Tag Archive parte civile

Aperto processo Cerroni: Legambiente chiede di essere ammessa come parte civile

Legambiente ha chiesto di potersi costituire parte civile nell’ambito del procedimento penale contro Cerroni e altre sei persone, accusate di associazione a delinquere finalizzata al traffico dei rifiuti. Richiesta presentata anche dal Ministero dell’Ambiente, dalla Regione Lazio, dal Comune di Roma e da alcune amministrazioni comunali e semplici cittadini.

“Grazie ad un lavoro lungo e certosino, sono davanti agli occhi di tutti fatti descritti minuziosamente che lasciano poco spazio a dubbi: carte falsificate, foto taroccate, atti dettati dal privato alle istituzioni -afferma Lorenzo Parlati, presidente di Legambiente Lazio-. Per questo la nostra associazione ha chiesto di essere ammessa come parte civile nel processo che ci auguriamo consegni rapidamente i responsabili alla giustizia e dia soddisfazione ai cittadini affianco ai quali abbiamo sempre lottato. Nella gestione dei rifiuti del Lazio c’è stato un cancro criminoso gravissimo che oggi sembra essere scoperto con chiarezza e che va subito debellato, dando una svolta definitiva alla gestione dei rifiuti a Roma e nel Lazio, puntando davvero su riciclaggio, riuso e riduzione.”

La prossima udienza, nella quale Legambiente sarà rappresentata dagli avvocati Maria Dolores Furlanetto e Mario Cevolotto, è fissata al 23 giugno.

SCARICA IL PDF

Tags, , , , ,

Borgo Montello, GUP ammette costituzione parte civile Legambiente

Borgo Montello, GUP ammette costituzione parte civile Legambiente

Il Giudice dell’Udienza Preliminare (GUP) ha ammesso la costituzione di parte civile di Legambiente nel processo in corso contro i veleni di Borgo Montello. Ora fondamentale sarà la prossima udienza, fissata a breve per il 22 ottobre, nella quale probabilmente il Giudice deciderà se disporre il rinvio a giudizio degli imputati.

I reati contestati nella richiesta di rinvio a giudizio formulata dal pubblico ministero Giuseppe Miliano nei confronti degli imputati sono gravissimi: “omesso controllo circa la sicurezza degli
invasi S1, S2, S3 ed S0 e mediante la mancata esecuzione di opere di impermeabilizzazione dei citati impianti benché le stesse carenze strutturali fossero note agli imputati attraverso plurimi atti e
documenti comunicati (…) determinando di conseguenza reiterati fenomeni di fuoriuscita del percolato dai siti indicati, contenente sostanze pericolose quali piombo, rame e zinco e così
determinavano l’adulterazione e la contraffazione delle acque di falda poste in prossimità di detto sito rendendole pericolose per la salute pubblica.”

Legambiente, che aveva chiesto la partecipazione al giudizio degli enti locali per difendere gli interessi e la salute dei cittadini, esprime forte rammarico per la mancata costituzione del Comune
di Latina e della Regione Lazio.

SCARICA IL PDF

Tags, , ,

Borgo Montello, Legambiente in audizione in Commissione Sicurezza

Borgo Montello, Legambiente in audizione in Commissione Sicurezza: Regione si costituisca parte civile nel procedimento e disponga indagine conoscitiva.

La Regione Lazio si costituisca parte civile nell’udienza preliminare del processo contro i veleni di Borgo Montello, in corso innanzi al GUP di Latina. La Commissione Sicurezza si faccia promotrice di un’indagine conoscitiva e di un sopralluogo aperto ad associazioni e comitati dei cittadini. Sono queste le richieste che Legambiente Lazio ha presentato nell’ambito dell’audizione presso la “Commissione Sicurezza ed integrazione sociale, lotta alla criminalità” della Regione Lazio, che si è tenuta stamattina.

“L’audizione presso la Commissione è stata utile, ora dalla Regione ci aspettiamo fatti concreti per rispondere alle sollecitazioni dei cittadini -ha affermato Valentina Romoli, responsabile Ambiente e Legalità di Legambiente Lazio, partecipando all’audizione-. La discarica di Borgo Montello potrebbe nascondere anche rifiuti tossici, come sembra emergere dalle parole del pentito di mafia Carmine Schiavone. Non possiamo accettare che i veleni rimangano nella discarica, si faccia subito chiarezza sulla vicenda. Il Lazio è al primo posto per i reati legati al ciclo dei rifiuti, lo abbiamo denunciato anche nell’ultimo rapporto Ecomafie, serve una reazione forte.”

All’audizione ha preso parte tra gli altri, Marco Omizzolo, coordinatore provinciale di Legambiente Latina.

SCARICA IL PDF

Tags, , , , , , , ,