Tag Archive firme

Assemblea Capitolina, Legambiente scrive al Presidente per mettere all’ordine del giorno le delibere di iniziativa popolare, a partire da quella per la completa pedonalizzazione dei Fori sottoscritta da 6.400 romani.

Assemblea Capitolina, Legambiente scrive al Presidente per mettere all’ordine del giorno le delibere di iniziativa popolare, a partire da quella per la completa pedonalizzazione dei Fori sottoscritta da 6.400 romani.

Visto che l’Assemblea Capitolina è inutilmente ferma per mancanza di delibere, Legambiente chiede al Presidente, sentiti i Capigruppo e le Commissioni, di mettere subito all’ordine del giorno le delibere di iniziativa popolare sottoscritte da migliaia di cittadini romani e ferme da anni nel cassetto. A partire da quella per la completa ciclo-pedonalizzazione dei Fori Imperiali e del Colosseo, sottoscritta da 6.400 romani, promossa da Legambiente stessa e da un vasto gruppo di associazioni e comitati. E’ questo il senso della lettera che Legambiente ha inviato stamattina al Presidente dell’Assemblea capitolina Mirko Coratti, ai presidenti delle Commissioni e ai Capigruppo.

“L’Assemblea Capitolina metta all’ordine del giorno le delibere di  iniziativa popolare sottoscritte da migliaia di cittadini, a partire da quella per la completa ciclo-pedonalizzazione dei Fori Imperiali, piuttosto che stare ferma in modo imbarazzante per mancanza di delibere -ha dichiarato Lorenzo Parlati, presidente di Legambiente Lazio-. Ci sono decine di delibere presentate secondo gli strumenti consentiti ai cittadini, di iniziativa popolare, su tantissimi importanti temi della vita cittadina. Delibere per le quali associazioni, volontari, comitati si sono dati tanto da fare senza poi vedere alcuna risposta da parte dell’Amministrazione. E allora dispiace  leggere che per due volte in una settimana l’Assemblea capitolina sia cancellata, quando si  potrebbero mettere all’ordine del giorno queste delibere e invitare i cittadini a presenziare alla discussione, come previsto. La più recente, in ordine di tempo, è quella per la pedonalizzazione dei Fori sulla quale l’amministrazione sta investendo tantissimo, sottoscritta da oltre 6.400 romani e presentata ormai quasi un anno fa. E’ tempo che sia discussa e approvata.”

Sono decine le delibere di iniziativa popolare, nemmeno tutte presenti sul sito di Roma Capitale (www.comune.roma.it/wps/portal/pcr?jp_pagecode=gab_sindaco_del.wp&ahew=jp_pagecode), presentate con migliaia di firme di sottoscrittori, spesso mai messe all’ordine del giorno delle Commissioni competenti e mai discusse dall’Assemblea Capitolina, come quella per la “Riqualificazione dell’area “B” adiacente l’auditorium di Roma” sottoscritta da 10mila cittadini, o quella per le “Procedure di acquisizione dell’ex manicomio di S. Maria della Pietà e attivazione di un iter partecipato per la progettazione del futuro utilizzo del complesso” con 9mila firmatari, la delibera che prevede la “Stesura di un piano regolatore che disciplini gli impianti di radio diffusione, telefonia mobile ed elettrodotti sul territorio comunale” con 22mila firme, la delibera per “Avvio di un processo di partecipazione dei cittadini romani al fine di progettare un sistema
sostenibile di mobilità incentrato sull’utilizzo del tram o di altro mezzo a trazione elettrica”con 11mila firme e altre ancora

SCARICA IL PDF

Tags, , , , ,

In seimilaquattrocento con Legambiente per i Fori pedonali

In seimilaquattrocento con Legambiente per i Fori pedonali

 Consegnate stamattina firme in Campidoglio per la delibera popolare Grazie ai romani, a tanti circoli, comitati, associazioni, cittadini il futuro è più vicino 

Seimilaquattrocentosei cittadini hanno firmato per liberare i Fori e il Colosseo dalle auto. A tre mesi esatti dalla presentazione della proposta, Legambiente raccoglie un importante successo, con la consegna questa mattina in Campidoglio delle firme raccolte per la delibera di iniziativa popolare per la  pedonalizzazione di Via dei Fori Imperiali e dell’area del Colosseo.

