Tag Archive manifestazione

Legambiente
 aderisce
 alla 
manifestazione 
del
 17
 maggio
 – Acqua,
 terra, 
lavoro, 
reddito,
 casa,
 diritti
 sociali 
e
 democrazia
in
 Italia
 e 
in
 Europa: “L’Europa
 che 
vogliamo 
deve
 combattere
 le
 di suguaglianze”


Anche
 Legambiente
 sarà
 in
 piazza
 il
 17
 maggio
 per
 difendere
 i
 beni
 comuni
 e
 i
 diritti
 fondamentali
 di
 tutti,
 perché
 l’Unione
 Europea
 torni
 a
 dare
 speranza
 ai
 suoi
 cittadini.
 La
 manifestazione
 è
 promossa
 da
 molte
 organizzazioni
 nazionali
 tra
 cui
 il
 Forum
 dei
 movimenti
 dell’acqua,
 Arci,
 Attac,
 Fiom,
 Rete
 della
 conoscenza,
 Teatro
 Valle
 Occupato,
 Unione
 degli
 Studenti.


“Vogliamo
 un’Europa
 solidale,
 democratica,
 accogliente,
 rispettosa
 dell’ambiente
 ‐
 dichiara
 il
 presidente
 di
 Legambiente
 Vittorio
 Cogliati
 Dezza
 ‐
 Chiediamo
 un
 cambio
 radicale
 delle
 politiche,
 europee
 e
 nazionali,
 che
 facciano
 perno
 sul
 superamento
 delle
 disuguaglianze
 e
 discriminazioni,
 sulla
 qualità 
ambientale,
 la 
tutela
 della
 salute,
la
partecipazione
 dei
 cittadini”.
 In
 questi
 ultimi
 anni
 di
 crisi,
 l’austerità
 imposta
 da
 tecnocrati
 e
 oligarchie
 ha
 creato
 più
 precarietà 
e 
insicurezza 
sociale, 
non 
permette 
ai 
Comuni 
di 
fare 
investimenti 
contro
 il 
dissesto
 idrogeologico
 ma
 non
 
 cancella
 i
 sussidi
 alle
 inquinanti
 fonti
 fossili,
 alle
 industrie
 energivore,
 al 
trasporto 
su 
gomma.

“Non
 ci
 rassegniamo
 a
 questo
 stato
 di
 cose
 ‐
 aggiunge
 Cogliati
 Dezza
 ‐
 e
 sabato
 chiederemo
 anche
 che
 l’Europa
 si
 faccia
 promotrice
 di
 pace
 nei
 tanti
 conflitti
 aperti,
 giocando
 un
 ruolo
 positivo 
in 
particolare 
in
 Ucraina,
ma 
anche
 nel
resto 
del
 mondo.
L’Unione 
si 
deve 
impegnare,
 inoltre,
 a
 rivedere
 radicalmente
 le
 sue
 politiche
 migratorie
 e
 d’accoglienza
 per
 mettere
 fine
 alla
 strage 
continua
 di 
vite 
umane 
nel 
Mediterraneo 
e 
nel 
deserto”.
 Per 
Legambiente
 i 
bisogni 
e 
la 
felicità
delle 

persone 
‐
 lavoro 
dignitoso 
e 
pulito, 
formazione 
di
 qualità,
 cibo
 sano,
 accesso
 alla
 cultura,
 case
 e
 territorio
 sicuri
 ‐
 devono
 tornare
 a
 contare
 più
 degli
 interessi
 della
 finanza
 e
 delle
 multinazionali.
 
