Tag Archive fori

Domenica 14 aprile ai Fori Imperiali Legambiente torna a chiedere la pedonalizzazione dell’area del Colosseo

Settimana della Bellezza 13-21 aprile
Domenica 14 aprile ai Fori Imperiali Legambiente torna a chiedere la pedonalizzazione dell’area del Colosseo
Domenica 14 aprile Legambiente Lazio organizza un evento per festeggiare le 6.400 firme raccolte e consegnate in Campidoglio lo scorso ottobre, per la delibera di iniziativa popolare che chiede la pedonalizzazione di Via dei Fori Imperiali e dell’area del Colosseo. Sarà l’occasione per ribadire ancora una volta che un’area così pregiata deve essere chiusa al traffico. Dalle 10 alle 17 si susseguiranno attività di laboratorio e di animazione delle  associazioni che prenderanno parte all’iniziativa.

“L’area di Via dei Fori Imperiali e del Colosseo va chiusa al traffico per salvaguardare e valorizzare uno dei più importanti simboli della città di Roma e del nostro Paese insieme a tutto il complesso archeologico circostante –ha dichiarato Lorenzo Parlati, presidente di Legambiente Lazio-. Serve una strategia organica a breve, medio e lungo termine per ridurre smog e traffico che logorano giorno dopo giorno l’anfiteatro. Con questa iniziativa vogliamo creare un ulteriore momento di discussione ed approfondimento. La pedonalizzazione diventa un’azione ancora più urgente visti i lavori di restauro e l’avvio del cantiere della metro C che partiranno nei prossimi giorni. Nemmeno in questa occasione il Campidoglio ha avuto il coraggio di ridurre il traffico privato pensando di risolvere il problema con l’eliminazione dell’isola spartitraffico in corrispondenza dell’attraversamento  pedonale.”

La Settimana della Bellezza si svolgerà a livello nazionale dal 13 al 21 aprile nell’ambito della campagna nazionale “Italia Bellezza Futuro”. È la risposta di Legambiente all’annullamento della Settimana della Cultura 2013 da parte del Ministero per i Beni e le Attività Culturali.

Durante il prossimo week-end altre iniziative nella Regione Lazio. Il 13 aprile sarà possibile visitare gratuitamente la Riserva Naturale Nomentum, oasi naturale sfuggita all’urbanizzazione ricca di paesaggi incontaminati e reperti archeologici. Appuntamento alle ore 10 presso la sede della riserva, al Km 21 della strada provinciale Nomentana. Domenica 14 aprile visita guidata gratuita alla Riserva Naturale Macchia di Gattaceca. Percorso che inizierà alle ore 10, partendo da via Reatina. Possibilità di partecipare ad un laboratorio di archeologia per adulti e anche per i più piccoli. Per maggiori informazioni www.legambientelazio.it

SCARICA IL PDF

Tags, , ,

Salviamo il Colosseo, blitz di Legambiente per pedonalizzare i Fori Imperiali

Salviamo il Colosseo, blitz di Legambiente per pedonalizzare i Fori Imperiali 

Da oggi online una petizione internazionale per liberare il Colosseo da traffico e smog 

“Questa è la storia in diretta, è come tornare indietro di secoli. Non capisco come permettano alle macchine di circolare intorno a un gioiello del genere”Fermin Garzon a Pedra Delicado, osservando il Colosseo, in Gli onori di casa, di Alicia Giménez-Bartelett Salviamo il Colosseo, Save the Colosseum, Sauver le Colisèe, Guardamos el Coliseo, Speichern Sie die Coliseum. E’ questo l’appello in dieci lingue che Legambiente ha lanciato con un blitz a via dei Fori Imperiali di fronte all’Anfiteatro Flavio, presentando una petizione internazionale che prende il via oggi nella comunità online Avaaz.org, a sostegno della delibera popolare per la pedonalizzazione dei Fori e dell’area del Colosseo, sottoscritta da seimilaquattrocento romani nei mesi scorsi.