“E’ un enorme primo risultato, grazie a tanti cittadini, circoli, comitati, associazioni un futuro migliore per Roma e per il luogo più bello del mondo è più vicino, i romani vogliono che il Colosseo e i Fori Imperiali siano liberati da traffico e smog e aperti a chi vuole andare a piedi, in bicicletta, con i mezzi pubblici -affermano Lorenzo Parlati, presidente di Legambiente Lazio, e Cristiana Avenali, direttrice di  Legambiente Lazio-. Ringraziamo tutti coloro che si sono mobilitati, la crisi della politica che attraversiamo non ha depresso i cittadini, anzi li ha motivati ancora di più a partecipare e dire la loro, per un’associazione di volontariato come la nostra è un bellissimo risultato, costruito grazie al lavoro di tanti in Legambiente e in città. Ma non ci fermeremo di certo qui, ora raccolte le firme vogliamo continuare ad allargare la discussione, coinvolgere ancora altri soggetti, organizzare momenti di incontro e approfondimenti per affrontare le problematiche e delineare il futuro assetto dell’area. L’obiettivo finale è vedere approvata la delibera che i cittadini hanno sottoscritto, realizzato lo studio della mobilità e resa al più presto concreta la ciclo-pedonalizzazione dell’area. Lo abbiamo detto presentando la proposta: Roma se lo merita, merita un futuro diverso e migliore che a partire da un’idea concreta e simbolica realizzi
politiche per migliorare la qualità della vita nei quartieri e nelle periferie.”

La proposta di Legambiente ha superato le almeno 5mila firme necessarie per essere ricevuta formalmente, sottoscritta anche da diverse personalità, artisti, esponenti istituzionali e politici di
diversa provenienza, e quindi ora dovrà essere discussa dall’Assemblea capitolina. L’obiettivo della delibera è chiarissimo: impegna “il Sindaco e la Giunta -ed in particolare gli Assessori alla Mobilità, all’Ambiente e alla Cultura-, a predisporre entro un mese i necessari provvedimenti volti alla pedonalizzazione di Via dei Fori Imperiali e dell’intera piazza del Colosseo, anche dal lato di via Labicana e di via di San Gregorio, per la tutela e la valorizzazione dell’area archeologica centrale, con tappe precise da avviare nel più breve tempo possibile, e comunque non oltre tre mesi; un nuovo piano dell’assetto della circolazione (consentendo l’accesso alle biciclette e favorendo l’accessibilità delle persone con gravi difficoltà motorie), della sosta e del trasporto pubblico e un adeguato piano di comunicazione.”

Dopo approfonditi studi sulla mobilità pubblica e privata dell’area, Legambiente propone una strategia organica a breve, medio e lungo termine, da adottare a maggior ragione con il restauro dell’Anfiteatro Flavio che partirà a breve e con il cantiere della metro C che obbliga a limitare il traffico privato, piuttosto che ad avvicinarlo al monumento, come pure ancora sembra essere sciaguratamente ipotizzato dal Comune. Entro 60/90 giorni, l’istituzione in via definitiva della pedonalizzazione di via dei Fori Imperiali il sabato, la domenica e nei giorni festivi; la chiusura al traffico privato (auto e moto), dalle 10 alle 14 in entrambe le direzioni, della tratta da piazza Venezia a largo Corrado Ricci; l’ampliamento della Zona a Traffico Limitato lungo via Cavour, verificandone il perimetro (da largo Corrado Ricci sino a Santa Maria Maggiore) e gli orari di attuazione. Entro 8/12 mesi (medio termine), la chiusura al traffico privato (auto e moto) per l’intera settimana e senza limitazione di orario dell’intero tratto piazza Venezia-largo Corrado Ricci. Entro 12 mesi (lungo termine) la pedonalizzazione dell’intera via dei Fori Imperiali. Al fine di realizzare i provvedimenti, Legambiente raccomanda l’istituzione di un tavolo di consultazione con le categorie, le associazioni e tutti gli altri soggetti coinvolti, per monitorare l’attuazione del provvedimento e raccogliere istanze e proposte.