 Per
 questo,
 l’associazione
 chiede
 al
 governo 
italiano 
e
 all’Europa 
di


  • prendere 
subito 
decisioni 
vincolanti, 
per 
tutti 
i
 paesi 
europei,
 di 
contrasto 
ai
 cambiamenti 
climatici 
e 
di
mitigazione 
e 
adattamento, 
a 
cominciare 
dal 
dissesto
 idrogeologico;


  • orientare
 la
 politica
 industriale
 verso 
l’innovazione 
dei 
prodotti 
e 
dei 
processi
 produttivi 
per 
diminuire
fortemente 
l’inquinamento 
e 
le 
emissioni
 di 
CO2
 e
 rispondere
 ai 
nuovi 
e 
più 
sostenibili 
stili 
di
 vita, 
a
 cominciare
dal
 risanare 
i 
territori 
avvelenati;

  • accompagnare,
 invece 
che 
ostacolare, 
la 
rivoluzione
 energetica
 in
 atto 
per 
una
 produzione
 energetica 
pulita,
distribuita 
e 
più
 democratica
 mettendo 
definitivamente
 al 
bando 
il 
nucleare 
civile 
e
 militare
 ed 
il 
carbone;

  • investire
 sul 
biologico, 
sull’agricoltura 
di
 qualità
 per 
produrre 
cibo 
sano 
e
accessibile
 a
 tutti
 e 
contrastare 
ogni
tentativo 
di 
introdurre 
gli 
OGM 
nella 
nostra
 alimentazione;

  • rigenerare 
le
 città 
per 
una
 migliore 
qualità 
della
 vita,
 recuperando 
e 
riqualificando
 le
 case,
 i
 quartieri,
 le
periferie, 
dando 
risposta
 al
 bisogno
 di 
alloggio 
senza 
consumare
 altro
 suolo;

  • ampliare
 e 
rendere 
efficiente
 il
 trasporto 
pubblico 
per 
la
 mobilità
 delle
 persone
 e 
delle
 merci,
 rinunciando 
a
opere
 faraoniche 
come 
il 
TAV
 e 
la 
moltiplicazione 
di
 strade
 e
 autostrade
 inutili
 e
dannose;

  • riformare 
le 
istituzioni 
europee
 per
 far
 contare 
i 
cittadini.


Tags, , , ,

Terra dei Fuochi, anche dal Lazio alla manifestazione nazionale a Napoli

Terra dei Fuochi, anche dal Lazio domani alla manifestazione nazionale a Napoli

Domani anche dal Lazio partirà una delegazione di Legambiente per la manifestazione nazionale che si terrà a Napoli, promossa dal movimento #fiumeinpiena insieme a comitati, associazioni e studenti per l’ecocidio che si sta consumando nella “Terra dei Fuochi”.

“Sono importanti i momenti di partecipazione popolare come questo, per sollecitare risposte concrete da parte degli amministratori locali e del governo nazionale e affrontare il dramma che si sta consumando in quelle terre –ha dichiarato Valentina Romoli, vice presidente di Legambiente Lazio, che sarà domani a Napoli per il corteo-. Anche nel Lazio dobbiamo tenere alta la guardia, per questo torniamo a chiedere investimenti in termini di mezzi e uomini alle Forze dell’Ordine e alla Magistratura anche per poter svolgere indagini patrimoniali sempre più penetranti su tutto il territorio e l’apertura degli uffici giudiziari della Dda a Latina, una delle zone più critiche in tutta la regione. Va sostenuto il grande lavoro che ha permesso di individuare responsabili e aziende coinvolte nei traffici, proseguendo le attività di mappatura dei siti contaminati, la loro bonifica e predisponendo un piano di riconversione che guardi al futuro sostenibile dei territori.”

Nel Lazio il ciclo dei rifiuti è uno dei settori in cui la criminalità organizzata è più profondamente radicata. Secondo l’ultimo rapporto Ecomafie di Legambiente, gli illeciti commessi nella nostra regione in questo settore sono 277, il 5,5% del totale nazionale. Grave la situazione nel territorio pontino, dove anche a seguito delle recenti dichiarazioni desecretate del boss Carmine Schiavone sulla discarica di Borgo Montello si rende sempre più urgente il rafforzamento delle attività di controllo, prevenzione e contrasto delle attività illegali.

