Tag Archive volontari

Nuova vita ai rifiuti e aria pulita, il Servizio Civile con Legambiente Lazio

Nuova vita ai rifiuti e aria pulita, il Servizio Civile con Legambiente Lazio 

SI SELEZIONANO 10 RAGAZZE E RAGAZZI. SCADENZA
DOMANDA 4 NOVEMBRE.
Con l’uscita del nuovo bando per il Servizio Civile Nazionale, Legambiente Lazio dà la possibilità a dieci giovani di partecipare ad un progetto annuale sull’ambiente, esperienze sul campo nelle principali campagne di salvaguardia e  educazione ambientale organizzate a Roma e nel Lazio. Rifiuti e inquinamento gli ambiti di azione proposti.
Le ragazze e i ragazzi interessati potranno scegliere tra due progetti su cui impegnarsi per dare un contributo concreto. Il primo tema proposto ‘Riduzione, Riuso, Riciclo’ è incentrato sulla prevenzione e lo smaltimento dei rifiuti, mentre col progetto ‘Malaria’ ci si occupa delle problematiche legate alla qualità dell’aria all’interno delle città. Legambiente Lazio ospiterà cinque persone presso la sede regionale di Roma e cinque presso le sedi operative dei circoli (due nel circolo di “Città Futura” e due nel circolo “Mondi Possibili” a Roma, uno a Frosinone nel circolo “Il Cigno”).
Attraverso questa esperienza i giovani potranno affinare le proprie conoscenze su tematiche ambientali ma soprattutto avranno l’occasione di vivere un momento fondamentale di crescita e di cittadinanza attiva. Si confronteranno con temi di estrema attualità, considerando anche gli ultimi risvolti nelle vicende della gestione dei rifiuti nella Capitale e nel Lazio da un lato, e delle proposte di pedonalizzazione dei principali centri cittadini con la recente chiusura al traffico privato dell’area dei Fori, dall’altro.
Possono partecipare alla selezione le cittadine e i cittadini italiani che al momento della presentazione della domanda abbiano compiuto il diciottesimo e non superato il ventottesimo anno di età. Il progetto partirà a febbraio 2014, ha durata annuale e prevede 1.400 ore di attività con un rimborso spese di 433,80 euro mensili. La durata dei progetti è di 12 mesi. È ammessa la presentazione di una sola domanda tra tutti i progetti presenti nel Bando.

Le domande vanno presentate in carta semplice, a mano o per posta esclusivamente a:
Arci Servizio Civile Roma – Via Acciaresi, 7 – 00157 Roma
entro e non oltre le ore 14 del 4 novembre 2013
(farà fede la data di arrivo in sede della domanda e non la data di spedizione).
Per tutte le informazioni sui progetti scrivere a serviziocivile@legambientelazio.it, chiamare lo 06
8535 8051-77 o consultare il sito www.legambientelazio.it/serviziocivile2013.html

SCARICA IL PDF

Tags, , ,

“Puliamo il Mondo 2013”: con Legambiente 11mila volontari, raccolte 40 tonnellate di immondizia, 100 iniziative in 50 comuni

“Puliamo il Mondo 2013”, Roma e Lazio più pulite e belle Con Legambiente 11mila volontari, raccolte 40 tonnellate di immondizia, 100 iniziative in 50 comuni

A Roma 40 appuntamenti, grande partecipazione di studenti di tutte le età

Roma e Lazio sono più pulite e belle dopo il passaggio degli undicimila volontari che si sono rimboccati le maniche per la ventunesima edizione di Puliamo il Mondo, la più grande campagna di
volontariato ambientale che si inserisce nell’iniziativa mondiale Clean Up The World, coordinata in Italia da Legambiente e realizzata nel Lazio grazie alla collaborazione del TGR Lazio della RAI, e nella Capitale di RomaNatura e Ama Spa, e il contributo dell’Assessorato all’Ambiente del Comune di Roma. Sono state raccolte 40 tonnellate di rifiuti nelle 100 iniziative realizzate in 50 comuni laziali, che hanno visto coinvolti più di 3.000 studenti, tante associazioni e comitati per spazzare dal degrado parchi, piazze, strade e giardini.