“Finalmente potremo dire basta al Colosseo spartitraffico, non si può aspettare ancora per pedonalizzare Via dei Fori Imperiali e la vetrina con la quale Roma parla al mondo – afferma Maurizio Gubbiotti, coordinatore della segreteria nazionale di Legambiente-. Mantenere Colosseo e Fori congestionati dal traffico fa sì che si fermino a 5,1 milioni di visitatori all’anno, mentre la Tour Eiffel supera i 7 e il Louvre gli 8 milioni. Servono scelte immediate per preservare e valorizzare un’area archeologica che costituisce un patrimonio unico, per battere l’inquinamento e cacciare gli oltre 3mila veicoli che la attraversano ogni ora. Dopo aver ottenuto la pedonalizzazione domenicale dei Fori Imperiali, che rappresenta un successo enorme ormai da quindici anni, con la consegna delle firme per questa delibera popolare sostenuta da una grande mobilitazione dei cittadini, vogliamo anche fare un passo avanti nel rimettere al centro dell’agenda politica una nuova stagione di limitazione del traffico veicolare privato a favore del mezzo pubblico su tutto il territorio nazionale, proprio a partire dalla pedonalizzazione dei Fori Imperiali.”
Si ringrazia per il supporto il free press Metro.
SCARICA IL PDF

Tags, , , ,

Colosseo, Legambiente: bene protezione contro ciarpame, ora subito anche pedonalizzazione.

Colosseo, Legambiente: bene protezione contro ciarpame, ora subito anche pedonalizzazione. Ultimi giorni per firmare proposta delibera popolare.

“Bene la protezione contro il ciarpame, i camion bar e i gladiatori, allargando anche l’area di rispetto oltre i 15 metri, ora al Colosseo va prevista subito anche la pedonalizzazione di Via dei Fori -afferma Cristiana Avenali, direttrice di Legambiente Lazio, in merito alle nuove direttive del Ministero dei Beni Culturali per il decoro e la tutela delle aree pubbliche di maggior pregio-. Un nuovo decoro per gli splendidi monumenti della Capitale è un passo necessario quanto fondamentale, e rimane assurdo che sia stata necessaria una direttiva del Ministro per spostare due furgoni, tre bancarelle e dieci personaggi mascherati da antichi romani. Ora l’inerme Comune deve subito far piazza pulita di quelle occupazioni e smetterla di continuare a procrastinare la pedonalizzazione dell’area. Un motivo in più per cogliere l’occasione di questi ultimi giorni e firmare la proposta di delibera popolare che Legambiente ha proposto. L’obiettivo delle almeno 5mila firme è vicino, ma serve un ultimo grande sforzo dei cittadini romani, ai quali Legambiente chiede di partecipare alla raccolta facendo firmare nei propri luoghi di studio e lavoro.”

