Tag Archive rieti

Sostieni l’ecorifugio di Legambiente “La Fossa”

Il Circolo Legambiente Centro Italia di Rieti da alcuni mesi ha ottenuto la concessione di un rifugio di montagna denominato “La Fossa” dal comune di Cantalice, posto all’altitudine di 1505 m circa sul Monte Terminillo precisamente nella Valle degli Angeli: locazione montana di innegabile valore naturale e paesaggistico. La vallata è percorsa non solo dai numerosi amanti del trekking montano ma anche da turisti e famiglie che giunti alla Fossa gradirebbero avere la possibilità di ristoro o semplicemente di un momento di riposo.

La volontà del Circolo è quella di creare un Rifugio di montagna funzionale sia durante i mesi estivi che quelli invernali durante i quali la persistenza delle nevi ne fanno uno dei luoghi più suggestivi del territorio. 
La struttura, una volta sistemata rimarrà al libero accesso di tutti non solo come luogo di riparo ma anche per poter semplicemente godere di una grigliata tra amici o un momento di bivacco.

Accanto all’obiettivo di utilità pratica si intende inoltre educare la collettività all’uso responsabile e corretto dei beni comuni e della fruizione della natura ed in modo particolare dell’ habitat montano, la creazione di spazi condivisi di rilevante valore naturalistico e paesaggistico.
 Il Circolo si avvarrà della struttura anche per ospitare scuole e gruppi ai quali verranno proposti corsi di educazione ambientale a vari livelli.

Grazie a Unipol e alla piattaforma di crowdfunding Eppela, abbiamo quindi attivato una campagna di finanziamento con lo scopo di completare parte dei lavori che ci consentirebbero di rendere fruibile al pubblico questa struttura.

In particolare abbiamo bisogno di:

Bagno dotato di doccia, WC, bidet, Lavabo (1000 Euro)
Impianto per la fitodepurazione degli scarichi (3000 Euro)
Pavimentazione delle stanze (1500 Euro)
Realizzazione di un camino (500 Euro)
Chiusura dell’atrio di ingresso (1000 Euro)
Apertura di una finestra per la stanza soppalcata (500 Euro)

Grazie a tutti per l’aiuto che vorrete dare per la riqualificazione del Rifugio “La Fossa”! CLICCA QUI SOTTO PER SUPPORTARCI E SAPERNE DI PIU’ 

Senza titolo 5

Tags, ,

ZTL Rieti, Legambiente: sì alla chiusura del centro per rilanciare la città

ZTL Rieti, Legambiente: sì alla chiusura del centro per rilanciare la città
“Il progetto di sperimentazione della ZTL e della nuova viabilità che ha avviato l’Amministrazione comunale va portato avanti senza indugio, per tutelare, valorizzare e anche rilanciare lo splendido centro storico di Rieti –lo dichiarano Lorenzo Parlati, presidente di Legambiente Lazio, e Gabriele Zanin, presidente di Legambiente Centro Italia-. Per troppi anni il centro è stato un po’ dimenticato, ora
discutere è utile se serve a migliorare i provvedimenti ma non si può perdere tempo, la cinta muraria e i rioni medievali, i palazzi e le piazze sono un valore per tutta Italia. In questo contesto, è del tutto certo che in una crisi economica devastante, le attività commerciali potranno avere solo giovamento da una città più vivibile che favorisce il flusso di turisti e reatini a piedi o in bicicletta nelle piazze e nelle strade senza il rumore e lo smog delle auto.”

Legambiente apprezza la scelta ecostostenibile dell’amministrazione reatina per ripensare il centro storico del capoluogo laziale e ricorda che uno studio sul commercio e la qualità urbana, realizzato già una decina di anni fa dal Cresme per Confcommercio e Legambiente in quattro grandi città italiane compresa Roma, aveva rivelato che il 55% dei negozianti intervistati affermava di aver tratto ‘notevoli
benefici economici’ grazie a misure di limitazione del traffico. L’esperienza di Napoli nella zona di Piazza del Plebiscito lo conferma: dopo un iniziale periodo di discussione, i negozianti oggi sarebbero contrari alla riapertura al traffico delle vie oggetto oggi della ZTL. Del resto, chi vorrebbe andare a fare lo shopping in strade ridotte a camere a gas dallo smog e costipate di auto incolonnate? In tal senso,
bisogna seguire il modello delle principali capitali europee che vantano chilometri e chilometri di ZTL con ottimi risultati (quella di Londra è grande 25 Kmq).