Nella Capitale grande pulizia del Pratone delle Valli nella Riserva Naturale Valle dell’Aniene, alla quale ha partecipato anche il Ministro dell’Ambiente Andrea Orlando, oltre all’Assessore all’Ambiente di Roma Capitale Estella Marino, all’Assessore all’Ambiente della  Regione Lazio Fabio Refrigeri, al presidente del Municipio Roma III Paolo Marchionne e al commissario di RomaNatura Maurizio
Gubbiotti. Decine i sacchi dell’immondizia raccolti tra bottiglie di plastica, cicche di sigarette ma anche sedie abbandonate e materassi. Grande partecipazione, grazie alla collaborazione con l’Ente Regionale RomaNatura che ha coinvolto i più piccoli in momenti di  educazione ambientale e dispensato informazioni ai cittadini. Durante la mattinata sono state realizzate vere opere d’arte assemblando in un mosaico frammenti di materiali che altrimenti sarebbero finiti nella spazzatura, sotto la guida dell’ “Occhio del Riciclone”;  Laboratorio di reinvenzione creativa a cura di RiscARTI Festival, che ha mostrato come realizzare una lampada con materiali recuperati; con la Cooperativa “Il T-Riciclo” sono stati realizzati accessori di ecomoda a partire da una bottiglia di plastica. Molte altre le iniziative che si sono svolte durante il weekend ambientalista: pulizie al Parco della Cellulosa, alla Riserva dell’Insugherata e lungo l’argine del Tevere sotto al ponte della Magliana, dune rimesse a nuovo alla spiaggia di Capocotta sul litorale romano, scout in azione a Piazza dei Decemviri, ma anche operazione nell’Ateneo di Tor Vergata, pulizia del parco a Spinaceto e bottiglie di vetro ritirate dal piazzale della stazione della metropolitana Anagnina.

“Migliaia di persone fanno un’azione concreta e importante con Puliamo il Mondo, rimettendo a nuovo parchi, piazze, giardini -afferma Lorenzo Parlati, presidente di Legambiente Lazio-. Sono cittadini che le amministrazioni devono coinvolgere con iniziative  continuative di adozione di questi spazi. C’è una grande voglia di cambiamento e occasioni come queste lo dimostrano, ora sta alle istituzioni battere con forza il sentiero giusto per una corretta gestione dei rifiuti e una maggiore attenzione al decoro delle città. A Roma e nel Lazio serve subito un programma per la differenziata porta a porta, la riduzione e il riuso per battere discariche e inceneritori.”

Tanti appuntamenti anche nel Lazio: a Cassino (Fr) il fiume Rapido è stato liberato dai rifiuti riportando in buone condizioni la flora e fauna rigogliosi nell’area del bacino principale; a Castelnuovo di Porto (Rm)giornata di pulizia, baratto ed eco-ncerto; a Fiumicino (Rm) pulizia della pineta e del litorale in zona “Coccia di Morto”; a Santa Maria delle Mole (Rm) attività dei volontari all’area archeologica dell’Appia Antica; a Manziana (Rm) pulizia del bosco di Macchiagrande; ordine nell’area giochi del quartiere San Liborio a Civitavecchia (Rm). In questa edizione, inoltre, i centri storici di Velletri e Tolfa (Rm) sono stati rimessi a nuovo dopo il passaggio dei volontari. Non sono mancati momenti di riflessione e SEnsibilizzazione a Sabaudia (Lt) con il convegno “Puliamo il mondo…dalle guerre” e a Genzano (Rm) con una giornata di informazione e dimostrazione sulla corretta raccolta dei rifiuti.

“Anche quest’anno c’è stata una gran bella partecipazione in tutta la Regione, tanti volontari contemporaneamente in 50 comuni laziali si sono rimboccati le maniche per diventare protagonisti del cambiamento – ha dichiarato Roberto Scacchi, direttore di Legambiente Lazio. Quando i cittadini si mettono insieme e scendono in campo con entusiasmo, riescono a portare a casa grandi risultati come questo.”

Erano presenti  all’iniziativa finale alla Riserva Valle dell’Aniene anche: Cristiana Avenali, consigliera Regione Lazio; Piergiorgio Benvenuti, presidente AMA SpA; Stefano Ciafani, vice presidente nazionale Legambiente; Gianna Le Donne, vice presidente Municipio Roma III; Ermete Realacci, presidente Commissione Ambiente Camera dei Deputati. Puliamo il Mondo è patrocinata dal Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare, dal Ministero della Pubblica Istruzione dell’Università e della Ricerca, dalla Rappresentanza in Italia della Commissione Europea, dall’UPI (Unione Provincie Italiane), Federparchi, Uncem (Unione Nazionale Comuni, Comunità, Enti Montani), Unep (Programma per l’Ambiente delle Nazioni Unite). Con il contributo di Snam, Coop, Federambiente e Ikea sono partner tecnici. In collaborazione con Fiseassoambiente e Anci (Associazione Comuni Italiani). La Nuova Ecologia e RDS (Radio Dimensione Suono) sono i media partner.

