo cui i Minucipi vanno obbligatoriamente sentiti. In più, tra gli otto beneficiari ci sono proprietà che non hanno fatto ricorso o che sono addirittura esterni al perimetro dell’area. Così si rischia un  Pericolosissimo precedente, siamo sempre stati contrari a nuove compensazioni, visto che anche quelle importanti per finalità ambientali, come quella di Tor Marancia, hanno comunque comportato un’enormità di metri cubi in altre parti della città. Stop a nuovo cemento, si punti alla riqualificazione delle aree già urbanizzate con la demolizione e ricostruzione dei vecchi quartieri.”

Così Legambiente commenta il blocco da parte del segretario generale del Comune di Roma della delibera A.C. n. 20/2013. Secondo l’associazione, l’obiettivo da perseguire è quello di portare qualità, servizi, aree verdi e piazze dove non ci sono, dove l’edilizia ha sostituito l’urbanistica e la città non è stata pensata per rendere buona la qualità della vita dei cittadini. I nuovi quartieri del futuro devono nascere pensati senz’auto, per muoversi a piedi, in bici e con il mezzo pubblico, con spazi comuni e servizi per chi ci abita, con edifici passivi alimentati solo da fonti rinnovabili. È questo il futuro, inutile continuare ad accanirsi con nuove case che nessuno compra e centri commerciali sfavillanti e vuoti.”Casal Giudeo, Legambiente: “Delibera irregolare, stop a nuovo cemento”

SCARICA IL PDF

Tags, ,

In seimilaquattrocento con Legambiente per i Fori pedonali

In seimilaquattrocento con Legambiente per i Fori pedonali

 Consegnate stamattina firme in Campidoglio per la delibera popolare Grazie ai romani, a tanti circoli, comitati, associazioni, cittadini il futuro è più vicino 

Seimilaquattrocentosei cittadini hanno firmato per liberare i Fori e il Colosseo dalle auto. A tre mesi esatti dalla presentazione della proposta, Legambiente raccoglie un importante successo, con la consegna questa mattina in Campidoglio delle firme raccolte per la delibera di iniziativa popolare per la  pedonalizzazione di Via dei Fori Imperiali e dell’area del Colosseo.

“E’ un enorme primo risultato, grazie a tanti cittadini, circoli, comitati, associazioni un futuro migliore per Roma e per il luogo più bello del mondo è più vicino, i romani vogliono che il Colosseo e i Fori Imperiali siano liberati da traffico e smog e aperti a chi vuole andare a piedi, in bicicletta, con i mezzi pubblici -affermano Lorenzo Parlati, presidente di Legambiente Lazio, e Cristiana Avenali, direttrice di  Legambiente Lazio-. Ringraziamo tutti coloro che si sono mobilitati, la crisi della politica che attraversiamo non ha depresso i cittadini, anzi li ha motivati ancora di più a partecipare e dire la loro, per un’associazione di volontariato come la nostra è un bellissimo risultato, costruito grazie al lavoro di tanti in Legambiente e in città. Ma non ci fermeremo di certo qui, ora raccolte le firme vogliamo continuare ad allargare la discussione, coinvolgere ancora altri soggetti, organizzare momenti di incontro e approfondimenti per affrontare le problematiche e delineare il futuro assetto dell’area. L’obiettivo finale è vedere approvata la delibera che i cittadini hanno sottoscritto, realizzato lo studio della mobilità e resa al più presto concreta la ciclo-pedonalizzazione dell’area. Lo abbiamo detto presentando la proposta: Roma se lo merita, merita un futuro diverso e migliore che a partire da un’idea concreta e simbolica realizzi
politiche per migliorare la qualità della vita nei quartieri e nelle periferie.”