Torna di fronte al monumento più famoso del mondo, il lenzuolone “No allo smog” di Legambiente, nell’ambito della campagna nazionale itinerante – Italia, bellezza, futuro – che lega i temi di una proposta di legge presentata dall’associazione a situazioni territoriali concrete e simboliche, tra le prime proprio il Colosseo. E per l’occasione decine di turisti hanno potuto scattare una speciale foto-cartolina con la scritta “Salviamo il Colosseo”, stampata in dieci lingue. “L’iniziativa di oggi – ha dichiarato Vanessa Pallucchi, responsabile nazionale Qualità culturale dei territori di Legambiente – è legata alla proposta di disegno di legge sulla bellezza che stiamo illustrando in ogni tappa della campagna sul territorio italiano. La bellezza è la caratteristica che il mondo riconosce al nostro Paese. Il Colosseo e i Fori imperiali sono un’eredità che non solo dobbiamo adeguatamente conservare, ma intorno a cui dobbiamo costruire nuove opportunità di bellezza. Perchè scommettere sulla bellezza non è un vezzo, è la chiave per immaginare un futuro oltre la crisi. Lì stanno le nostre radici, la nostra identità, e da lì dobbiamo costruire il nostro sviluppo”.

Obiettivo della nuova petizione internazionale di Legambiente è sostenere la delibera che da tre mesi giace nei cassetti del Campidoglio, invece di essere discussa nelle commissioni competenti, che impegnerebbe “il Sindaco e la Giunta (…) a predisporre entro un mese i necessari provvedimenti volti alla pedonalizzazione di Via dei Fori Imperiali e dell’intera piazza del Colosseo, anche dal lato di via Labicana e di via di San Gregorio, per la tutela e la valorizzazione dell’area archeologica centrale, con tappe precise da avviare nel più breve tempo possibile, e comunque non oltre tre mesi; un nuovo piano dell’assetto della circolazione (consentendo l’accesso alle biciclette e favorendo l’accessibilità delle persone con gravi difficoltà motorie), della sosta e del trasporto pubblico e un adeguato piano di comunicazione.”

“Basta chiacchiere, Alemanno già domattina potrebbe cacciare via le auto dal Colosseo e dai Fori Imperiali ma non ha alcuna intenzione di farlo accampando scuse -hanno dichiarato
Lorenzo Parlati, presidente di Legambiente Lazio, e Cristiana Avenali, direttrice di Legambiente Lazio-. La nostra delibera popolare sottoscritta da migliaia di romani è facilmente attuabile, a
partire dalla ZTL che sarebbe il primo passo per la pedonalizzazione completa. La discussione deve uscire dal chiuso della miope politica capitolina, per questo Legambiente rilancia e allarga a tutti i cittadini del mondo la possibilità di firmare una petizione internazionale per costringere il Comune di Roma a capire l’importanza del Colosseo. Roma merita molto di più delle automobili intorno al monumento più famoso del mondo.”

Le proposte di Legambiente, messe su carta dopo approfonditi studi sulla mobilità pubblica e privata dell’area, sono chiarissime e prevedono una strategia organica a breve, medio e lungo
termine, da adottare a maggior ragione con il restauro dell’Anfiteatro Flavio che partirà a breve e con il cantiere della metro C che obbliga a limitare il traffico privato, piuttosto che ad avvicinarlo al monumento. Entro 60/90 giorni, l’istituzione in via definitiva della pedonalizzazione di via dei Fori Imperiali il sabato, la domenica e nei giorni festivi; la chiusura al traffico privato (auto e moto), dalle 10 alle 14 in entrambe le direzioni, della tratta da piazza Venezia a largo Corrado Ricci; l’ampliamento della Zona a Traffico Limitato lungo via Cavour, verificandone il perimetro (da largo Corrado Ricci sino a Santa Maria Maggiore) e gli orari di attuazione. Entro 8/12 mesi (medio termine), la chiusura al traffico privato (auto e moto) per l’intera settimana e senza limitazione di orario dell’intero tratto piazza Venezia-largo Corrado Ricci. Entro 12 mesi (lungo termine) la pedonalizzazione dell’intera via dei Fori Imperiali. Al fine di realizzare i provvedimenti,
Legambiente raccomanda l’istituzione di un tavolo di consultazione con le categorie, le associazioni e tutti gli altri soggetti coinvolti, per monitorare l’attuazione del provvedimento e raccogliere istanze e proposte.