Legambiente ricorda che mancano pochi giorni alla conclusione della raccolta firme della delibera di iniziativa popolare per la Pedonalizzazione dei Fori Imperiali ed è ancora possibile firmare presso gli Uffici Relazioni con il Pubblico (URP) dei Municipi dell’area centrale della città: Municipio 1 (via Luigi Petroselli 50), Municipio 3 (via Goito 35), Municipio 9 (via Tommaso Fortifiocca 71), Municipio 11 (via Benedetto Croce 50) e Municipio 17 (Cir.ne Trionfale 19) e in altri punti fissi per la raccolta firme: Mun. 2 sede Legambiente Lazio (Viale Regina Margherita 157, lun./ven. Ore 10/18), Mun. 3 sede circolo Legambiente Le Perseidi (Via dei Sabelli 119, info orari 06 4071210), Mun. 13 presso il Mediterranea (via Litoranea km 8), Mun. 17 sede circolo Roma Nord (via Capoprati 12a), Mun. 18 parco della Cellulosa (Via della Cellulosa 132, presso la biblioteca martedì e giovedì dalle 16.30 alle 19.30 e il sabato mattina dalle 10.30 alle 13.00).
Tutti possono aderire all’appello e sottoscrivere la proposta di delibera contattando Legambiente Lazio al tel. 06.85358051/77 e alla e-mail posta@legambientelazio.it anche per avere le
informazioni, il testo della delibera, i moduli e partecipare alla raccolta.

SCARICA IL PDF

Tags, , , ,

Pedonalizzazione Colosseo e Fori, Legambiente: prime firme di artisti per la proposta di delibera

Pedonalizzazione Colosseo e Fori, Legambiente: prime firme di artisti per la proposta di delibera, Ascanio Celestini, Tullio Solenghi, Daniele Vicari e alcuni dei comici più amati di Zelig.

Obiettivo delle almeno 5.000 firme da centrare entro 15 giorni, serve partecipazione dei romani: week end 6/7 ottobre speciale raccolta firme, domenica dalle 10 alle 17 a Via dei Fori Ascanio Celestini, Tullio Solenghi, Daniele Vicari e alcuni dei comici più amati di Zelig, come Claudio Batta, Antonio D’Ausilio, Luca Klobas, Cinzia Marseglia, sono tra i primi artisti a sostenere la delibera di iniziativa popolare che Legambiente ha lanciato per ciclopedonalizzare Via dei Fori Imperiali e il Colosseo.

Dopo l’appello di Legambiente al mondo della cultura Legambiente sta raccogliendo le adesioni di artisti, scrittori, attori e personaggi del mondo della cultura che credono nella pedonalizzazione del luogo più bello del mondo. Nell’appello Legambiente aveva evidenziato che “l’area del Colosseo, dei Fori Imperiali, del Foro Romano e del Circo Massimo costituisce un patrimonio unico al
mondo, meraviglioso scenario di tante opere d’arte, del cinema, della musica, della letteratura antica e moderna. Una ricchezza storica, artistica, paesaggistica e monumentale, la cui integrità è
minacciata dall’intenso traffico che la attraversa, dall’inquinamento e dalle vibrazioni che provocano croste nere sui monumenti, incrementando il rischio di decadimento.”

Mancano solo 2 settimane al termine per la consegna delle firme e c’è ancora tanto da fare per raggiungere l’obiettivo delle almeno 5mila sottoscrizioni. Per questo Legambiente rilancia la richiesta di partecipare alla raccolta a tutti i cittadini interessati e sabato e domenica 6/7 ottobre saranno tanti i tavoli presso i quali firmare in giro per la città, in particolare domenica 7 ottobre dalle 10 alle 17 a Via dei Fori Imperiali.

Tutti possono aderire all’appello e sottoscrivere la proposta di delibera contattando Legambiente Lazio al tel. 06.85358051/77 e alla e-mail posta@legambientelazio.it anche per avere le informazioni, il testo della delibera, i moduli e partecipare alla raccolta.

SCARICA IL PDF

Tags, , , , , , , ,

Colosseo, Legambiente: domenica mattina tutti ai Fori

Colosseo, Legambiente: domenica mattina tutti ai Fori
Appuntamento dalle 10 alle 14 al Colosseo per sottoscrivere la proposta di delibera popolare
Domenica mattina tutti ai Fori per chiedere la pedonalizzazione. Legambiente lancia l’appuntamento ai cittadini romani, a piedi, in bici, sui pattini per occupare pacificamente la strada come si fa da decenni quando c’è la chiusura al traffico domenicale. Una occasione bella per colorare la strada e riempirla di romani, ai quali Legambiente chiederà di firmare la proposta di iniziativa popolare per la pedonalizzazione dell’area.