La proposta di Legambiente ha superato le almeno 5mila firme necessarie per essere ricevuta formalmente, sottoscritta anche da diverse personalità, artisti, esponenti istituzionali e politici di
diversa provenienza, e quindi ora dovrà essere discussa dall’Assemblea capitolina. L’obiettivo della delibera è chiarissimo: impegna “il Sindaco e la Giunta -ed in particolare gli Assessori alla Mobilità, all’Ambiente e alla Cultura-, a predisporre entro un mese i necessari provvedimenti volti alla pedonalizzazione di Via dei Fori Imperiali e dell’intera piazza del Colosseo, anche dal lato di via Labicana e di via di San Gregorio, per la tutela e la valorizzazione dell’area archeologica centrale, con tappe precise da avviare nel più breve tempo possibile, e comunque non oltre tre mesi; un nuovo piano dell’assetto della circolazione (consentendo l’accesso alle biciclette e favorendo l’accessibilità delle persone con gravi difficoltà motorie), della sosta e del trasporto pubblico e un adeguato piano di comunicazione.”

Dopo approfonditi studi sulla mobilità pubblica e privata dell’area, Legambiente propone una strategia organica a breve, medio e lungo termine, da adottare a maggior ragione con il restauro dell’Anfiteatro Flavio che partirà a breve e con il cantiere della metro C che obbliga a limitare il traffico privato, piuttosto che ad avvicinarlo al monumento, come pure ancora sembra essere sciaguratamente ipotizzato dal Comune. Entro 60/90 giorni, l’istituzione in via definitiva della pedonalizzazione di via dei Fori Imperiali il sabato, la domenica e nei giorni festivi; la chiusura al traffico privato (auto e moto), dalle 10 alle 14 in entrambe le direzioni, della tratta da piazza Venezia a largo Corrado Ricci; l’ampliamento della Zona a Traffico Limitato lungo via Cavour, verificandone il perimetro (da largo Corrado Ricci sino a Santa Maria Maggiore) e gli orari di attuazione. Entro 8/12 mesi (medio termine), la chiusura al traffico privato (auto e moto) per l’intera settimana e senza limitazione di orario dell’intero tratto piazza Venezia-largo Corrado Ricci. Entro 12 mesi (lungo termine) la pedonalizzazione dell’intera via dei Fori Imperiali. Al fine di realizzare i provvedimenti, Legambiente raccomanda l’istituzione di un tavolo di consultazione con le categorie, le associazioni e tutti gli altri soggetti coinvolti, per monitorare l’attuazione del provvedimento e raccogliere istanze e proposte.

“Finalmente potremo dire basta al Colosseo spartitraffico, non si può aspettare ancora per pedonalizzare Via dei Fori Imperiali e la vetrina con la quale Roma parla al mondo – afferma Maurizio Gubbiotti, coordinatore della segreteria nazionale di Legambiente-. Mantenere Colosseo e Fori congestionati dal traffico fa sì che si fermino a 5,1 milioni di visitatori all’anno, mentre la Tour Eiffel supera i 7 e il Louvre gli 8 milioni. Servono scelte immediate per preservare e valorizzare un’area archeologica che costituisce un patrimonio unico, per battere l’inquinamento e cacciare gli oltre 3mila veicoli che la attraversano ogni ora. Dopo aver ottenuto la pedonalizzazione domenicale dei Fori Imperiali, che rappresenta un successo enorme ormai da quindici anni, con la consegna delle firme per questa delibera popolare sostenuta da una grande mobilitazione dei cittadini, vogliamo anche fare un passo avanti nel rimettere al centro dell’agenda politica una nuova stagione di limitazione del traffico veicolare privato a favore del mezzo pubblico su tutto il territorio nazionale, proprio a partire dalla pedonalizzazione dei Fori Imperiali.”
Si ringrazia per il supporto il free press Metro.
SCARICA IL PDF

Tags, , , ,

Colosseo, Legambiente: bene protezione contro ciarpame, ora subito anche pedonalizzazione.

Colosseo, Legambiente: bene protezione contro ciarpame, ora subito anche pedonalizzazione. Ultimi giorni per firmare proposta delibera popolare.