Per firmare la petizione online
http://www.avaaz.org/it/petition/Salviamo_il_Colosseo_Save_the_Colosseum_Liberiamo_Via_ dei_Fori_Imperiali_dalle_automobili_e_dallo_smog

SCARICA IL PDF

Tags, , , , ,

Colosseo, Legambiente: Alemanno basta scuse, subito via le auto

Colosseo, Legambiente: Alemanno basta scuse, subito via le auto

“Il Colosseo a colori è una scoperta stupenda, complimenti alla Soprintendenza ai beni archeologici di Roma e ai restauratori per il lavoro che stanno compiendo, un nuovo motivo per cacciare lo smog e il traffico che minacciano i monumenti più belli del mondo -afferma Lorenzo Parlati, presidente di Legambiente Lazio-. Salvare quel che resta delle superfici intonacate è fondamentale per ricostruire la storia del monumento, le raffigurazioni policrome scoperte, le decorazioni con motivi vegetali, le figure simboliche e iscrizioni rappresentano un valore importantissimo per Roma e per l’intero paese. L’area dei Fori Imperiali e del Colosseo va salvaguardata a ogni costo, va pedonalizzata come hanno chiesto i seimilaquattrocento cittadini che hanno firmato la delibera popolare di Legambiente per togliere le auto che la invadono e aprirla a chi vuole andare a piedi, in bicicletta, con i mezzi pubblici. In questo senso, preoccupa il silenzio del Comune di Roma circa il nuovo assetto della circolazione per i sette anni di cantiere della Metro C, impossibili da gestire senza togliere le auto da via dei Fori Imperiali, fermando così lo sgretolamento del Colosseo sotto l’attacco delle polveri e delle vibrazioni di migliaia di macchine, pullman, persino camion.”

SCARICA IL PDF

Tags, , , , , ,

Legambiente con #salvaiciclisti in ricordo di Eva

Legambiente con #salvaiciclisti in ricordo di Eva
Mai più morti in bicicletta: bilancio Comune dimentica completamente fondi
per ciclabilità, su Fori Imperiali dopo delibera iniziativa popolare subito ciclopedonalizzazione.
Legambiente torna a Via dei Fori Imperiali a pochi giorni dalla consegna delle 6.400 firme per la pedonalizzazione dell’area del Colosseo, per ricordare Eva Bohdalova nell’anniversario della sua tragica morte, insieme agli attivisti del movimento #salvaiciclisti. “E’ importante ricordare Eva, perché è  importante ricordare la persona e come è avvenuta la sua tragica morte, in bicicletta sui Fori imperiali, affinché non ci siano più morti come la sua -afferma Cristiana Avenali, direttrice di Legambiente Lazio-. A distanza di tre anni non è cambiato nulla, il Comune di Roma sta approvando solo in questi giorni di fine anno il bilancio 2012, dimenticando completamente i fondi per gli interventi del piano della ciclabilità, che il Sindaco Alemanno aveva promesso proprio nell’occasione della manifestazione nazionale di #salvaiciclisti con il solito spot elettorale. I dati di Ecosistema urbano ci dicono che a Roma sono disponibili solo 1,06 metri di ciclabili ogni 100 abitanti, un’inezia che richiederebbe politiche serie e concrete e non
di certo annunci sconcertanti contro i ciclisti come quelli del nuovo comandante dei Vigili Urbani, proprio mentre Via dei Fori imperiali continua ad essere utilizzata come un’autostrada dove sfrecciano 3.200 veicoli l’ora tra macchine, camion, pullman e dove turisti, pedoni e ciclisti rischiano ogni giorno la vita. Anche per questo Legambiente si è fatta promotrice della proposta di delibera di iniziativa popolare per la ciclo- pedonalizzazione di Via dei Fori imperiali che ha avuto un enorme primo risultato, grazie a tanti cittadini, circoli, comitati, associazioni con il raggiungimento dell’obiettivo delle 5.000 firme necessarie, superato di ben 1.400 firme. Ora continueremo a tenere alta l’iniziativa e allargare la discussione affinché
l’amministrazione comunale ascolti le richieste dei cittadini e dia un futuro migliore a Roma, con nuove zone con limite di velocità ribassato a 30 km/h in tutti i quartieri, e una scelta definitiva per il luogo più bello del mondo, il Colosseo e i Fori Imperiali che i romani vogliono liberi da traffico e smog e aperti a chi vuole andare a piedi, in bicicletta, con i mezzi pubblici.”