SCARICA IL PDF

Tags, , ,

Parco Garbatella, Legambiente: distruzione alberature è gesto vile e grave, esposto in Procura, Comune sostenga attività volontari

Parco Garbatella, Legambiente: distruzione alberature è gesto vile e grave, esposto in Procura, Comune sostenga attività volontari

 

“La distruzione delle alberature del parco Garbatella è un gesto vile e grave -dichiara Lorenzo Parlati, presidente di Legambiente Lazio-, col nostro circolo abbiamo denunciato gli ignoti che di notte hanno tagliato le piante e presenteremo un esposto in Procura per  danneggiamento. Chiediamo al Comune di Roma di sostenere concretamente le attività dei volontari, con un sopralluogo immediato che stiamo già concordando con l’Assessore all’Ambiente, un tavolo per avviare subito i lavori già previsti e una grande Festa dell’Albero in autunno per far tornare a splendere l’area che i cittadini hanno tolto alla speculazione edilizia e pezzo per pezzo reso un bellissimo giardino di quartiere. Nessun attacco, per quanto orrendo, può ridurre la passione dei cittadini per quel parco.”

Ciliegi, meli, cachi, peri e un ulivo nel frutteto, oltre a lecci, sughere, olmi e altre querce sono tutti mozzati, le chiome degli alberi a terra. Così si presentano i 60 alberi distrutti nel Parco Garbatella, davanti alla Regione Lazio, tutti messi a dimora negli ultimi cinque anni dal Circolo Legambiente Garbatella insieme alle altre associazioni del territorio e a tanti cittadini, a coronamento della ventennale attività per la nascita e la salvaguardia del Parco.

SCARICA IL PDF

Tags, , , ,

Puliamo il Mondo, Roma e Lazio tirate a lucido

Puliamo il Mondo, Roma e Lazio tirate a lucido Con Legambiente 12mila volontari in azione nel Lazio, 45 tonnellate di immondizia raccolte,110 iniziative in 35 Comuni

A ROMA 50 INIZIATIVE, IN CAMPO ANCHE 1.600 STUDENTI DI 80 CLASSI Dodicimila volontari hanno tirato a lucido Roma e il Lazio con Legambiente per Puliamo il Mondo, la grande campagna giunta alla ventesima edizione, inserita nell’iniziativa mondiale Clean up the world, realizzata nel Lazio anche grazie alla collaborazione del Tgr Lazio della  RAI e nella Capitale di Ama. Ricco bottino di 45 tonnellate di immondizia, raccolte nelle 110 iniziative in 35 Comuni, da associazioni, comitati, scout e scuole che si sono dati da fare per recuperare luoghi abbandonati al degrado e alla sporcizia, rendendoli nuovamente vivibili e puliti.

Nella Capitale appuntamento per i volontari nell’area del Colosseo, dove Legambiente ha rilanciato la raccolta firme per la proposta di delibera popolare per la pedonalizzazione di via dei Fori Imperiali. Altre iniziative nella zona di Sacco Pastore, Via ValSolda, e di Casal Boccone dove hanno partecipato diversi migranti, nelle aree verdi presso Via Casale Ferranti e Via Burri. A Via del Risaro speciale intervento per la rimozione di rifiuti ingombranti. Al Parco Capoprati, oltre alla pulizia attività sulla raccolta differenziata. A Villa Ada bonifica della foresta di cedri dell’Himalya e del fossato del Forte, con 20 copertoni, 30 batterie di auto e due frigoriferi recuperati; ripuliti anche il Parco Somaini, via Gallodoro, il parco archeologico Tor Vergata, Via delle Sette Chiese a Garbatella. La Scuola Acqua Rossa ha ripulito la pineta, la strada e tutta la scuola mettendo assieme genitori, alunni e nonni. Solo a Roma nella quattro giorni, sono state ben 50 le iniziative di pulizia, dieci delle quali hanno visto la partecipazione di 1.600 studenti di 80 classi.