“Bene la protezione contro il ciarpame, i camion bar e i gladiatori, allargando anche l’area di rispetto oltre i 15 metri, ora al Colosseo va prevista subito anche la pedonalizzazione di Via dei Fori -afferma Cristiana Avenali, direttrice di Legambiente Lazio, in merito alle nuove direttive del Ministero dei Beni Culturali per il decoro e la tutela delle aree pubbliche di maggior pregio-. Un nuovo decoro per gli splendidi monumenti della Capitale è un passo necessario quanto fondamentale, e rimane assurdo che sia stata necessaria una direttiva del Ministro per spostare due furgoni, tre bancarelle e dieci personaggi mascherati da antichi romani. Ora l’inerme Comune deve subito far piazza pulita di quelle occupazioni e smetterla di continuare a procrastinare la pedonalizzazione dell’area. Un motivo in più per cogliere l’occasione di questi ultimi giorni e firmare la proposta di delibera popolare che Legambiente ha proposto. L’obiettivo delle almeno 5mila firme è vicino, ma serve un ultimo grande sforzo dei cittadini romani, ai quali Legambiente chiede di partecipare alla raccolta facendo firmare nei propri luoghi di studio e lavoro.”

Legambiente ricorda che mancano pochi giorni alla conclusione della raccolta firme della delibera di iniziativa popolare per la Pedonalizzazione dei Fori Imperiali ed è ancora possibile firmare presso gli Uffici Relazioni con il Pubblico (URP) dei Municipi dell’area centrale della città: Municipio 1 (via Luigi Petroselli 50), Municipio 3 (via Goito 35), Municipio 9 (via Tommaso Fortifiocca 71), Municipio 11 (via Benedetto Croce 50) e Municipio 17 (Cir.ne Trionfale 19) e in altri punti fissi per la raccolta firme: Mun. 2 sede Legambiente Lazio (Viale Regina Margherita 157, lun./ven. Ore 10/18), Mun. 3 sede circolo Legambiente Le Perseidi (Via dei Sabelli 119, info orari 06 4071210), Mun. 13 presso il Mediterranea (via Litoranea km 8), Mun. 17 sede circolo Roma Nord (via Capoprati 12a), Mun. 18 parco della Cellulosa (Via della Cellulosa 132, presso la biblioteca martedì e giovedì dalle 16.30 alle 19.30 e il sabato mattina dalle 10.30 alle 13.00).
Tutti possono aderire all’appello e sottoscrivere la proposta di delibera contattando Legambiente Lazio al tel. 06.85358051/77 e alla e-mail posta@legambientelazio.it anche per avere le
informazioni, il testo della delibera, i moduli e partecipare alla raccolta.

SCARICA IL PDF

Tags, , , ,

Pedonalizzazione Colosseo e Fori, Legambiente: sprint finale per la raccolta firme.

Pedonalizzazione Colosseo e Fori, Legambiente: sprint finale per la raccolta firme. Da domani si può firmare anche presso gli URP dei Municipi 1, 3, 9, 11 e 17.

Mancano solo due settimane alla conclusione della raccolta firme della delibera di iniziativa popolare promossa da Legambiente per la Pedonalizzazione dei Fori Imperiali e c’è ancora tanto da fare per raggiungere l’obiettivo delle almeno 5mila firme. Serve un grande sforzo collettivo, per questo Legambiente chiede a tutti di partecipare alla raccolta facendo firmare nei propri luoghi di studio, lavoro, nel quartiere e aiutando nei tavoli per la raccolta.