SCARICA ILPDF

Tags, , , , ,

In seimilaquattrocento con Legambiente per i Fori pedonali

In seimilaquattrocento con Legambiente per i Fori pedonali

 Consegnate stamattina firme in Campidoglio per la delibera popolare Grazie ai romani, a tanti circoli, comitati, associazioni, cittadini il futuro è più vicino 

Seimilaquattrocentosei cittadini hanno firmato per liberare i Fori e il Colosseo dalle auto. A tre mesi esatti dalla presentazione della proposta, Legambiente raccoglie un importante successo, con la consegna questa mattina in Campidoglio delle firme raccolte per la delibera di iniziativa popolare per la  pedonalizzazione di Via dei Fori Imperiali e dell’area del Colosseo.

“E’ un enorme primo risultato, grazie a tanti cittadini, circoli, comitati, associazioni un futuro migliore per Roma e per il luogo più bello del mondo è più vicino, i romani vogliono che il Colosseo e i Fori Imperiali siano liberati da traffico e smog e aperti a chi vuole andare a piedi, in bicicletta, con i mezzi pubblici -affermano Lorenzo Parlati, presidente di Legambiente Lazio, e Cristiana Avenali, direttrice di  Legambiente Lazio-. Ringraziamo tutti coloro che si sono mobilitati, la crisi della politica che attraversiamo non ha depresso i cittadini, anzi li ha motivati ancora di più a partecipare e dire la loro, per un’associazione di volontariato come la nostra è un bellissimo risultato, costruito grazie al lavoro di tanti in Legambiente e in città. Ma non ci fermeremo di certo qui, ora raccolte le firme vogliamo continuare ad allargare la discussione, coinvolgere ancora altri soggetti, organizzare momenti di incontro e approfondimenti per affrontare le problematiche e delineare il futuro assetto dell’area. L’obiettivo finale è vedere approvata la delibera che i cittadini hanno sottoscritto, realizzato lo studio della mobilità e resa al più presto concreta la ciclo-pedonalizzazione dell’area. Lo abbiamo detto presentando la proposta: Roma se lo merita, merita un futuro diverso e migliore che a partire da un’idea concreta e simbolica realizzi
politiche per migliorare la qualità della vita nei quartieri e nelle periferie.”

La proposta di Legambiente ha superato le almeno 5mila firme necessarie per essere ricevuta formalmente, sottoscritta anche da diverse personalità, artisti, esponenti istituzionali e politici di
diversa provenienza, e quindi ora dovrà essere discussa dall’Assemblea capitolina. L’obiettivo della delibera è chiarissimo: impegna “il Sindaco e la Giunta -ed in particolare gli Assessori alla Mobilità, all’Ambiente e alla Cultura-, a predisporre entro un mese i necessari provvedimenti volti alla pedonalizzazione di Via dei Fori Imperiali e dell’intera piazza del Colosseo, anche dal lato di via Labicana e di via di San Gregorio, per la tutela e la valorizzazione dell’area archeologica centrale, con tappe precise da avviare nel più breve tempo possibile, e comunque non oltre tre mesi; un nuovo piano dell’assetto della circolazione (consentendo l’accesso alle biciclette e favorendo l’accessibilità delle persone con gravi difficoltà motorie), della sosta e del trasporto pubblico e un adeguato piano di comunicazione.”

Dopo approfonditi studi sulla mobilità pubblica e privata dell’area, Legambiente propone una strategia organica a breve, medio e lungo termine, da adottare a maggior ragione con il restauro dell’Anfiteatro Flavio che partirà a breve e con il cantiere della metro C che obbliga a limitare il traffico privato, piuttosto che ad avvicinarlo al monumento, come pure ancora sembra essere sciaguratamente ipotizzato dal Comune. Entro 60/90 giorni, l’istituzione in via definitiva della pedonalizzazione di via dei Fori Imperiali il sabato, la domenica e nei giorni festivi; la chiusura al traffico privato (auto e moto), dalle 10 alle 14 in entrambe le direzioni, della tratta da piazza Venezia a largo Corrado Ricci; l’ampliamento della Zona a Traffico Limitato lungo via Cavour, verificandone il perimetro (da largo Corrado Ricci sino a Santa Maria Maggiore) e gli orari di attuazione. Entro 8/12 mesi (medio termine), la chiusura al traffico privato (auto e moto) per l’intera settimana e senza limitazione di orario dell’intero tratto piazza Venezia-largo Corrado Ricci. Entro 12 mesi (lungo termine) la pedonalizzazione dell’intera via dei Fori Imperiali. Al fine di realizzare i provvedimenti, Legambiente raccomanda l’istituzione di un tavolo di consultazione con le categorie, le associazioni e tutti gli altri soggetti coinvolti, per monitorare l’attuazione del provvedimento e raccogliere istanze e proposte.