“Si conferma la grande partecipazione a Puliamo il Mondo, i cittadini sono pronti a fare la propria parte per riprendersi il decoro e la qualità della vita che spetta loro -afferma Cristiana Avenali, direttrice di Legambiente Lazio-. Anche questa speciale edizione nel ventennale dedicata alla bellezza, ha visto i volontari scendere in azione in lungo e in largo per tutto il Lazio, nelle città come nei piccoli comuni. A Roma abbiamo voluto scegliere il Colosseo come luogo simbolico da sottrarre al degrado del traffico e dello smog, delle chincaglierie e dei camion bar, e da tutelare e valorizzare con una grande pedonalizzazione di via dei Fori Imperiali, come Legambiente propone con la raccolta firme che abbiamo lanciato.”

Molte le iniziative nel resto del Lazio: a Frosinone raccolta di rifiuti RAAE e rifiuti ingombranti; altre iniziative anche a Morolo e Sgurgola (Fr), dove i volontari hanno ripulito un viadotto da numerosi manifesti abusivi trovando anche due TV e batterie per auto. Coinvolti anche il giardino “Bella Farnia Mare” a Sabaudia (Lt) con la partecipazione della comunità indiana Sikh, a Farnese pulizia della via “Dietro Monache” da plastica, tetrapack ed anche eternit. A Soriano nel Cimino (Vt) nella zona del “bucone”, Piazza Dante e Piazza Mancini a Castel Madama (Rm), con una campagna di sensibilizzazione sulla raccolta differenziata porta a porta. Altre iniziative in provincia di Roma a Marino, lungo il basolato dell’Appia Antica, a Montecelio (via Percile), Riano (Largo Montechiara) e San Cesareo (Fontana della Pidocchiosa).

“La bella partecipazione, pulita, semplice e concreta, dei volontari di Puliamo il Mondo è davvero un bel segnale per un nuovo protagonismo dei cittadini, l’unica vera soluzione al degrado della politica, agli interessi di parte, ai palazzi chiusi e lontani dalle persone -dichiara Lorenzo Parlati, presidente di Legambiente Lazio-. Servono nuove forme di partecipazione e condivisione per i beni comuni, lo deve capire nel Lazio anche chi sta decidendo sui rifiuti, servono incontri di partecipazione e ascolto, un grande e semplice progetto condiviso con i cittadini per la riduzione, il riuso e la differenziata porta a porta, piuttosto che inutili e costosi commissariamenti. Basta obsoleti cassonetti, discariche e inceneritori per una moderna gestione dei rifiuti, servono innovazione e partecipazione.”

Puliamo il Mondo è patrocinata dal Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare, dal Ministero della Pubblica Istruzione dell’Università e della Ricerca, dalla Rappresentanza in Italia della Commissione Europea, dall’UPI (Unione Provincie Italiane), Federparchi, Uncem (Unione Nazionale Comuni, Comunità, Enti Montani), Unep (Programma per l’Ambiente delle Nazioni Unite). Con il contributo di Snam, Coop, Federambiente e Ikea sono partner tecnici. In collaborazione con Fiseassoambiente e Anci (Associazione Comuni Italiani). La Nuova Ecologia e RDS (Radio Dimensione Suono) sono i media partner.
SCARICA IL PDF

Tags, , , , , , ,

Domani tutti a Villa Ada per “Villadamose da fa”

Dalle 14 volontari per il ripristino dei viali principali dopo i danni causati dalla nevicata

Al via domani, Sabato 18 Febbraio, “Villadamose da fa”, l’iniziativa di volontariato a Villa Ada aperta a tutti, promossa da Legambiente Lazio con il Circolo Legambiente Sherwood, gli
Amici di Villa Ada e i Leprotti di Villa Ada, in collaborazione con l’Assessorato all’Ambiente del Comune Roma e con la media partnership del free press Metro.