Secondo Legambiente sarebbe piuttosto utile valutare nel corso dell’attuazione del provvedimento, la necessità di eventuali misure di adeguamento della rete e degli orari del trasporto pubblico urbano, così come quelli dei parcheggi di scambio, oltre che continuare a potenziare le iniziative culturali nell’area, come sta già avvenendo, e prevedere interventi per migliorare il decoro urbano. Per dare un preciso segnale in questa direzione, il circolo Legambiente di Rieti ha voluto rimboccarsi le maniche sabato pomeriggio scorso con la pulizia ai giardini della Loggia del Vignola.

SCARICA IL PDF

Tags, , , ,

Sicuro in Bici è Meglio, progetto per sicurezza in bici e nuovi itinerari ciclabili, fa tappa a Rieti

Sicuro in Bici è Meglio, progetto per sicurezza in bici e nuovi itinerari ciclabili, fa tappa a Rieti

A Rieti, il terzo incontro per la presentazione del progetto “Sicuro in bici è meglio” che Legambiente Lazio sta realizzando insieme al Centro Interuniversitario di Ricerca per gli Studi sulla Sicurezza Stradale – Università Roma Tre (CRISS) con il contributo della Regione Lazio per favorire la diffusione di comportamenti responsabili tra gli utenti della strada e diffondere una nuova cultura della sicurezza stradale per la tutela e promozione della mobilità ciclabile.

“Questo progetto sulla ciclabilità, sia come diritto ad andare in bici che come auspicata alternativa al traffico delle auto private, si presenta nella prospettiva di un’indispensabile diffusione dell’uso della bicicletta come mezzo sostenibile -hanno affermato Roberto Scacchi e Gabriele Zanin del Circolo Legambiente Centro Italia di Rieti-. La viabilità di Rieti e provincia non sempre favorisce l’uso della bicicletta, per questo vanno realizzati itinerari sicuri.” L’incontro ha coinvolto associazioni, docenti e studenti dell’Istituto Giovanni Pascoli per pensare nuove piste ciclabili a Rieti.

Il prodotto principale del progetto “Sicuro in bici è meglio” è un Manuale di 140 pagine, per l’individuazione di itinerari ciclabili sicuri ai fini degli spostamenti sistematici e occasionali,
destinato a livelli diversi, sia agli studenti delle scuole partecipanti al programma, che ad eventuali
professionalità tecnico-amministrative interessate alla tematica. Nell’ambito delle attività inerenti
il progetto di ciclabilità sicura, il manuale sarà affiancato da strumenti interattivi, quali software ed applicazioni per smartphone.

“Questo progetto non prevede alcun intervento strutturale, ma procedure ed approcci per individuare sulla rete esistente percorsi ciclabili sicuri, indicando soluzioni dai costi ridotti o suggerendo interventi concreti agli enti competenti -ha affermato Andrea Benedetto, del Centro Interuniversitario di Ricerca per gli Studi sulla Sicurezza Stradale – Università Roma Tre (CRISS)-. L’obiettivo principale è quello di utilizzare e recuperare spazi comuni o residuali per creare itinerari fruibili durante spostamenti sistematici, una strategia possibile e potenzialmente molto efficace in aree che comprendono Rieti e provincia.”

Gli insegnanti delle scuole di ogni ordine e grado possono aderire al progetto e ricevere così il Manuale “Sicuro in bici è meglio”, per progettare poi con le loro classi iniziative per favorire l’uso della bici e partecipare al Concorso a Premi creativo tematico SCUOLA CICLABILE, nell’ambito del quale verranno raccolti i prodotti dei ragazzi (idee progettuali, studi di itinerari ciclabili sicuri casa-scuola e di eventuali interventi low-cost necessari al completamento; stimoli artistici, disegni, cortometraggi, foto; prodotti culturali, documentari, dossier, audiovisivi; prodotti didattici; strumenti promozionali volti a sensibilizzare i cittadini e favorire l’utilizzo sicuro della bicicletta).

È possibile scaricare il regolamento del concorso nonché tutte le informazioni sul progetto dal sito www.sicuroinbici.legambientelazio.it o su Facebook www.facebook.com/sicuro.inbici Per qualsiasi ulteriore informazione, chiarimento o comunicazione fate riferimento a Legambiente Lazio (0685358051 – 0685358077 – posta@legambientelazio.it).

SCARICA IL PDF

Tags, , , , , ,