Tag Archive fori

Via dei Fori Imperiali pedonale non si tocca! Legambiente: “la Pedonalizzazione, ora che è così vicina, non sia messa in discussione”

Via dei Fori Imperiali pedonale non si tocca! Legambiente: “la Pedonalizzazione, ora che è così vicina, non sia messa in discussione”

Il TAR del Lazio ha aperto una istruttoria sulla bontà dell’iter che ha portato la scorsa estate ai passi avanti sulla pedonalizzazione di Via dei Fori Imperiali, gli attivisti di Legambiente chiedono che un provvedimento atteso da decenni ora così vicino, non sia messo in discussione.

“La pedonalizzazione di Via dei Fori Imperiali non si tocca! – dichiara Roberto Scacchi Presidente di Legambiente Lazio – è un provvedimento che attendiamo da decenni supportato dalla volontà popolare, non può essere fermato il percorso oggi che vediamo vicina l’attuazione definitiva. È un percorso che quando sarà concluso renderà più bella la capitale e restituirà al Colosseo il ruolo che gli spetta, non più quello di rotatoria per automobili, si vada ora avanti fino a liberare definitivamente i fori dal traffico”.

Lo scorso 25 giugno il consiglio comunale ha anche approvato la delibera di iniziativa popolare per liberare il Colosseo dalle auto, presentata da Legambiente supportata dalle firme di oltre 6000 romani.

SCARICA IL PDF

Tags, , , ,

Tornano le Domeniche a piedi

Bentornate Domeniche a piedi
Legambiente Lazio chiede all’Amministrazione subito un piano per le corsie preferenziali, la ciclo pedonalizzazione definitiva dei Fori, isole pedonali e percorsi ciclabili anche nelle zone semi-centrali e periferiche della città.
“Bentornate domeniche ecologiche, bellissime quanto necessarie per combattere l’allarme polveri sottili, bisogna continuare in questa direzione, a partire da un piano per le corsie preferenziali e dalla ciclo pedonalizzazione definitiva dei Fori, verificando pure la necessità di altri provvedimenti come le targhe alterne -dichiara Lorenzo Parlati, presidente di Legambiente Lazio-. Alla città serve un nuovo slancio sul trasporto pubblico, nuove corsie preferenziali protette su tutte le consolari permetterebbero di moltiplicare il numero delle corse dei bus, fino al 30% secondo dati Atac, rendendo il servizio migliore e garantendo puntualità e tempi certi agli utenti. E poi ancora isole pedonali e percorsi ciclabili anche nelle zone semi-centrali e periferiche della città.”

Le Domenica a piedi sono sempre state una grande occasione di partecipazione e sensibilizzazione per i cittadini che hanno lasciato ferme le auto dimostrando la grande voglia di una città senza
traffico, smog, rumore. Roma, d’altronde, secondo l’IX Rapporto Ispra sulla qualità dell’ambiente urbano, rimane la Capitale dell’inquinamento, con il 56% delle polveri sottili prodotto dalla combustione dei motori e un ulteriore incremento del 3% degli acquisti di autovetture secondo dati Aci, che portano il parco auto a quasi un milione e 600 mila mezzi privati. E tutto ciò nonostante una flessione del 10% del traffico privato dovuto in sostanza alla crisi economica.

SCARICA IL PDF

Tags, , , ,

Colosseo, ancora crolli. Legambiente: “Comune acceleri pedonalizzazione completa”

Colosseo, ancora crolli. Legambiente: “Comune acceleri pedonalizzazione completa”

“Il Colosseo continua a perdere pezzi per l’attacco ancora troppo serrato di smog e traffico, dopo l’avvio della pedonalizzazione il Comune deve accelerare ancora e arrivare alla chiusura completa di tutta l’area per liberare definitivamente l’area dai mezzi a motore -dichiara Lorenzo Parlati, presidente di Legambiente Lazio-. Quello di ieri è un’ulteriore grave segnale dell’erosione di uno dei nostri momumenti di punta, accanto a investimenti per controllo e manutenzione continua, la pedonalizzazione deve andare avanti e farlo in fretta. Si proceda con la ciclo-pedonalizzazione completa anche il sabato e progressivamente del tratto da Via Cavour a Piazza Venezia anche nelle mattinate dei giorni feriali. Proprio sabato prossimo, Legambiente insieme ad altre associazioni, scenderà ancora una volta in piazza per animare i Fori Imperiali con una grande iniziativa sulle energie rinnovabili.”