Con guanti e buona volontà, tutti i cittadini potranno collaborare al ripristino del parco dopo i gravi danni alle alberature provocati dalle nevicate, dando un contributo importante anche per riaprire in tempi rapidi la villa. La giornata prevede la pulizia dei viali principali con la raccolta di rami e di piccoli arbusti, insieme agli operatori del Servizio Giardini di Roma Capitale. In particolare, saranno liberati dai tronchi caduti i viali nel bosco della originaria Villa Pallavicini intorno al Tempio di Flora, dove l’intervento a terra permetterà poi ai giardinieri di intervenire con mezzi adeguati per la messa in sicurezza dei rami alti. Appuntamento dalle 14 all’ingresso di Villa Ada in via Salaria, 267 (Ambasciata d’Egitto). Importante ricordarsi di portare i guanti da lavoro. Per partecipare ci si può iscrivere gratuitamente (a fini assicurativi) presentandosi direttamente all’appuntamento, mentre per informazioni si può contattare Legambiente Lazio ai numeri 0685358051/77 o scrivere a circolosherwood@gmail.com

SCARICA IL PDF

Tags, , , ,

Puliamo il Mondo, il Lazio è un po’ più pulito

Ancora un record di partecipazione: 12mila volontari, in 120 iniziative con 50 tonnellate di rifiuti raccolti

COINVOLTI 36 COMUNI IN TUTTA LA REGIONE, SOLO A ROMA 60 INIZIATIVE CON LA PARTECIPAZIONE ANCHE DI 1.200 STUDENTI DI 60 CLASSI

Oggi il Lazio è un po’ più pulito, grazie ai dodicimila volontari di Puliamo il Mondo che con grande entusiasmo si sono rimboccati le maniche nella grande campagna di Legambiente, inserita nell’iniziativa mondiale Clean up the world, realizzata nel Lazio anche grazie alla collaborazione di Ama Spa e del Tgr Lazio. Raccolte ben 50 tonnellate di rifiuti di ogni tipo, nelle 120 iniziative che hanno visto associazioni, comitati e scuole darsi da fare per recuperare luoghi abbandonati al degrado e alla sporcizia, rendendoli nuovamente vivibili e puliti. Solo a Roma sono state ben 60 le iniziative di pulizia, dieci delle quali hanno visto la partecipazione di 1.200 studenti di 60 classi. Al Gianicolo, oltre alla pulizia della strada che porta al famoso cannone, con un inedito dossier Legambiente è tornata a fare il punto sullo spazzamento nella Capitale; all’Esquilino il Progetto mediazione sociale, dopo la pulizia di Piazza Dante e Piazza Pepe, ha tenuto lezioni all’aria aperta sulla cura dell’ambiente, coinvolgendo i commercianti dell’omonimo mercato; pulizia del piazzale della stazione Tiburtina ad opera di Legambiente Le Perseidi, del Parco di Aguzzano, con Legambiente Mondi Possibili che ha anche organizzato laboratori per bambini sulla raccolta differenziata nell’ambito del Festival ecologista dell’Ukulele; laboratori su riciclo e riutilizzo dei rifiuti anche dal Circolo Città Futura; Legambiente Parco della Cellulosa ha ripulito il parco omonimo; anche la Riserva dell’Insugherata ha visto una giornata di pulizia, arricchita con concerti, con Legambiente Ecoidea; Viviamo Vitinia ha ridato lustro all’omonima area elimimando la discarica di ingombranti a via del Risaro; i Volontari di Missione Antidroga alla Pineta delle Acque Rosse di Ostia Lido hanno rimosso siringhe e altri rifiuti pericolosi; lungo il Tevere in azione il circolo Capoprati mentre a Parco Talenti e a Pratone delle Valli il circolo Aniene, con il quale hanno collaborato molte altre associazioni; i circoli Giancarlo Siani e Garbatella attivi invece a Colle Prenestino e al Parco Rosa Raimondi Garibaldi, mentre
circolo Ostia mediterranea ha svolto la sua opera di raccolta sul litorale romano. Clou delle iniziative a Villa Ada, dove i volontari con il Circolo Legambiente Sherwood e gli scout ASIA hanno tirato a lucido una splendida area di canneto e altre microdiscariche all’interno dell’importante villa storica della Capitale.

“Il nuovo successo di partecipazione di Puliamo il Mondo conferma la volontà dei cittadini di impegnarsi e di sentirsi protagonisti dei luoghi in cui vivono -ha detto il presidente di Legambiente Lazio, Lorenzo Parlati-. Le Amministrazioni di tutti i livelli devono uscire dal chiuso dei palazzi e dare segnali forti di ascolto e sostegno a queste iniziative, servono nuove forme di partecipazione e condivisione per i beni comuni. Piuttosto che inutili commissariamenti, servono incontri di partecipazione e ascolto sul fronte dei rifiuti, serve un grande e semplice progetto condiviso con i cittadini per la riduzione, il riuso e la differenziata porta a porta. Piuttosto che obsoleti cassonetti, discariche e inceneritori per una moderna gestione dei rifiuti, servono innovazione e partecipazione. La Regione non può approvare il piano rifiuti solo con qualche audizione e nulla più, sarebbe grave e irresponsabile.”