SCARICA IL PDF

Tags, , , , ,

Aeroporto Fiumicino, Legambiente: aderiamo a manifestazione contro speculazione, raddoppio inutile e devastante

Aeroporto Fiumicino, Legambiente: aderiamo a manifestazione contro speculazione, raddoppio inutile e devastante
“Il raddoppio dell’aeroporto di Roma Fiumicino è una speculazione inutile e devastante, stop all’aumento delle tariffe aeroportuali e all’approvazione del Contratto di programma, non si possono usare i soldi degli utenti per una iniziativa che non è di alcun interesse pubblico –dichiara Lorenzo Parlati, presidente di Legambiente Lazio-. Potenziare quello scalo, non significa raddoppiarne il sedime speculando su aree agricole vincolate, sui 1.300 ettari della Riserva del Litorale quelle trasformazioni sono vietate dalla legge e dunque non realizzabili, le aree interessati hanno grande valenza ambientale e sono assolutamente vincolate.”

Legambiente aderisce alla manifestazione indetta dal Comitato Fuoripista per domani sabato 15 dicembre alle ore 15, con partenza da Piazza G. B. Grassi a Fiumicino. Da tempo Legambiente e i Comitati hanno chiesto di essere ascoltati sul piano presentato da ADR nel quale figurano l’irrobustimento delle infrastrutture di Fiumicino Sud, lo sviluppo di Fiumicino Nord, la cosiddetta riqualifica di Ciampino a City Airport e lo sviluppo del nuovo scalo di Viterbo. Secondo Legambiente Ciampino andrebbe almeno fortemente ridimensionato come prevede la zonizzazione acustica approvata per poi essere chiuso e non trasformato in city airport e per il terzo scalo qualcuno dovrebbe spiegare se nel quadro attuale sia effettivamente necessario e quale sarebbe l’impatto.

SCARICA IL PDF

Tags, , , ,

Villa Pamphili, Legambiente: scandaloso parcheggio per auto per manifestazione

Villa Pamphili, Legambiente: scandaloso parcheggio per auto per manifestazione. Faremo esposto per verificare autorizzazioni.
“È scandaloso vedere Villa Pamphili trasformata in un parcheggio per 200 automobili per una manifestazione, ma chi l’ha permesso? -dichiara Lorenzo Parlati, presidente di Legambiente Lazio-. Abbiamo ricevuto segnalazioni di cittadini che hanno tentato di impedire lo scempio ma sono stati bloccati dalle forze dell’ordine che si sono trasformate in parcheggiatori. Non abbiamo nulla contro le manifestazioni nelle Ville ma dopo TIR e assurdi spalti a Villa Borghese non è ancora chiaro che non si possono piazzare cose assurde e far accedere automobili in questi luoghi meravigliosi? Faremo un esposto per verificare i termini delle autorizzazioni, nessuno può aver scritto che le auto possono accedere a Villa Pamphili.”

SCARICA IL PDF

Tags, ,

Sabato 5 maggio tutti in piazza per l’acqua e i servizi pubblici

Acea, Legambiente: siamo alla farsa, Alemanno per giustificare la vendita promette ai romani bollette meno care e servizi più efficienti.

“Siamo alla farsa, dopo aver tentato di convincere i cittadini con sconosciuti obblighi di legge, ora Alemanno per provare a giustificare la vendita di Acea ci fa pure lo spot e promette ai romani bollette meno care e servizi più efficienti -afferma Lorenzo Parlati, presidente di Legambiente Lazio-. Il Sindaco insiste dicendo che c’è un’imposizione assoluta per la vendita, e invece non c’è né un editto del Re né una legge ma ci sono i risultati dei referendum a pesare fortemente contro, poi spara un ricavo dalla vendita di 250 milioni, mentre nel bilancio si parla di 200 milioni e con il prezzo attuale di 4,2 euro per azione siamo ben lontani dalla realtà, e non contento si lancia in una ipotesi di società ad azionariato diffuso, di proprietà verso il popolo, tutta da verificare nello stesso statuto di Acea. Basta con questa solfa, sabato 5 maggio tutti in piazza contro questa scelta.”