SCARICA IL PDF

 

Tags, , , , ,

Centomila alla “Festa ai Fori” di Legambiente “Ora subito pedonalizzazione anche il sabato, ZTL allargata e nuove iniziative culturali e ambientali nell’area.”

Centomila alla “Festa ai Fori” di Legambiente

“Ora subito pedonalizzazione anche il sabato, ZTL allargata e nuove iniziative culturali e ambientali nell’area.”
Centomila persone hanno invaso via dei Fori Imperiali, per la “Festa ai Fori” di Legambiente, la due giorni dell’eco-festival organizzato per festeggiare e rilanciare la ciclo-pedonalizzazione dei Fori e del Colosseo. Decine di mostre, laboratori gratuiti, spettacoli e dibattiti con esperti, nonostante il maltempo, hanno animato la strada liberata dalle automobili. “L’enorme partecipazione dei romani dimostra che la pedonalizzazione dei Fori deve andare avanti subito -afferma Lorenzo Parlati, presidente di Legambiente Lazio-, dopo le prime azioni la via va immediatamente liberata dalle auto anche di sabato e va allargata la ZTL nell’area con varchi elettronici, pedonalizzando nelle mattinate dei giorni feriali il tratto da Via Cavour a Piazza Venezia, riorganizzando il trasporto pubblico. Legambiente si è fatta promotrice di questa grande festa per tutti i cittadini, per rilanciare il progetto di pedonalizzazione, con un risultato straordinario che ci porta anche a chiedere che si dia continuità a iniziative culturali e ambientali nell’area.”

SCARICA IL PDF

Tags, , ,

“Festa ai Fori”, al via domani l’eco-festival di Legambiente per i Fori pedonalizzati