Nel Lazio, altrettante le iniziative e gli appuntamenti: a Frosinone, Legambiente Il Cigno ha ripulito la zona intorno all’Anfiteatro Romano, con contestuale raccolta dei RAEE; pulizia dell’area della “strada interrotta” a Rio Martino a Latina, con escursione naturalistica alla duna costiera, guidata da Legambiente Arcobaleno; volontari hanno raccolto cartacce a Passo Corese (Ri) nella Bassa Sabina, lungo la strada che costeggia il fiume; il Circolo Legambiente Appia Sud ha ripulito un tratto della via Appia Antica a Frattocchie; a Soriano nel Cimino il circolo di Legambiente “P. P. Pasolini” e l’Amministrazione comunale hanno ripulito la faggeta di Monte Cimino, l’area adiacente castello Orsini; a Sgurgola (FR) in azione il circolo Monti Lepini, mentre a Monterotondo scope e guanti per i volontari del circolo Armonia nella riserva regionale del Nomentum; grande lavoro anche per il circolo Centro Italia a Rieti, che ha coordinato le azioni delle scuole; a Formello il circolo di Legambiente si è prodigato nelle opere di pulizia ma anche nell’organizzazione di giornate per famiglie e studenti all’insegna dell’ambiente; a Tivoli il circolo ha organizzato con l’assessorato all’ambiente del comune la pulizia della zona adiacente a Villa d’Este; un accordo quello con l’assessorato del proprio comune che ha funzionato anche a Castelnuovo di Porto, dove a coordinare le azioni di raccolta rifiuti è stato il circolo locale di Legambiente; Ad Anzio invece lavoro di pulizia per il circolo Le Rondini nella scuola primaria Colonia “Acqua del Turco”. Sono 36 i Comuni che hanno collaborato a Puliamo il Mondo nel Lazio, assieme a due parchi.

“Questi appuntamenti di pulizia sono fondamentali perchè permettono a chi vi prende parte di costituire nuove relazioni sociali, instaurare un rapporto diverso con i luoghi e stimolare azioni di cittadinanza attiva -ha detto la direttrice di Legambiente Lazio, Cristiana Avenali-. Legambiente Lazio facilita queste occasioni, ma le istituzioni devono raccogliere il messaggio che viene dai cittadini, i quali chiedono a gran voce nuove modalità di partecipazione alle decisioni e alla vita pubblica. Torniamo a insistere sul fronte dei rifiuti, su cui diciamo no a nuove discariche e subito via libera al porta a porta differenziato in tutta la Regione, soluzione che laddove applicata si è dimostrata la migliore e la più moderna forma di gestione dei rifiuti.”

E anche le scuole si sono date da fare nei tre giorni a loro dedicati: a Roma, oltre un centinaio di ragazzi hanno eliminato la spazzatura dal Parco Trentani nella Riserva naturale di Nomentum, con il circolo Legambiente Armonia; mobilitazione dell’istituto Sibilla Aleramo per la raccolta dei rifiuti dei giardini a via Casal Bruciato, con il preventivo intervento del servizio siringhe. La media G. Sinopoli ha ripulito una piccola discarica con televisori e computer abbandonati a Via Mascagni nel quartiere africano; sulla Cassia i ragazzi della British International School hanno imbracciato scope e ramazze per la pulizia dei giardini adiacenti all’istituto. Nel Lazio, a Rieti, le scuole sono state coinvolte nella pulizia delle sponde cittadine del fiume Velino e della pista ciclabile con il circolo Legambiente Centro Italia; a Cittaducale bambini dalla prima alla quinta elementare con scope e guanti per la pulizia dei parchi cittadini. Altre iniziative alla Riserva Naturale Tevere Farfa, con il circolo Legambiente Bassa Sabina; al Lago di Trevignano lavori di pulizia per 45 bambini; a piazza Trento a Tivoli (Rm), dove si affaccia la bellissima Villa d’Este, i bambini dell’istituto scolastico San Getulio e del centro di formazione professionale sono stati impegnati nel cancellare le scritte vandaliche presenti sui muri, con il circolo di zona.

SCARICA IL PDF

Tags, ,