Tag Archive mobilità

Stop all’Autostrada Roma-Latina. Legambiente “Sia abbandonata una progettazione inutile e dannosa, i fondi stanziati servano a mettere in sicurezza la Pontina e a migliorare la qualità del trasporto pubblico”

Legambiente, dopo decenni di lotte contro la Roma-Latina, un’autostrada da sempre considerata inutile e dannosa, trova un inaspettato alleato; è infatti di oggi la posizione di ANCE e ACER che non considerano più fondamentale la costruzione di tale opera sposando l’idea della riqualificazione e messa in sicurezza dell’asse viario della Pontina.

“Legambiente chiede da anni ormai che venga abbandonato il progetto della Roma-Latina, – dichiara Roberto Scacchi direttore di Legambiente Lazio – va piuttosto messa in sicurezza la Pontina attraverso l’uso del tracciato esistente, e va aumentata la qualità delle linee di trasporto pubblico, potenziando quelle esistenti, utilizzate da migliaia di pendolari che ogni giorno si recano nella capitale dal quadrante sud del Lazio. Costruire questa nuova autostrada significherebbe sfregiare indissolubilmente centinaia di ettari nella Riserva Regionale di Decima-Malafede e della Riserva Statale del Litorale Romano, nonché devastare con rampe di accesso autostradale il quartiere di Tor de’ Cenci. Nella nostra regione non c’è bisogno di grandi opere autostradali, ma di progetti condivisi con i territori, garanzia, questa, per il rispetto dei requisiti di difesa del paesaggio e della trasparenza gestionale.
Sono stati 368 i milioni destinati dal Cipe alla realizzazione di questa autostrada, fondi che sia per i costruttori che per gli ambientalisti possono essere evidentemente spesi meglio.

SCARICA IL PDF

Tags, ,

Nuovo Stadio della Roma: Il Comune renda pubblico il progetto anche per recepimento delle osservazioni

Legambiente chiede che il progetto del nuovo stadio della Roma presentato nei giorni scorsi agli uffici tecnici, sia pubblicato sul sito di Roma Capitale per dare la possibilità a tutti di presentare osservazioni entro i 90 giorni previsti. Indispensabile per l’associazione ambientalista attuare un metodo partecipativo ed inclusivo dei cittadini.

“In presenza di un progetto di tali dimensioni è di certo fondamentale dare ai cittadini la possibilità di conoscere e fare osservazioni – dichiara Edoardo Zanchini, Vicepresidente di Legambiente – Il comune pubblichi sul sito il progetto e apra la procedura per la partecipazione. Anche se a fronte dell’applicazione di una legge speciale come in questo caso, il piano regolatore generale prevede un apposito regolamento sulla partecipazione, indispensabile da tener presente ed attuare in questo caso. Occorre poi garantire in particolare l’accessibilità su ferro dell’area attraverso il prolungamento della Linea B, condizione preventiva e indispensabile per valutare un progetto che ha un impatto di enorme rilevanza in termini di mobilità”.

“La partecipazione e il coinvolgimento della cittadinanza va fatta a monte e non a valle con decisioni ormai prese, anche se stiamo parlando di Tor di Valle e anche se stiamo parlando di uno stadio di calcio.- commenta Roberto Scacchi, direttore di Legambiente Lazio – sullo stadio vanno prese tutte le precauzioni del caso visto il posizionamento in un’area ad alto rischio idrogeologico a pochi metri dal Tevere, siano poi impedite nuove colate di cemento di cui Roma non ha di certo alcun bisogno capendo le funzionalità previste; la legge è chiara rispetto all’impossibilità di realizzare cubature residenziali, nell’area o altrove a copertura dei fabbisogni economico finanziari”.