“Festa ai Fori”, al via domani l’eco-festival di Legambiente per i Fori pedonalizzati
Spettacoli, laboratori, mostre e dibattiti gratuiti dalle 10 alle 23 di sabato 14 e dalle 10 alle 20 di domenica 15
Domani alle 10, la Festa ai Fori si apre col Sindaco Marino
Domani al via la due giorni di spettacoli, laboratori, mostre e dibattiti gratuiti organizzati da Legambiente per far vivere l’area di Via dei Fori e del Colosseo liberi dalle auto. La “Festa ai Fori” si aprirà domani, sabato 14 settembre, alle ore 10 alla presenza del Sindaco di Roma, Ignazio Marino, per proseguire poi con tante attività fino a tarda serata.
Attività e laboratori dedicati a bambini ed adulti apriranno il ricco programma. Alla “Festa ai Fori” si potranno fare tantissime esperienze diverse: imparare a costruire giochi, cimentarsi in partite a scacchi, dama o realizzare spettacolari costruzioni con blocchi Kapla, avere incontri ravvicinati con gli animali, realizzare un cestino con le proprie mani o scoprire le combinazioni più bizzarre col bricolage e la
tecnica degli origami. Bambini e adulti potranno partecipare a sessioni di Yoga della Risata o sfrecciare in sella alle biciclette per slalom mozzafiato su Via dei Fori Imperiali, pasticciare con colori e trucchi per realizzare le maschere più divertenti, scoprire come si costruisce un foglio di carta riciclata, mettere su un orto da passeggio. Negli spazi laboratori, si potranno reinventare in modo creativo giocattoli a
partire da quelli usati e danneggiati o realizzare un segnalibro in Pula di Farro, sperimentare la globalità dei linguaggi e la costruzione di mongolfiere luminose. Completano il quadro, un seminario interattivo per scoprire come risparmiare sulla bolletta grazie alle energie rinnovabili e informazioni per chi volesse avviare attività nel settore del risparmio energetico, tutela del patrimonio, orti urbani. Per tutti
saranno disponibili passeggiate ai Fori per saperne di più sulla storia dell’Anfiteatro Flavio e di tutta l’area. Domani, alle ore 17, il primo dibattito con istituzioni ed esperti del settore sul tema “Dai Fori Imperiali verso l’area Metropolitana. Non solo Roma, le opportunità dei territori: reti ecologiche, infrastrutture e trasporto pubblico, qualità dei territori, nuovo modello di sviluppo”. Coordina: Rossana Livolsi, vice caporedattrice TGR Lazio. Intervengono: Cristiana Avenali, Consigliera Regione Lazio gruppo “Per il Lazio”; Giovanni Caudo, Assessore alla Trasformazione Urbana di Roma Capitale; Vittorio Cogliati Dezza, Presidente Legambiente; Gianni Innocenti, Presidente del circolo Legambiente di Tivoli; Esterino Montino, Sindaco del Comune di Fiumicino *; Daniele Ognibene, Presidente del Consiglio Comunale di Velletri; Roberto Scacchi, Direttore Legambiente Lazio; Alessandro Sterpa, vice Segretario Generale Regione Lazio; Mauro Veronesi, Responsabile Territorio Legambiente Lazio (* in attesa di conferma).
Nell’occasione della Festa, Legambiente lancerà la campagna “Amici dei Fori e del Colosseo liberi dalle auto” per raccogliere sostenitori per la pedonalizzazione e per un nuovo futuro per l’area archeologica più bella del mondo. L’eco-festival di Legambiente sarà l’occasione per radunare tutti coloro che vogliono togliere definitivamente al Colosseo il ruolo di spartitraffico. Tutti gli “Amici dei Fori” saranno riconoscibili dalla speciale spilletta colo Colosseo stilizzato e riceveranno un attestato ufficiale al momento della sottoscrizione.Balli e canti popolari di Velletri alle ore 16 con il gruppo folkloristico ‘O Stazzo’. Alle 20:30 i Five Miles aprono il programma degli spettacoli musicali, a seguire le melodie mediterranee e i ritmi multietnici dei Tupa Ruja. A chiudere la serata musiche e danze del continente  afficano con i Mandenko.

Nell’area stand tanti gli espositori con i loro prodotti legati a fonti rinnovabili, gastronomia tipica, artigianato, florovivaismo,  innovazione ambientale. Uno stand informativo a disposizione per conoscere la politica agricola comune (PAC) nel quadro del “Progetto Agriculture -La Politique Agricole à l’horizon de l’Europe 2020” co-finanziato dalla Commissione Europea Dg Agricoltura e Sviluppo Rurale.

Il programma e tutti gli aggiornamenti sulla Festa ai Fori su www.legambientelazio.it

SCARICA IL PDF

Tags, , ,

Fori, Legambiente: irresponsabile chi chiede di rinviare avvio pedonalizzazione.

Fori, Legambiente: irresponsabile chi chiede di rinviare avvio pedonalizzazione.

“E’ irresponsabile chi vuole continuare anche solo per qualche mese a lasciare al Colosseo e ai Fori il ruolo di spartitraffico per le automobili, stiano attenti i vari politicanti romani a rischiare di avere sulla coscienza nuovi crolli per vibrazioni e smog -dichiara Lorenzo Parlati, presidente di Legambiente Lazio-. I gas di scarico delle automobili stanno sbriciolando il Colosseo, è questo il problema dal quale siamo ripartiti come Legambiente, riprendendo gli allarmi degli anni ’70 di Petroselli e Argan. I tecnici della Soprintendenza archeologica di Roma hanno lanciato mille allarmi di una gravità inaudita. A Roma il più importante monumento al mondo, l’Anfiteatro Flavio rimane ancora oggi un prestigioso spartitraffico, è chiaro allora che all’importante restauro del monumento si deve accompagnare l’immediata pedonalizzazione dell’area. Su questo

