Tag Archive presidio

Legambiente a sostegno del presidio permanente ‘Per l’acqua pubblica e i beni comuni’ presso la Regione Lazio

“Subito approvazione legge per l’acqua pubblica nel solco del referendum e dell’impianto della legge di iniziativa popolare depositata più di un anno fa”

Legambiente Lazio sostiene il presidio permanente organizzato dal Coordinamento Romano Acqua Pubblica presso la Regione Lazio, da mercoledì scorso fino a oggi in mobilitazione per tre giorni il comitato dell’acqua a Via Rosa Raimondi Garibaldi dove una rappresentanza del comitato ha incontrato l’Assessore all’Ambiente Fabio Refrigeri e la Consigliera Cristiana Avenali per chiedere di approvare la legge regionale per la gestione pubblica del servizio idrico integrato e l’abolizione della remunerazione del capitale investito nella tariffa.

Le linee guida della Regione in merito alla nuova legge sull’acqua devono rimanere sul solco del referendum e dell’impianto di legge della proposta di iniziativa popolare, positiva la disponibilità dell’Assessore Refrigeri e della Consigliera Avenali a venire incontro alle istanze dei movimenti dell’acqua e la volontà di portare al più presto il testo in consiglio nel rispetto della volontà popolare che 2.485.334 cittadini laziali hanno inequivocabilmente espresso più di due anni fa – ha dichiarato Roberto Scacchi, direttore di Legambiente Lazio-. La legge di iniziativa popolare dei movimenti per l’acqua pubblica che è stata depositata in Regione quasi un anno fa e approvata da più di 20 comuni laziali, deve essere la pietra angolare della futura gestione del servizio idrico e sostanziarsi in Consiglio Regionale entro il 25 marzo prossimo, pena la decadenza della proposta e il mancato rispetto della volontà dei 37.000 cittadini che l’hanno firmata. Partire dalla ripubblicizzazione dell’acqua per dare una svolta sui diritti fondamentali spesso negati.

SCARICA IL PDF

Tags, , , , , ,

Legambiente al presidio permanente ‘Per l’acqua pubblica e i beni comuni’

Legambiente al presidio permanente ‘Per l’acqua pubblica e i beni comuni’ presso la Regione Lazio: “Subito approvazione legge regionale per l’acqua pubblica”

Legambiente Lazio ha partecipato al presidio permanente organizzato dal Coordinamento Romano Acqua Pubblica presso la Regione Lazio, che da oggi fino al 31 gennaio vedrà impegnati comitati e associazioni per chiedere una spinta alla legge regionale per la gestione pubblica del servizio idrico integrato e l’abolizione della remunerazione del capitale investito nella tariffa.

“La nostra regione ha bisogno di una legge regionale che faccia rispettare la volontà popolare che 2.485.334 cittadini laziali hanno inequivocabilmente espresso più di due anni fa – ha dichiarato Roberto Scacchi, direttore di Legambiente Lazio-. La proposta di legge di iniziativa popolare dei movimenti per l’acqua pubblica che è stata depositata in Regione quasi un anno fa e approvata da più di 20 comuni laziali, deve trovare accoglimento in Consiglio Regionale entro il 25 marzo prossimo, pena la decadenza della proposta e il mancato rispetto della volontà dei 37.000 cittadini che l’hanno firmata. Partire dalla pubblicizzazione dell’acqua per dare una svolta su altri diritti fondamentali spesso negati quali il diritto alla casa, diritto alla salute e in generale ai servizi pubblici locali”.

SCARICA IL PDF

Tags, , , ,

Legambiente al presidio contro la Roma-Latina e la Bretella Cisterna- Valmontone

Legambiente al presidio contro la Roma-Latina e la Bretella Cisterna- Valmontone: “Mettere in sicurezza la Pontina, no a nuovo asfalto inutile e dannoso”
Legambiente ha partecipato al Presidio organizzato dal Comitato No Corridoio  Roma-Latina e Comitato No Bretella Cisterna-Valmontone per fermare gli sciagurati progetti di nuovo asfalto che rischiano di compromettere irrimediabilmente i territori interessati e chiedere la messa in sicurezza della Pontina.
“È assurdo costruire un’autostrada tra Roma e Latina quando si può utilizzare la Pontina che invece già esiste, la priorità deve essere la sua messa in sicurezza piuttosto che costruire un’opera inutile che danneggia il territorio – ha dichiarato Roberto Scacchi, direttore di Legambiente Lazio, presente alla manifestazione-. Aree di grande valore come l’agro romano e quello pontino ne uscirebbero enormemente danneggiati, mettendo a serio rischio il sistema delle acque, sventrando aree protette come quelle della Riserva del Litorale e di Decima Malafede, compromettendo aziende agricole e stravolgendo il paesaggio di quell’area. Occorre favorire l’uso del trasporto pubblico con il  otenziamento della rete su ferro puntando sulla già esistente Roma- Formia, la Roma-Nettuno, Roma-Velletri e la stessa Roma-Latina, disincentivando l’uso delle automobili con  conseguente riduzione delle emissioni di CO2. La minaccia di nuovo cemento è forte anche sulla Orte-Mestre, si investano i fondi del CIPE piuttosto per restituire sicurezza ed
efficienza.” Al presidio è stato ribadito il fermo dissenso a nuove colate di asfalto nell’intera area nord del Lazio, come si vuole fare per la Orte-Mestre.

SCARICA IL PDF

Tags, , , , ,

Manovra, Legambiente: lancia attacco a territorio e beni comuni.

“La manovra del Governo è irresponsabile, non solo mette solo le mani solo tasche dei cittadini per provare a risanare il disastro finanziario, ma lancia un nuovo attacco al territorio e ai beni comuni che va respinto al mittente -dichiara Lorenzo Parlati, presidente di Legambiente Lazio, partecipando al presidio a piazza Navona promosso dal Comitato Romano Acqua pubblica-. Dopo i referendum, vinti grazie ad una enorme partecipazione popolare, le nuove scelte sulle privatizzazioni dei servizi pubblici locali sono un attentato alla Costituzione: l’acqua deve rimanere pubblica, non si tocca. Così come è senza senso continuare a svendere il territorio, che è il nostro unico vero valore italiano, con il silenzio assenso per operazioni edilizie complesse o le modifiche al Codice dei beni culturali e del Paesaggio o, ancora, i tagli ai beni culturali.”

SCARICA IL PDF

Tags, , , ,