SCARICA IL PDF

Tags, , , , ,

#salvaiciclisti, Legambiente: il 28 aprile tutti ai Fori Imperiali ciclopedonalizzati.

Appello alle istituzioni: adesioni alla manifestazione con delibere su scelte concrete per la ciclabilità.
Legambiente chiama alla partecipazione tutti i cittadini per sabato 28, alle 15 a Via dei Fori Imperiali, per la manifestazione nazionale #salvaiciclisti. “In bici, ma anche a piedi, con i pattini o come volete, ma  partecipare all’iniziativa è fondamentale, 2.556 ciclisti morti in dieci anni in Italia sono inaccettabili, servono scelte concrete delle istituzioni locali, dal Parlamento fino al Comune, alla Provincia, alla Regione -ha dichiarato Lorenzo Parlati, presidente di Legambiente Lazio, nella conferenza stampa di presentazione dell’iniziativa-. I Fori Imperiali vanno subito ciclopedonalizzati, è uno scandalo vedere
transitare attorno al Colosseo migliaia di auto ogni ora, bisogna garantire a chi ha scelto di usare la bici, il diritto a spostarsi in sicurezza, per questo Legambiente ha aderito con convinzione all’appello lanciato da #salvaiciclisti. Chiediamo al Comune e alla Provincia di Roma come alla Regione Lazio che l’adesione alla manifestazione si sostanzi in un atto concreto, una delibera su questi temi.”

A Roma solo lo 0,4% degli spostamenti avviene in bicicletta e in condizione troppo spesso del tutto insicure: è questo il dato che porta la Capitale a classificarsi ultima tra le grandi città italiane, secondo una recente indagine nata dalla collaborazione tra Fiab, Legambiente e CittàinBici. Per questo Legambiente fa propria l’iniziativa “Aderire contro Apparire” che chiede alle istituzioni locali dieci punti molto concreti, oltre a garantire l’applicazione a livello locale degli 8 punti del Manifesto del Times, tra i quali: strategie per incrementare almeno del 5% annuo gli spostamenti urbani in bicicletta nei giorni feriali, Contrastare il parcheggio selvaggio, far rispettare i limiti di velocità e istituire da subito delle “Zone 30”, ma anche monitorare i tratti più pericolosi della città per la viabilità ciclistica e dotare ogni strada di nuova costruzione o sottoposta ad interventi straordinari di manutenzione straordinari con un percorso ciclabile. Soprattutto realizzare, il Piano Quadro sulla Ciclabilità o Bici Plan.

“Nella Capitale, il piano è stato presentato più volte, approvato in Giunta il 24 marzo di due anni fa, presentato in pompa magna il 9 maggio alla giornata della bicicletta e mai approvato dall’Assemblea capitolina, che altro dobbiamo aspettare per vederlo approvato e soprattutto finanziato -domanda provocatoriamente Cristiana Avenali, direttrice di Legambiente Lazio-. Bisogna far partire gli interventi, realizzare nuove corsie, piste, itinerari ciclabili, mettere ovunque rastrelliere, dotare Roma di un bike sharing decente. Vanno subito reperiti i primi 40 milioni necessari secondo il piano, l’obiettivo finale di 986 Km di piste al 2020 è lontanissimo.” Per il 28 aprile presso Legambiente Capoprati si mettono a disposizione dei partecipanti le biciclette a 5€ per tutta la giornata, info e prenotazioni: Maurizio 320.0586050 oppure

www.legambientecapoprati.org

SCARICA IL PDF

Tags, , , , ,