“Finalmente potremo dire basta al Colosseo spartitraffico, non si può aspettare ancora per pedonalizzare Via dei Fori Imperiali e la vetrina con la quale Roma parla al mondo – afferma Maurizio Gubbiotti, coordinatore della segreteria nazionale di Legambiente-. Mantenere Colosseo e Fori congestionati dal traffico fa sì che si fermino a 5,1 milioni di visitatori all’anno, mentre la Tour Eiffel supera i 7 e il Louvre gli 8 milioni. Servono scelte immediate per preservare e valorizzare un’area archeologica che costituisce un patrimonio unico, per battere l’inquinamento e cacciare gli oltre 3mila veicoli che la attraversano ogni ora. Dopo aver ottenuto la pedonalizzazione domenicale dei Fori Imperiali, che rappresenta un successo enorme ormai da quindici anni, con la consegna delle firme per questa delibera popolare sostenuta da una grande mobilitazione dei cittadini, vogliamo anche fare un passo avanti nel rimettere al centro dell’agenda politica una nuova stagione di limitazione del traffico veicolare privato a favore del mezzo pubblico su tutto il territorio nazionale, proprio a partire dalla pedonalizzazione dei Fori Imperiali.”
Si ringrazia per il supporto il free press Metro.
SCARICA IL PDF

Tags, , , ,

Colosseo, Legambiente: bene protezione contro ciarpame, ora subito anche pedonalizzazione.

Colosseo, Legambiente: bene protezione contro ciarpame, ora subito anche pedonalizzazione. Ultimi giorni per firmare proposta delibera popolare.

“Bene la protezione contro il ciarpame, i camion bar e i gladiatori, allargando anche l’area di rispetto oltre i 15 metri, ora al Colosseo va prevista subito anche la pedonalizzazione di Via dei Fori -afferma Cristiana Avenali, direttrice di Legambiente Lazio, in merito alle nuove direttive del Ministero dei Beni Culturali per il decoro e la tutela delle aree pubbliche di maggior pregio-. Un nuovo decoro per gli splendidi monumenti della Capitale è un passo necessario quanto fondamentale, e rimane assurdo che sia stata necessaria una direttiva del Ministro per spostare due furgoni, tre bancarelle e dieci personaggi mascherati da antichi romani. Ora l’inerme Comune deve subito far piazza pulita di quelle occupazioni e smetterla di continuare a procrastinare la pedonalizzazione dell’area. Un motivo in più per cogliere l’occasione di questi ultimi giorni e firmare la proposta di delibera popolare che Legambiente ha proposto. L’obiettivo delle almeno 5mila firme è vicino, ma serve un ultimo grande sforzo dei cittadini romani, ai quali Legambiente chiede di partecipare alla raccolta facendo firmare nei propri luoghi di studio e lavoro.”

Legambiente ricorda che mancano pochi giorni alla conclusione della raccolta firme della delibera di iniziativa popolare per la Pedonalizzazione dei Fori Imperiali ed è ancora possibile firmare presso gli Uffici Relazioni con il Pubblico (URP) dei Municipi dell’area centrale della città: Municipio 1 (via Luigi Petroselli 50), Municipio 3 (via Goito 35), Municipio 9 (via Tommaso Fortifiocca 71), Municipio 11 (via Benedetto Croce 50) e Municipio 17 (Cir.ne Trionfale 19) e in altri punti fissi per la raccolta firme: Mun. 2 sede Legambiente Lazio (Viale Regina Margherita 157, lun./ven. Ore 10/18), Mun. 3 sede circolo Legambiente Le Perseidi (Via dei Sabelli 119, info orari 06 4071210), Mun. 13 presso il Mediterranea (via Litoranea km 8), Mun. 17 sede circolo Roma Nord (via Capoprati 12a), Mun. 18 parco della Cellulosa (Via della Cellulosa 132, presso la biblioteca martedì e giovedì dalle 16.30 alle 19.30 e il sabato mattina dalle 10.30 alle 13.00).
Tutti possono aderire all’appello e sottoscrivere la proposta di delibera contattando Legambiente Lazio al tel. 06.85358051/77 e alla e-mail posta@legambientelazio.it anche per avere le
informazioni, il testo della delibera, i moduli e partecipare alla raccolta.

SCARICA IL PDF

Tags, , , ,