Legambiente è chiara, e al Sindaco Marino chiede di rendere subito noti i passi del percorso che partirà tra pochi giorni, per arrivare in tempi certi alla completa chiusura al traffico privato dell’intera via dei Fori Imperiali, dell’intera piazza del Colosseo anche dal lato di via Labicana.” Legambiente ricorda i dati che con il passare del tempo peggiorano la situazione, con l’avanzare inesorabile del processo. Era il 2000, quando con la campagna Salvalarte i tecnici ambientalisti monitorarono la situazione dell’inquinamento dell’Anfiteatro Flavio, con risultati molto preoccupanti. Già allora oltre a detenere il primato del monumento italiano più visitato (nel 1998 i visitatori erano oltre 2,3 milioni, alla fine del 2009 sono stati quasi 5 milioni), al Colosseo le polveri facevano registrare picchi di 170 microgrammi per metro cubo, il biossido di azoto che più volte superava i 100 microgrammi per metro cubo e il biossido di zolfo oltre 10 microgrammi per metro cubo. Nel maggio 2012, invece, Legambiente aveva rilevato che di fronte al monumento transitano ogni ora oltre duemila veicoli (dei quali l’81% sono privati tra auto, motorini, pullman turistici, furgoni e camion) e che la quasi totalità del traffico (90,4%) arriva da via Cavour e va in direzione di via Labicana.

“Già dagli anni ’80 decine di migliaia di cittadini parteciparono in massa alle prime chiusure domenicali della via dei Fori Imperiali, straordinarie occasioni per riappropriarsi della città antica, alle quali dare subito più spazio facendo avanzare l’avvio della pedonalizzazione -continua Lorenzo Parlati-. Ora la situazione è ancora peggiore di quanto sapevamo, lo smog assale il Colosseo e i monumenti producendo una reazione chimica a catena che ne sbriciola parti importanti, i tecnici parlano di ‘cancro della pietra’ e di ‘metastasi’, con parole che pesano come macigni su chiunque ha a cuore la nostra meravigliosa città. E’ il momento di ridare fiato alle meravigliose idee di Cederna, Argan, Petroselli, Roma se lo merita. Che ci siano criticità, considerata l’importanza del provvedimento, è normale, ma paventare obiezioni fini a loro stesse è sbagliato, alle obiezioni bisogna affiancare le proposte, in un percorso partecipato, ma orientato nella direzione che i Fori vanno pedonalizzati.

Bisogna sgombrare il campo dalle critiche pretestuose, è una cretinata affermare che il giro in auto attorno al Colosseo è bello e irrinunciabile,un pretesto per avanzare dubbi su una misura fondamentale per il futuro della Capitale, annunciata da decenni, che finalmente si concretizza. Fondamentale da subito sarà anche animare l’area con manifestazioni e iniziative culturali, per questo abbiamo proposto all’amministrazione di organizzare una due giorni di festa, da svolgere a settembre proprio nella zona del Colosseo e dei Fori pedonalizzati.”

Da trent’anni si discute della pedonalizzazione, dal progetto di parco archeologico di Benevolo del 1988 al progetto Fori di Cederna. L’impegno di Argan prima e Petroselli poi portò all’eliminazione della via del Foro Romano, che divideva il Campidoglio dal Foro Repubblicano e l’unione del Colosseo all’Arco di Costantino, realizzando la continuità dell’area archeologica. Un appello preparato da Cederna e dall’archeologo Coarelli fu sottoscritto da 240 studiosi italiani e stranieri: con la chiusura al traffico e con il recupero del grande complesso archeologico, si otterrebbe “un parco archeologico senza pari al mondo, comprendente i Fori Imperiali, il Foro Romano, e il Colosseo, e quindi uno straordinario spazio per la ricreazione e la cultura, tale da permettere un rapporto vitale e non retorico con il nostro passato”.

SCARICA IL PDF

Tags, ,