Da domani, mercoledì 10 ottobre, sarà possibile anche firmare per i prossimi 15 giorni presso gli Uffici Relazioni con il Pubblico (URP) dei Municipi dell’area centrale della città: Municipio 1 (via Luigi Petroselli 50), Municipio 3 (via Goito 35), Municipio 9 (via Tommaso Fortifiocca 71), Municipio 11 (via Benedetto Croce 50) e Municipio 17 (Cir.ne Trionfale 19). Altri punti per la raccolta firme sono: Mun. 2 sede Legambiente Lazio (Viale Regina Margherita 157, lun./ven. Ore 10/18), Mun. 3 sede circolo Legambiente Le Perseidi (Via dei Sabelli 119, info orari 06 4071210), Mun. 13 presso il Mediterranea (via Litoranea km 8), Mun. 17 sede circolo Roma Nord (via Capoprati 12a), Mun. 18 parco della Cellulosa (Via della Cellulosa 132, presso la biblioteca martedì e giovedì dalle 16.30 alle 19.30 e il sabato mattina dalle 10.30 alle 13.00). “La pedonalizzazione dei Fori è un grande progetto per la città, tanto concreto quanto simbolico per disegnare un futuro diverso, nel quale non solo nelle aree centrali ma anche nei quartieri più periferici ci si possa muovere a piedi, in bici e con il mezzo pubblico, battendo smog e traffico -afferma Lorenzo Parlati, presidente di Legambiente Lazio-. Nella delibera che proponiamo si arriva alla pedonalizzazione in tre passi, con una prima estensione della ZTL che oggi nell’area non c’è, poi con una chiusura al traffico anche il sabato oltre alla domenica quando già da quindici anni i Fori sono liberi dalle auto e infine con la chiusura completa, definendo un efficace servizio di trasporto pubblico.”

Tutti possono aderire all’appello e sottoscrivere la proposta di delibera contattando Legambiente Lazio al tel. 06.85358051/77 e alla e-mail posta@legambientelazio.it anche per avere le informazioni, il testo della delibera, i moduli e partecipare alla raccolta.

SCARICA IL PDF

Tags, , , , ,

Pedonalizzazione Colosseo e Fori, Legambiente: prime firme di artisti per la proposta di delibera

Pedonalizzazione Colosseo e Fori, Legambiente: prime firme di artisti per la proposta di delibera, Ascanio Celestini, Tullio Solenghi, Daniele Vicari e alcuni dei comici più amati di Zelig.

Obiettivo delle almeno 5.000 firme da centrare entro 15 giorni, serve partecipazione dei romani: week end 6/7 ottobre speciale raccolta firme, domenica dalle 10 alle 17 a Via dei Fori Ascanio Celestini, Tullio Solenghi, Daniele Vicari e alcuni dei comici più amati di Zelig, come Claudio Batta, Antonio D’Ausilio, Luca Klobas, Cinzia Marseglia, sono tra i primi artisti a sostenere la delibera di iniziativa popolare che Legambiente ha lanciato per ciclopedonalizzare Via dei Fori Imperiali e il Colosseo.

Dopo l’appello di Legambiente al mondo della cultura Legambiente sta raccogliendo le adesioni di artisti, scrittori, attori e personaggi del mondo della cultura che credono nella pedonalizzazione del luogo più bello del mondo. Nell’appello Legambiente aveva evidenziato che “l’area del Colosseo, dei Fori Imperiali, del Foro Romano e del Circo Massimo costituisce un patrimonio unico al
mondo, meraviglioso scenario di tante opere d’arte, del cinema, della musica, della letteratura antica e moderna. Una ricchezza storica, artistica, paesaggistica e monumentale, la cui integrità è
minacciata dall’intenso traffico che la attraversa, dall’inquinamento e dalle vibrazioni che provocano croste nere sui monumenti, incrementando il rischio di decadimento.”

Mancano solo 2 settimane al termine per la consegna delle firme e c’è ancora tanto da fare per raggiungere l’obiettivo delle almeno 5mila sottoscrizioni. Per questo Legambiente rilancia la richiesta di partecipare alla raccolta a tutti i cittadini interessati e sabato e domenica 6/7 ottobre saranno tanti i tavoli presso i quali firmare in giro per la città, in particolare domenica 7 ottobre dalle 10 alle 17 a Via dei Fori Imperiali.

Tutti possono aderire all’appello e sottoscrivere la proposta di delibera contattando Legambiente Lazio al tel. 06.85358051/77 e alla e-mail posta@legambientelazio.it anche per avere le informazioni, il testo della delibera, i moduli e partecipare alla raccolta.

SCARICA IL PDF

Tags, , , , , , , ,