“Basta chiacchiere, domenica tutti ai Fori Imperiali. Dopo la pedonalizzazione domenicale, le diverse Giunte di Roma non hanno mai realizzato la chiusura definitiva al traffico dei Fori e del Colosseo, facendo prevalere gli interessi di qualcuno a quello generale di tutti i cittadini romani e del mondo intero -afferma Lorenzo Parlati, presidente di Legambiente Lazio-. Oggi ci sono fatti nuovi, le preoccupazioni per lo stato del monumento peggiorato con traffico e maltempo, il cantiere della nuova Metro C, il restauro del Colosseo, che possono far finalmente avanzare la pedonalizzazione. Serve però che il dibattito si alzi di livello, bisogna toglierlo dalle discussioni anguste, poco appassionanti e di una parte contro l’altra della politica. Fa bene la Soprintendenza a informare i cittadini e per questo stesso motivo Legambiente ha lanciato la proposta di delibera popolare sulla quale stiamo continuando a raccogliere le almeno 5mila firme necessarie.”

Legambiente torna a puntare il dito contro il traffico, enorme criticità dell’area. Il monitoraggio effettuato dai volontari, e supportato da tecnici esperti, ha evidenziato che su 3.400 veicoli rilevati
nell’ora di punta in ingresso sul nodo nella tratta da largo Corrado Ricci verso il Colosseo -che attualmente senza alcuna limitazione di traffico, porta smog e rumore a pochi metri dall’Anfiteatro Flavio-, in media ben il 53% sono auto private, il 31% è costituito da moto e motorini, circa il 10% da mezzi adibiti al trasporto merci, il 4% sono taxi, circa il 2% autobus del trasporto pubblico, mentre biciclette e pullman turistici sono inferiori all’unità percentuale.

“Il Colosseo va tutelato contro lo smog che lo divora -afferma Cristiana Avenali, direttrice di Legambiente Lazio-. La Delibera sulla quale stiamo raccogliendo le firme fornisce precisi indirizzi al Sindaco ed alla Giunta per la pedonalizzazione di Via dei Fori Imperiali e dell’intera piazza del Colosseo, per la tutela e la valorizzazione dell’area archeologica centrale: entro un mese dall’approvazione definizione dei provvedimenti volti alla pedonalizzazione, entro tre mesi attuazione del nuovo piano di assetto della circolazione. E’ ora di riportare all’attualità i sogni e i progetti di Cederna, Argan, Petroselli.”

SCARICA IL PDF

Tags, , , , ,

Colosseo, Legambiente: bene restauro, ma pedonalizzare subito

Colosseo, Legambiente: bene restauro, ma pedonalizzare subito, andiamo avanti con raccolta firme per delibera di iniziativa popolare.
“Avere finalmente una data e un cronoprogramma per il restauro del Colosseo è davvero una buona notizia, ma il 2015 per la pedonalizzazione è davvero lontanissimo, futuribile direi al Sindaco Alemanno. Intanto grazie ai cittadini il tema è sul tavolo, ora andiamo avanti con la raccolta firme per la delibera di iniziativa popolare per cacciare subito le auto dal Colosseo -afferma Lorenzo Parlati, presidente di Legambiente Lazio-.”

Tutte le info per la raccolta firme (testo delibera, moduli, ecc) sono disponibili ai numeri 06/85358051-77 e alla email posta@legambientelazio.it (per ritirare i moduli e soprattutto organizzare punti per la raccolta firme in ogni quartiere).

SCARICA IL PDF

Tags, , , , ,