Tags, ,

Disastro Atac, Legambiente: “Non si tratta così un servizio pubblico fondamentale”

Disastro Atac, Legambiente: “Non si tratta così un servizio pubblico fondamentale, al Campidoglio chiediamo subito chiarezza”
“Il trasporto pubblico è un servizio fondamentale, non può essere trattato così, chiediamo al Campidoglio di fare subito massima chiarezza per tutti i cittadini che sono alle prese ogni giorno con disservizi e inefficienze e che non meritano di pagare dopo la malagestione degli scorsi anni -ha dichiarato Lorenzo Parlati, presidente di Legambiente Lazio-. Gli sforzi della nuova Giunta comunale vanno nella direzione giusta ma il pericolo è dietro l’angolo, serve cambiare definitivamente rotta con uno sforzo nei prossimi bilanci per destinare le risorse ad un effettivo miglioramento del servizio. Roma ha accumulato negli anni un ritardo enorme che non può più aspettare di essere risolto. I cittadini hanno  subìto un aumento del prezzo del biglietto ma si trovano davanti tutti i giorni bus strapieni, corse che inspiegabilmente non vengono effettuate, mezzi vecchi. Bisogna spiegare ai romani come vengono i spesi i loro soldi, togliendo il velo dallo scandalo dei cosiddetti ‘superminimi’ e delle ‘somme ad personam’ oggi avvolti nel mistero, come saranno risolti gli strascichi di parentopoli che pesano sul bilancio, con personale in esubero che continua a percepire lo stipendio da un lato, e la mancanza di autisti e personale che costringe l’azienda a rivolgersi a società esterne con costi aggiuntivi o a chiedere ore di straordinario ai suoi dipendenti, dall’altro. Atac è una società fondamentale per la Capitale, serve una  iorganizzazione che sia basata sulla trasparenza, che gestisca in maniera efficiente le risorse, risani il pesante debito accumulato negli anni, dia spazio al merito. Perché i 4 milioni di spostamenti che garantisce l’azienda non diventino viaggi infernali o, peggio ancora, mettano a repentaglio l’incolumità dei passeggeri, come  successo recentemente sulla linea Roma-Giardinetti.”

SCARICA IL PDF

Tags, ,

Legambiente all’incontro sulla mobilità promosso da FIAB: “Tavolo con associazioni e XV municipio per creare coordinamento ciclabile”

Legambiente all’incontro sulla mobilità promosso da FIAB: “Tavolo con associazioni e XV municipio per creare coordinamento  ciclabile”
Legambiente era presente oggi all’incontro “Il potenziale di coesione sociale e di sviluppo turistico della ciclabilità urbana” promosso da FIAB nell’ambito della Bicistaffetta Roma- Firenze al via stamattina dai Fori Imperiali. Partirà un tavolo di concertazione di Legambiente e Fiab con il XV municipio per creare un coordinamento ciclabile in una zona periferica ma di
cruciale importanza per l’ingresso alla città.

“Il progetto sul XV municipio nasce per valorizzare gli attuali percorsi ciclabili e crearne di nuovi nell’ambito di un sistema che possa migliorare la vivibilità del quartiere ed incentivare il turismo verso la città –ha dichiarato Roberto Scacchi, direttore di Legambiente Lazio-. Le zone periferiche sono una via di ingresso ed uscita naturale per il centro, per questo vanno messe in sicurezza, valorizzate e inserite in un progetto più ampio di mobilità nuova. Il sistema di ciclo- pedonalizzazione che sta prendendo piede ai Fori Imperiali può essere replicato in tutta la città.” La pista ciclabile del XV municipio è già inserita nella Ciclopista del Sole di FIAB e, la sua vicinanza alla Via francigena e al Parco di Veio, rappresenta potenzialmente un veicolo di turismo di grande portata.

SCARICA IL PDF

Tags, , ,

Mobilità ciclabile, Legambiente alla conferenza del Coordinamento Roma Ciclabile: “Serve rivoluzione mobilità e trasporti a Roma, dalla pedonalizzazione dei Fori azioni concrete per una mobilità nuova”

Mobilità ciclabile, Legambiente alla conferenza del Coordinamento Roma Ciclabile: “Serve rivoluzione mobilità e trasporti a Roma, dalla pedonalizzazione dei Fori azioni concrete per una mobilità nuova”
“Serve una vera rivoluzione della mobilità e dei trasporti a Roma – ha dichiarato Roberto Scacchi, direttore di Legambiente Lazio, presente alla conferenza stampa organizzata dal Coordinamento Roma Ciclabile per presentare proposte sulla mobilità al nuovo sindaco  Ignazio Marino-. Dobbiamo invertire la rotta della scorsa amministrazione che è riuscita a smontare quei pochi provvedimenti che erano stati presi in passato. Bisogna riprendere in mano il progetto del bike sharing su cui sono stati investiti milioni di euro poi abbandonato e lasciato morire. Bisogna potenziare il trasporto pubblico e disincentivare il traffico privato. Vanno introdotte nuove ZTL e non ridotte come è stato fatto, occorre potenziare la sosta tariffata smontata dalla giunta uscente. Subito nuove corsie e nuovi corridoi per la mobilità. I romani scelgono sempre di più la bicicletta come mezzo di trasporto, vanno incentivati e messi al sicuro con infrastrutture dedicate e inserendo la ciclabilità in un più ampio progetto di ristrutturazione della mobilità a Roma. L’annuncio della pedonalizzazione dei Fori Imperiali è un’ottima notizia e un primo atto concreto che racconta l’idea della città diversa e migliore che i romani meritano”.

SCARICA IL PDF

Tags, , , , ,

Mobilità: gli studenti romani sono i più “inquinatori” d’Italia

Mobilità, gli studenti romani sono i più “inquinatori” d’Italia Auto privata e scooter i mezzi più utilizzati per andare a scuola
Sono gli studenti romani quelli che inquinano di più nel percorso casa-scuola utilizzando prevalentemente auto privata e scooter. Lo rivela “Mobilità di classe”, l’indagine nazionale di Legambiente ed Euromobility realizzata in collaborazione con FIAB e #Salvaciclisti sugli spostamenti degli studenti realizzata in otto città d’Italia.

Il 68,9% degli studenti romani utilizza veicoli a motore per coprire la distanza casa-scuola. Il 55,4% ci arriva in macchina (seguita da Catania al 44,6%), mentre il 13,5% predilige lo scooter (solo a Carrara i motorini sono usati più di Roma). La conseguenza più immediata è quella sulle emissioni inquinanti: il valore delle PM10 è pari a 29 milligrammi per chilometro percorso dagli studenti romani,  l’emissione di CO2 raggiunge quota 121 grammi/km. I dati sono ancora più significativi se si considera che, rispetto alle altre città italiane, l’istituto romano incluso nel campione è la scuola di quartiere Liceo Democrito, la più vicina alle abitazioni degli studenti
rispetto al resto d’Italia. Il tempo di percorrenza casa-scuola a Roma è infatti di 11 minuti per coprire 3,6 chilometri, rispetto ad una media nazionale pari a 25 minuti per percorrerne mediamente 9.

“Nella Capitale bisogna ripensare la mobilità puntando sugli spostamenti a piedi, in bici e col trasporto pubblico, togliendo il primato che l’auto privata si è conquistato in questi anni –ha dichiarato Lorenzo Parlati, presidente di Legambiente Lazio-. Il traffico è sempre più insostenibile, lo smog invade i quartieri, le auto sono praticamente ovunque. L’amministrazione capitolina che i romani eleggeranno nei prossimi giorni dovrà ripartire dalla mobilità nuova per far rinascere Roma.”

L’indagine è stata realizzata su 5.516 studenti di 8 istituti superiori nelle città di Bologna, Catania, Potenza, Ravenna, Roma, Torino, Venezia per rappresentare tutte le tipologie di percorso (scuola di quartiere raggiungibile in poco tempo, scuola frequentata da studenti pendolari ecc.) e che desse un quadro adeguato della situazione al nord, centro e sud del paese. Lo studio è stato presentato oggi a
Bologna nell’ambito della 13a Conferenza Nazionale Mobility Management. Per saperne di più mobilitadiclasse.wordpress.com

SCARICA IL PDF

Tags, , , ,